Sabato 17 Novembre 2018 - 8:39

Escursionista scivola e muore, tragedia a Caggiano

SALERNO. Tragedia a Caggiano, nel Salernitano, dove un escursionista di 36 anni è morto dopo essere scivolato mentre percorreva un sentiero sul Monte Serra San Giacomo, in località Petrosa. L'uomo aveva deciso di staccare il gruppo e percorrere un sentiero diverso. Il corpo senza vita è stato ritrovato dai compagni del gruppo con cui si era avventurato, ma da cui aveva deciso di allontanarsi per battere un altro sentiero. Il 36enne verosimilmente, nella caduta, ha battuto la testa violentemente per terra.

Terremoto a Ischia, De Luca: con questo testo decenni per ricostruire

NAPOLI. «Piena solidarietà ai cittadini di Ischia. Aspettiamo di conoscere la versione definitiva del decreto ma, se dovesse essere confermato il testo attuale, passerebbero decenni prima di poter realizzare la ricostruzione post terremoto». Lo dichiara il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Nulla - spiega De Luca - viene recepito delle indicazioni che erano state sollecitate ed erano venute dai cittadini, dai comitati e dalla Regione, a cominciare dalla disparità di decisioni rispetto ad altre aree d'Italia colpite da eventi sismici. Ma soprattutto l'attuale testo impedisce di fatto di avviare la ricostruzione venendo meno la contestualizzazione tra la richiesta di contributo e l'avvio delle opere. Se le decisioni restassero queste, il Governo se ne assumerà la responsabilità», conclude De Luca. 

Maltrattamenti e atti sessuali davanti al nipotino di 5 anni

CASERTA. Un 40enne di Maddaloni è stato arrestato dai Carabinieri nell'ambito di un'indagine della Procura di Santa Maria Capua Vetere per maltrattamenti in famiglia, nei confronti dei genitori e della sorella, danneggiamento e corruzione di minorenne ai danni del nipote di 5 anni. A novembre 2017, a seguito delle denunce sporte dalla madre e dalla sorella dell'indagato, la polizia giudiziaria ha avviato le indagini ricostruendo le ripetute angherie e i maltrattamenti alle quali le donne erano sottoposte, insieme al piccolo nipote di 5 anni costretto più volte ad assistere agli atti sessuali compiuti dal 40enne. Secondo quanto accertato dai Carabinieri della compagnia di Maddaloni, il 40enne, tossicodipendente e con precedenti di polizia, vessava costantemente le vittime creando un clima di terrore. L'uomo è stato portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. 

Ospedale del Mare, inaugurato il Pronto soccorso

NAPOLI. È stato inaugurato questa mattina il Pronto soccorso dell'Ospedale del Mare di Napoli. Le porte delpronto soccorso sono state aperte alle 8. «Un altro impegno realizzato», ha commentato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, commissario alla sanità. Ciro Verdoliva, commissario ad acta per il completamento dell'Ospedale del Mare, ha spiegato che «il peso della responsabilità per il compito che mi era stato affidato è secondo solo alla soddisfazione di non aver tradito la fiducia di chi ha creduto in quest'opera e nella squadra che ho avuto l'onore di coordinare. Con un pizzico di commozione - ha aggiunto - ora è il momento di lasciare questo gioiello nelle mani dell'Asl Napoli 1 Centro, alla quale toccherà il compito di proseguirne la valorizzazione nell'interesse della salute di tutti i cittadini». 

Processo “Carburanti", Cosentino assolto in Appello

CASERTA. La Corte d'Appello di Napoli ha assolto Nicola Cosentino al termine del processo sulla gestione dei distributori di carburante nel Casertano. L'ex sottosegretario all'Economia e coordinatore regionale del Pdl era stato condannato in primo grado dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere a 7 anni e 6 mesi di carcere. Assolti anche i fratelli di Nicola Cosentino, Giovanni e Antonio, condannati in primo grado rispettivamente a 9 anni e 6 mesi e a 5 anni. Assolti anche gli altri imputati, un funzionario della Regione Campania, due funzionari della Q8 e un imprenditore. 

«La concorrenza sleale è un ostacolo per lo sviluppo del territorio»

AVERSA. «Uno degli ostacoli allo sviluppo imprenditoriale del territorio è causato dalla concorrenza  sleale che alcune aziende mettono in atto. È necessario continuare a combattere il malaffare, la produzione illegale dei prodotti e l’indiscriminato sversamento dei rifiuti bloccando i roghi che inquinano il territorio e l’aria che respiriamo». Lo ha detto Gerlando Iorio, commissario per la “Terra dei Fuochi” intervenendo al forum "Terra dei fuochi: risanamento eco-ambientale e opportunità di sviluppo produttivo per imprese e lavoratori", promosso dall’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord, presieduto da Antonio Tuccillo.

«Dopo i danni provocati dalla ‘Terra dei Fuochi’ e le iniziative per assicurare alla giustizia gli autori di questo scempio, il futuro appare sicuramente più roseo. Le aziende sane hanno ricostruito una filiera produttiva efficace che evidenzia i prodotti di eccellenza del territorio. Poi, l’internazionalizzazione del ‘made in Campania’ rappresenta un valore aggiunto. - ha rimarcato il  numero uno dei commercialisti di Napoli Nord, Antonio Tuccillo - Indicazioni positive si registrano anche nel sistema dell’hospitaly con un incremento dell’attività turistica. Su queste tematiche i professionisti economico-giuridici stanno offrendo un contributo concreto alle imprese e agli enti locali».

Per il comandante della Polizia Metropolitana di Napoli, Lucia Rea «l’attività di ‘aggressione’ alle produzioni illecite è diventata quotidiana. Abbiamo conseguito risultati straordinari attraverso la sinergia interforze e in stretta collaborazione con i magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia  e con il commissario Iorio sperimentando un nuovo format che ci consente di analizzare nei minimi dettagli l’attività illecita programmando il sistematico smantellamento e prevendendo nuovi focolai».

«Dopo il tempo delle denunce che hanno evidenziato il fenomeno della ‘terra dei fuochi’, in cui si parlava di “biocidio”, anche dopo le esplicite dichiarazioni dei pentiti di camorra, oggi è necessario mettere in atto una concreta programmazione di riutilizzo dei rifiuti» ha sottolineato Diego Musto, consigliere delegato dell’Odcec Napoli Nord. «In tal senso i commercialisti sono in prima linea per affiancare amministrazioni locali e aziende con spirito di collaborazione teso alla progettazione, al supporto delle idee innovative che danno un nuovo futuro ai rifiuti. La parola d’ordine è ‘riutilizzo’ - ha aggiunto Musto - attraverso un processo efficace teso anche al recupero di aree che si consideravano irrimediabilmente perse. Un percorso virtuoso può creare nuove opportunità di sviluppo economico con l’incremento dei livelli occupazionali». 

«Con il trasferimento delle competenze sulle bonifiche delle discariche abusive dal ministero delle Politiche Agricole al dicastero dell’Ambiente, il Governo ha effettuato il primo step sulla strada del risanamento ambientale delle aree denominate terre dei fuochi» ha evidenziato Angelo Capone, consigliere dell’Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Napoli Nord. «Ci aspettiamo ora sia compiuto il passaggio decisivo nella direzione della messa in sicurezza definitiva delle suddette con la individuazione ed assegnazione delle risorse economiche necessarie in tal senso. Il commercialista – ha aggiunto - sarà chiamato a svolgere un ruolo chiave rispetto al controllo sulla corretta gestione dei fondi da parte degli enti deputati alla erogazione delle risorse economiche e di assistenza tecnica alle imprese per l’appalto dei lavori».

«Purtroppo il nostro territorio un tempo denominato ‘Campania Felix’ degli antichi romani oggi è conosciuto in Italia e forse in buona parte d'Europa come ‘Terra dei Fuochi’. L’Odcec Napoli Nord è disponibile ad affiancare gli organi istituzionali preposti al risanamento ambientale delll’intera area per offrire nuove opportunità di sviluppo produttivo», ha osservato Gennaro Carleo, consigliere dell’Odcec Napoli Nord.

«La Regione Campania ha adottato alcuni provvedimenti per trasformare la ‘Terra dei Fuochi’ nella ‘Terra della bontà’ con l'inserimento nella Ris3 delle traiettorie tecnologiche relative ai prodotti tipici, agli studi medici e alla biomedica», ha stigmatizzato Sandro Fontana, consigliere dell’Odcec Napoli Nord. «Occorre potenziare le ricerche farmacologiche con l’obiettivo di  migliorare le terapie per le malattie oncologiche».

Il sindaco di Giugliano in Campania Antonio Poziello ha parlato di sinergia tra le istituzioni, i professionisti e il sistema produttivo per contrastare il fenomeno criminale di smaltimento illegale dei rifiuti e dei conseguenti roghi killer. È necessario incentivare i percorsi di legalità in alcune filiere particolarmente a rischio come il ciclo dei pneumatici e del TAC (tessile, abbigliamento e  calzaturiero)».

«Il tema del risanamento è divenuto oggi una ineludibile premessa per qualsiasi progetto di sviluppo e rilancio economico su base territoriale - nha spiegato Gaetano Barchetti, presidente della commissione ambiente e fonti rinnovabili - Ecco perché l'ordine dei commercialisti di Napoli Nord è impegnato a diffondere un campagna di sensibilizzazione per aiutare lo sviluppo economico dell’area». 

Detenuto ferisce psichiatra nel carcere di Ariano Irpino

AVELLINO. Un detenuto del carcere di Ariano Irpino ha aggredito uno psichiatra durante una visita. Lo fa sapere in una nota l'Uspp, Unione dei Sindacati di Polizia Penitenziaria. Sul posto è intervenuto personale del 118. Il sindacato ha indetto lo stato di agitazione "per la grave carenza di organico e di risorse dell'area sanitaria, con particolare riferimento ai detenuti con problematiche psichiatriche dov'è necessario l'invio urgente di operatori specializzati per garantire una adeguata gestione terapeutica". "Sono comunque troppi - sottolinea il segretario regionale dell'Uspp, Ciro Auricchio - i detenuti affetti da patologie psichiatriche ristretti negli istituti penitenziari campani e pochi sono gli strumenti di sostegno". Per Auricchio è necessario "aprire nuove residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza sul territorio di Napoli, per decongestionare le sezioni psichiatriche degli istituti di pena".

Sequestrata e marchiata a fuoco dal compagno, violenza choc nel Casertano

CASERTA. Ha picchiato e violentato la sua compagna, provocandole fratture  e contusioni, addirittura marchiandole a fuoco il fianco con un forchettone. Un 25enne cittadino rumeno è stato fermato dagli agenti della Polizia di Stato di Sessa Aurunca, nel Casertano, su disposizione della Procura di Santa Maria Capua Vetere con l'accusa di maltrattamenti e violenza sessuale. La donna era giunta al pronto soccorso dell'ospedale di Sessa Aurunca con fratture alle costole e contusioni al torace; i medici hanno anche notato una bruciatura sul fianco, causata con un forchettone, e hanno allertato i poliziotti. A loro la donna, 46 anni, ha raccontato i maltrattamenti del 25enne, di essere stata chiusa in casa, costretta a prendere droghe, di essere stata picchiata e abusata sessualmente. Pochi giorni fa l'apice delle violenze, quando il giovane ha deciso di marchiarla con un forchettone riscaldato sul fuoco poco prima. Il gip ha convalidato il fermo del 25enne. 

Si spacciava per la sorella del presidente dell'Anac, ai domiciliari l'avvocato Cantone

NAPOLI. Il Tribunale di Napoli, dodicesima sezione riesame, in accoglimento del ricorso proposto dagli avvocati Dario Vannetiello (nella foto) e Sergio Clemente, ha annullato la ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti dell’avvocato Maria Virginia Cantone. Plurime e gravi le truffe contestate, pari in totale ad oltre trecentomila euro, effettuate alterando provvedimenti giudiziari nonché falsamente spendendo il nome di uno dei più noti magistrati italiani, Raffaele Cantone. Le indagini hanno anche accertato l’invio di mail, scritte ed inviare dall’avvocato Cantone, ma fatte apparire come redatte dal giudice Cantone viceversa ignaro e completamente estraneo ai fatti. Non solo. L’ avvocato avrebbe anche falsamente inviato mail a firma di giudici del Consiglio di Stato. Le motivazioni che hanno portato il Tribunale di Napoli a scarcerare l’avvocato saranno a breve note. Nel frattempo colei che si spacciava per essere la sorella del giudice Cantone ha potuto lasciare le patrie galere per raggiungere la propria abitazione da dove seguirà le prossime mosse dell’accusa e dei suoi difensori.

Universiadi, un milione e 600mila per le ristrutturazioni

NAPOLI. A seguito dell’approvazione in Giunta comunale di Napoli dei progetti riguardanti le riqualificazioni dello stadio San Paolo, del palazzetto Polifunzionale di Soccavo e dello stadio comunale Caduti di Brema, sono stati aggiudicati definitivamente gli appalti relativi ai lavori di riqualificazione dei tre impianti comunali napoletani per lo svolgimento dell’evento  “Universiade 2019”. Per il Polifunzionale di Soccavo i lavori consisteranno, in particolare, in interventi di manutenzione delle tre palestre dell’impianto alle norme Coni e alle prescrizioni Fisu nonché di manutenzione edile ed impiantistica dei relativi spogliatoi/bagni per un importo totale di 558.995,03 Euro. Per lo stadio comunale Caduti di Brema, anch’esso destinato allo svolgimento dell’evento sportivo internazionale, i lavori riguarderanno il completo rifacimento del campo di gioco mediante posa in opera del manto in erba sintetica, la manutenzione degli spogliatoi e l’implementazione degli impianti esistenti, in particolare quello di illuminazione del campo per un importo di Euro 552.173,11. Ulteriore passo in avanti per lo stadio San Paolo. Per il principale impianto comunale napoletano, che ospiterà, tra l’altro, la cerimonia di apertura e di chiusura della manifestazione, sono stati aggiudicati definitivamente i lavori relativi all’impianto audio per un importo di 495.209,87. A breve, terminato il relativo iter procedurale, il Commissario Straordinario per la “Universiade 2019” procederà alla sottoscrizione dei relativi contratti con le ditte aggiudicatarie per il successivo inizio dei lavori.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale