Mercoledì 14 Novembre 2018 - 2:30

Di Maio in Consiglio regionale per la vertenza La Doria di Acerra

NAPOLI. Il vicepremier e ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico Luigi Di Maio è al Centro direzionale di Napoli, nella sede del Consiglio regionale della Campania, per partecipare alla riunione della Commissione consiliare Attività produttive sulla vertenza de La Doria, azienda del settore delle conserve che ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Acerra. Di Maio è stato accolto dal presidente del Consiglio regionale della Campania, Rosa D'Amelio, e dal presidente della Commissione, Nicola Marrazzo. Presenti alla seduta il sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri, il vescovo di Acerra, Antonio Di Donna, e rappresentanti dei sindacati e dei lavoratori dello stabilimento acerrano. 

La Regione istituisce la "Banca della terra campana"

NAPOLI. È stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Campania il regolamento che disciplina l'istituzione e il funzionamento della "Banca della terra campana", costituita dai terreni a vocazione agricola di proprietà della Regione e degli altri enti pubblici e non utilizzabili per altre finalità istituzionali. «Con questo regolamento puntiamo a valorizzare il patrimonio immobiliare agricolo di proprietà pubblica attraverso il recupero produttivo dei terreni incolti o abbandonati e dei fabbricati rurali, il contrasto al consumo dei suoli e la salvaguardia degli equilibri idrogeologici», spiega Franco Alfieri, capo della segreteria del presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. «Miriamo in particolare - aggiunge Alfieri - a favorire lo sviluppo e l'occupazione del settore primario non solo attraverso la crescita dimensionale delle imprese agricole già esistenti, ma anche con l'insediamento di nuove realtà aziendali». I beni inseriti nella Banca della terra campana potranno essere affidati dalla Regione, con procedura di evidenza pubblica, alle seguenti tipologie di beneficiari: imprenditori, in forma singola o associata, che svolgono attività agricola ai sensi dell'articolo 2135 del Codice civile; soggetti economici che operano nell'agricoltura sociale, fattorie e orti sociali; giovani che intendono insediarsi per la prima volta come titolari d'impresa agricola, con età inferiore ai 40 anni alla data di presentazione della domanda di assegnazione. 

LE ASSEGNAZIONI. «Grazie alla Banca della Terra - sottolinea Alfieri - vogliamo sostenere soprattutto le iniziative imprenditoriali dei giovani, in particolare quelle improntate all'innovazione, alla qualità, alla sostenibilità e alla tutela delle tipicità». Nell'assegnazione dei terreni e dei fabbricati rurali sarà data priorità alle istanze presentate dai richiedenti, con qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale in forma singola o associata, con meno di 40 anni alla data di presentazione della domanda di assegnazione. Gli under 40 sprovvisti di tali qualifiche alla data di presentazione dell'istanza dovranno acquisire lo status di coltivatore diretto o imprenditore agricolo professionale nei 24 mesi successivi all'assegnazione. «Quello del ricambio generazionale - conclude Alfieri - è, per volontà del presidente De Luca, uno dei pilastri della politica agricola di questa Amministrazione. Nel luglio scorso si è chiuso il bando con il quale abbiamo messo a disposizione oltre 140 milioni, a valere sul Progetto integrato giovani del Psr, proprio per incentivare l'inserimento di under 40 qualificati nelle nostre imprese agricole. L'enorme mole di istanze presentate dai giovani che vogliono costruire il proprio futuro puntando sull'agricoltura ci spinge a proseguire, con ancora maggiore determinazione, nel processo di rinnovamento del settore primario» conclude Alfieri. 

CONFAGRICOLTURA CAMPANIA. «Banca della Terra è un contributo importante allo sviluppo di nuova imprenditoria giovanile in agricoltura ed il cuore di questo provvedimento è dato dalla priorità assegnata ai giovani che intendono insediarsi in agricoltura nel richiedere in affitto il terreno di pubblica proprietà compreso nei costituendi elenchi sulla base di un piano di sviluppo aziendale, e che sono chiamati successivamente a dimostrare l’avvenuto effettivo insediamento in azienda ed il conseguimento dei titoli necessari» dice Fabrizio Marzano, presidente di Confagricoltura Campania. «Fa piacere a tal proposito notare – aggiunge Marzano - come tale regolamento giunga tempestivamente, proprio nella fase in cui il Programma di sviluppo rurale si appresta ad accompagnare con maggior vigore il primo insediamento dei giovani in agricoltura ed il loro avvicendamento nella guida dell’azienda familiare.

Anziana violentata da un immigrato a Castel Volturno

CASTEL VOLTURNO. Orrore a Castel Volturno, nel Casertano, dove la scorsa notte una donna di 74 anni sarebbe stata violentata da un immigrato. A denunciare i fatti la stessa vittima che ha allertato le forze dell'ordine. Sul posto sono arrivati gli agenti di polizia, che avrebbero trovato tracce ematiche nell'appartamento. L'anziana è stata ricoverata in clinica a Castel Volturno, dove si trova tuttora. Non sarebbe in pericolo di vita. 

Supernalotto, jackpot sfiorato in Campania: centrati tre 5 da 7mila euro

Jackpot solo sfiorato al SuperEnalotto in Campania, ma sono tre i 5 realizzati nell’ultimo concorso: ben due (per una vincita totale da 14mila euro) finiscono a Nuova Villa Literno (località del Comune di Carinaro in provincia di Caserta, Bar Agip, accesso Strada Statale variante km 1257 B), un altro da 7mila euro è stato centrato a Villaricca (Napoli, ricevitoria Fumo e Caffè in via Torino 34). Il Jackpot nel frattempo ha raggiunto i 34 milioni di euro. L’ultima sestina vincente, fa sapere Agipronews, è stata centrata lo scorso 23 giugno, con un sistema che ha distribuito 51,3 milioni di euro in tutta Italia, mentre in Campania il 6 non si vede dal 30 dicembre del 2014, con 18 milioni finiti a Castellamare di Stabia.

Tir con ecoballe in fiamme sull'A16, traffico in tilt

AVELLINO. Un tir che trasportava ecoballe prelevate dall'impianto Stir di Avellino è andato a fuoco sull'A16 Napoli-Canosa. Sul posto i vigili del fuoco di Avellino che hanno domato le fiamme. Secondo i primi accertamenti ad innescare le fiamme sarebbe stato un guasto meccanico durante la marcia. Forti rallentamenti al traffico automobilistico.

“Back to school" al Museo del Sannio

BENEVENTO. ''Back to School'' è la nuova iniziativa organizzata presso il Museo del Sannio di Benevento, rivolta a tutti i giovani in procinto di rientrare, a breve tra i banchi di scuola. Lo comunica il Presidente della Provincia di Benevento Claudio Ricci, che ha condiviso la proposta della Società Mediateur, concessionaria di attività culturali, di accoglienza e di accompagnamento presso il Museo del Sannio. L'obiettivo è quello di realizzare un vero e proprio ''servizio di riaccompagnamento'' verso la ripresa dell'anno scolastico, consigliato soprattutto per alunni di scuole medie e superiori (età 13-18 anni). Le vacanze sono ormai agli sgoccioli ed occorre che soprattutto gli allievi siano pronti ad affrontare le nuove sfide dell'Anno scolastico. ''Back to School'' consiste, secondo il progetto di Mediateur, condiviso dalla responsabile della rete museale della Provincia, Gabriella Gomma, in speciali ''gioco-lezioni'' sull'arte e sulla storia, utili a rinfrescare la memoria e a riprendere l'allenamento mentale dopo la meritata vacanza. Insomma si tratta di un vero e proprio percorso di ''riacclimatamento'' per poter riprendere il lavoro tra i banchi. Dal 4 al 7 settembre 2018, ogni mattina a partire dalle ore 10.00, le lezioni si svolgeranno secondo una formula originale che prevede visita alle collezioni del museo, comprensione e discussione di alcune tra le più significative opere esposte e gioco-verifica finale. Dall'antica Roma all'Età moderna, passando per il Medioevo e il Rinascimento, i partecipanti potranno riprendere contatto con il proprio impegno quotidiano in maniera ludica e informale. 

Maltempo a Napoli, allagamenti e crolli: nuova allerta meteo per domani

NAPOLI. Si contano i danni dopo il maltempo di questa mattina. Per il vento forte e i fulmini due aerei che dovevano atterrare all'aeroporto di Capodichino sono stati dirottati su quello di Bari, mentre per altri voli si registrano lievi ritardi. Il vento ha anche scoperchiato il tetto di una palazzina nel quartiere di San Pietro a Patierno, e alcune auto sono rimaste danneggiate dai materiali caduti. I vigili del fuoco hanno comunque dichiarato l'edificio agibile. Strade allagate, poi, e disagi in tutta la città. In via Nuova Poggioreale, la carreggiata è stata invasa da un flusso d'acqua che trascinava detriti e rifiuti, creando problemi alla circolazione dei veicoli e anche a quella dei pedoni. Disagi anche a Posillipo, in via Petrarca, dove è franato un tratto di muro.

FOTOGALLERY

Intanto la Protezione civile ha diramato una nuova allerta per domani, che si aggiunge a quello attualmente in atto. In particolare, dalle 6 del mattino e fino alle 18 si prevedono ulteriori precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, tali da determinare una criticità di colore Giallo sulle zone 1 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 2 (Alto Volturno e Matese), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana Sele e Alto Cilento), 8 (Basso Cilento). A tale quadro meteo sono associate anche raffiche di vento nei temporali. L'allerta attualmente in vigore per le zone 1, 2, 3 (Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) permane fino alle 20 di stasera e riprenderà domani. Le precipitazioni registreranno una diminuzione in nottata per intensificarsi nuovamente nelle prime ore della giornata di domani anche sugli altri settori. Si prevedono, infatti, fenomeni temporaleschi caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione. La criticità idrogeologica è Gialla ed è legata all’impatto sul territorio delle precipitazioni. Tra le avvertenze connesse ai fenomeni di dissesto idrogeologico si segnalano possibili fenomeni franosi anche rapidi legati a condizioni idrogeologiche particolarmente fragili; Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. Inoltre, possibili danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento e fulminazioni.

In arrivo il maltempo, allerta su tutta la regione

NAPOLI. Sulla Campania in arrivo un'ondata di maltempo. La Protezione civile della Regione ha diramato un avviso di allerta meteo valevole dalle 10 alle 20 di domani per piogge e temporali sulla Piana campana, Napoli, isole, area vesuviana; Alto Volturno e Matese; penisola sorrentino-amalfitana, monti di Sarno e monti Picentini. La criticità idrogeologica è Gialla ed è legata all'impatto sul territorio delle precipitazioni. Si prevedono, infatti, fenomeni temporaleschi caratterizzati da "un'incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con possibili danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento e fulminazioni". Possibili i fenomeni franosi anche rapidi legati a condizioni idrogeologiche "particolarmente fragili"; ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale; possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse. La Protezione civile raccomanda alle autorità competenti di garantire "l'attuazione delle misure necessarie a prevenire e contrastare i fenomeni attesi".

La banconota da 1 dollaro “trasformata" in una da 100

AVELLINO. Aveva messo in piedi un sistema per falsificare banconote estere usando carta filigranata originale, riuscendo cosi' a centuplicare il valore del denaro. Una 40enne di Avellino e' indagata per falsificazione, spendita e introduzione di dollari contraffatti e la procura di Avellino, sulla scorta delle indagini compiute dalla Guardia di finanza, ha chiesto il rinvio a giudizio. La donna utilizzava banconote da un dollaro, che venivano immerse in una soluzione acida che le scoloriva completamente, fino a ottenere biglietti bianchi e filigranatiche poi erano ristampati ciascuno per un valore di cento dollari. Il trucco le ha permesso di depositare in banca in diverse occasioni oltre 30mila dollari. Fe fiamme gialle hanno sequestrato una partita da 7.400 dollari e un'altra da 24.500. La donna si serviva di un intermediario finanziario per depositare in Italia banconote americane. Le indagini si sono svolte anche con la collaborazione dell'ambasciata degli Stati Uniti a Roma ed e' stato ricostruito l'intero percorso della valuta.

Trova la figlia morta nel letto e si lancia nel vuoto

PAGANI. Tragedia a Pagani, in provincia di Salerno. Due donne, mamma e figlia, sono morte in circostanze ancora da chiarire anche se gli investigatori ritengono che si sia trattato di un duplice suicidio. I fatti in un appartamento al terzo piano di una palazzina in via Malet. La madre, una 60enne, si è lanciata nel vuoto dal balcone trovando la morte dopo aver rinvenuto la figlia 27enne priva di vita nel letto della sua stanza. Indagini in corso da parte dei carabinieri. Sul posto anche il sindaco Bottone che ha confermato che la giovane fosse in cura al centro disagio mentale

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici