Giovedì 15 Novembre 2018 - 18:47

Caserta, appalti Asl: Grillo svela le mazzette

SANTA MARIA CAPUA VETERE. Mazzette per i vertici dell’Asl e per i politici. Prime ammissioni di Angelo Grillo, imprenditore del settore pulizie del Casertano arrestato nei mesi scorsi nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti assegnati irregolarmente in aziende dell’Asl diCaserta. Il pm della Dda di Napoli Luigi Landolfi ha depositato infatti dichiarazioni del 29 aprile scorso con le quali Grillo, ritenuto vicino al clan Belforte, inizia un percorso di collaborazione con la giustizia. Il verbale è stato depositato nel corso dell’udienza del processo che vede imputati l’ex consigliere regionale Angelo Polverino e Francesco Bottino, ex direttore generale dell’ospedale di Caserta, in corso al tribunale di Santa Maria Capua Vetere. Grillo, detenuto al 41bis, racconta ai pm delle tangenti che ha versato ai vertici dell’Asl casertana. «Conobbi Bottino grazie a Pierino Sgueglia - si legge nel verbale - in relazione alla gara d’appalto delle pulizie che mi sono aggiudicato all’Asl nel 2005 o 2006; io ho consegnato a Bottino la somma di 50mila euro. Questa somma è stata da me consegnata, dopo l’aggiudicazione dell’appalto alla mia ditta che era la New Splash, direttamente nelle mani di Bottino nel suo ufficio. Ci siamo accordati nel senso che lui mi avrebbe garantito che nel corso del servizio pulizie io avrei ottenuto con affidamento diretto e senza gara tutta una serie di servizi relativi a piccoli adempimenti, tra cui mi sono occupato del trasloco dei mobili dell’Asl dalla sede di via Roma al Palazzo della Salute Saint Gobain, nonché autorizzato da Bottino a una serie di pulizie straordinarie che venivano pagate a parte».

Clan Belforte, nuovo sequestro all'imprenditore Grillo

CASERTA. Beni per un valore di 1,7 milioni di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del reparto operativo di Caserta all'imprenditore Angelo Grillo, ritenuto vicino al clan Belforte di Marcianise. Grillo è stato arrestato nel novembre del 2013 nell'ambito di una inchiesta su appalti truccati all'Asl di Caserta. Il provvedimento, oltre a riguardare le quote societarie e i beni strumentali della Silpres Group srl di Livorno, già oggetto di sequestro preventivo emesso dal tribunale di Napoli nel luglio 2014, riguarda anche quattro appartamenti e un'autorimessa a Capua, riconducibili a Grillo, anch'essi già oggetto di sequestro preventivo in nell'ottobre 2014. 

Salerno, turista australiana muore alla stazione Fs

SALERNO. Una donna di 63 anni è morta per cause naturali, questa mattina, intorno alle 13.10, alla stazione ferroviaria di Salerno. La donna si è sentita male sul binario 1 in un momento in cui c'erano tantissimi viaggiatori e pendolari abituali. Decine di curiosi si sono accalcati intorno alla donna riversa a terra e che sono stati allontanati prima che la stessa venisse coperta da un lenzuolo. La donna era una turista australiana che si è improvvisamente accasciata mentre camminava sul binario insieme al marito, il quale, al momento, si trova negli uffici della Polizia Ferroviaria.

Due pregiudicati uccisi alla periferia di Salerno

SALERNO. Sparatoria alla periferia di Salerno, a Fratte. Due pregudicati sono morti in uno scontro a fuoco la cui dinamica ancora non è ben chiara agli agenti che stanno conducendo le indagini. L'agguato è avvenuto in serata in una traversa di via dei Greci. 
Le vittime sono Angelo Rinaldi, ucciso con due colpi al torace, e Antonio Procida, morto per un proiettile al cuore, entrambi erano salernitani, con precedenti penali per spaccio. 

 

Whirlpool, operai sul tetto della fabbrica

CARINARO. Tre lavoratori dello stabilimento Whirlpool-Indesit di Carinaro sono saliti sul tetto del sito per protestare contro la decisione della multinazionale di chiudere l'insediamento. Altri addetti sono sulla superstrada Giugliano-Marcianise: bloccano parte della carreggiata e costringono la Polizia a chiudere lo svincolo che precede l'uscita. Il tutto mentre la giunta regionale ha approvato la delibera che fissa entro l'ammontare di 50 milioni di euro (a valere sulle risorse della Programmazione unitaria 2014-2020) la dotazione finanziaria complessiva massima a disposizione per l'attuazione della proposta "Campania Carinaro", la giunta sottolinea che l'impegno è subordinato alla conclusione di un accordo con governo, azienda e sindacati che assicuri adeguate prospettive di crescita allo stabilimento sito in Carinaro e alle altre strutture di ricerca e sviluppo, produttive o commerciali dell'Azienda, operanti in Campania.

Caserta, false revisioni auto: un arresto

CASERTA. Nelle sue sei officine in provincia di Caserta effettuava revisione di veicoli senza effettuare i dovuti controlli ma fornendo unicamente i documenti. È quanto scoperto dai carabinieri della Compagnia di Marcianise che, in collaborazione con i colleghi della polizia giudiziaria della Procura di Santa Maria Capua Vetere, hanno eseguito un'ordinanza cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di Andrea Fiscone per una serie di ipotesi di reato di falso ideologico. L'attività investigativa è stata condotta tra il 2011 e il 2013 con la collaborazione tecnica del personale della Motorizzazione civile. 

Salerno, sequestro forno abusivo di un pregiudicato

SALERNO. Il Nas di SALERNO, nell'ambito dei servizi di controllo e monitoraggio nel settore della sicurezza alimentare, ha effettuato una ispezione igienico-sanitaria presso uno stabilimento di produzione di pane e altri prodotti da forno della provincia di SALERNO. Nel corso delle operazioni, i carabinieri hanno sequestrato prodotti da forno preparati in un laboratorio improvvisato, inserito all'interno di un locale abusivo privo dei requisiti strutturali e in pessime condizioni igienico-sanitarie. L'attività era condotta da un pregiudicato del posto il quale, avvalendosi della collaborazione di alcuni operai, che lavoravano in nero, produceva giornalmente svariate centinaia di chili di pane fresco, pizze, focacce e biscotti che venivano venduti ad una catena di alimentari dell'agro nocerino-sarnese.

Regionali, fuori Forza Nuova e Il Sud con De Luca

Forza Nuova fuori dalle elezioni regionali. Sono emersi infatti problemi nell'accettazione delle firme presentate con le liste dei candidati nelle circoscrizioni elettorali di Napoli e Salerno, due delle tre province nelle quali Forza Nuova ha presentato le liste con Avellino con il candidato governatore Michele Giliberti. Fuori, almeno per il momento, anche la lista Il Sud con De Luca per irregolarità formali a Caserta e Salerno. Il movimento ha comunque presentato ricorso. Mo!, lista che candida Marco Esposito a presidente, è stata esclusa a Benevento ed Avelino ma resta in corsa a Napoli, Caserta e Salerno.

Pubblica foto su Facebook, preso latitante 19enne

CASERTA. È stato tradito da Facebook un 19enne, originario di San Salvatore Telesino, nel Sannio, ricercato dal marzo scorso dopo essere scappato da una comunità a Marcianise, dove era ristretto perché aveva da scontare una condanna di oltre due anni per furto aggravato ed estorsione emessa dal tribunale dei minori di Napoli. Il giovane non ha resistito alla tentazione di pubblicare sul noto social network le immagini che lo ritraevano assieme ad amici e parenti in alcune località italiane. In questo modo ha consentito agli uomini della Guardia di Finanza della Compagnia di Mondragone di seguirne le tracce fino ad arrivare alla casa della zia paterna a Napoli, nelle cui vicinanze è stato preso. Quando è stato ritrovato, il 19enne non ha opposto alcuna resistenza ed è stato condotto nell'istituto penale Minorile di Nisida.

Caserta, dipendente delle Poste arrestato per truffa

CASERTA. Un dipendente delle Poste Italiane è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di avere messo a segno una serie di truffe, per complessivi 50mila euro, ai danni di alcuni anziani dell'Alto Casertano. Le indagini, che hanno portato all'emissione di un provvedimento di custodia cautelare ai domiciliari, sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. L'impiegato, che ha 36 anni, in ogni ufficio postale dove ha prestato servizio (Bellona, Vitulazio, Pastorano, Villa Literno, tutti del Casertano) è riuscito a carpire la fiducia di alcuni anziani, perlopiù pensionati poco avvezzi all'uso delle carte di credito e dei Postamat, per poi truffarli. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici