Mercoledì 14 Novembre 2018 - 2:43

Schianto sull’A1, muoiono padre e figlio del Casertano

CASERTA. Due vittime del drammatico incidente avvenuto questa mattina lungo l'A1, tra i caselli di Orvieto e Fabro, in direzione nord, dopo uno scontro tra l'auto sulla quale viaggiava la famiglia di Caiazzo, nel Casertano, e un mezzo pesante. A perdere la vita sono un uomo e il figlio di 10 anni, la mamma del piccolo è rimasta ferita e portata in ospedale. Le vittime sono Michele Melillo di 33 anni e il figlio Marcello.

Concorso Eav, De Luca: no limite voto diploma

NAPOLI. Eliminare il limite del voto richiesto al diploma per la partecipazione al concorso bandito da Eav per l'assunzione di 350 unita' di personale qualificato. In particolare lo sbarramento del voto va escluso "per quelle figure professionali specializzate, che devono gia' risultare in possesso di patenti o certificazioni specifiche". A richiederlo, scrivendo al presidente Eav Umberto De Gregorio, e' il governatore della Campania Vincenzo De Luca a cui "e' sembrato ragionevole accogliere qualche richiesta di modifica pervenutaci" pur senza intaccare l'impianto generale. "Sicuramente - continua il presidente della giunta regionale - avremo qualche rallentamento nei tempi della procedura per l'assunzione ma non possiamo non dare ai tanti giovani del nostro territorio l'opportunita' di avere una possibilita' e credere e partecipare al profondo lavoro di rinnovamento svolto in questi anni". 

Bufera sulla guida Feltrinelli, Vaccaro: «Aspettiamo scuse e modifica»

CASERTA.  «È stata davvero una caduta di stile, inconcepibile visto che si tratta di uno dei gruppi editoriali più importanti e autorevoli in Italia». Il senatore del M5s Sergio Vaccaro (nella foto), componente della commissione Turismo, ritorna sulla polemica sulla guida turistica “Italia del Sud e isole” edita dalla Feltrinelli che descrive a pagina 83 l’area a nord di Napoli “un triangolo della morte, poco attraente, quasi del tutto dominata dalla camorra e Caserta una città anonima con una reggia piuttosto monotona”. «Sono giudizi che tradiscono soltanto un velenoso pregiudizio antimeridionale – dice Vaccaro – per chi evidentemente non conosce questi luoghi e soprattutto la bellezza di una città come Caserta che, oltre alla Reggia che continua a frantumare record di presenze, ha anche altri siti mozzafiato come Casertavecchia, la seteria reale di San Leucio, l’acquedotto Carolino tanto per citarne qualcuno». «Credo che una guida che possa definirsi tale debba parlare delle cose da visitare e non di quelle da evitare», aggiunge il senatore Vaccaro. «Spero che questo errore venga al più presto corretto in una nuova edizione con tanto di scuse: sarò sempre dalla parte della mia terra. Giù le mani dalla dignità di un territorio che ha voglia di riscatto».

Caserta, bufera sulla guida della Feltrinelli

Caserta? "Una città anonima". E la Reggia? "Una struttura piuttosto monotona nella quale la dimensione supplisce all'ispirazione artistica". Sono questi alcuni dei passaggi della guida turistica 'Italia del Sud e Isole (Easy Rough Guide)' edita da Feltrinelli finita nel mirino delle istituzioni locali. Una guida che "parla in maniera offensiva e infamante del territorio casertano, utilizzando i più biechi e razzisti luoghi comuni sulle nostre realtà", lamenta Carlo Marino, sindaco del capoluogo campano, annunciando "la possibilità di adire le vie legali per tutelare l'immagine dei casertani e del territorio dell'intera provincia".

Il paragrafo "incriminato" è quello in cui Caserta, spiega Marino, "viene tratteggiata come una città anonima e incongruentemente circondata da una serie di complessi industriali e magazzini", mentre "l'area a nord di Napoli, che comprende Aversa e l'Agro Aversano, viene addirittura definita una distesa di sobborghi poco entusiasmanti, quasi del tutto dominata dalla camorra e a volte chiamata triangolo della morte". Tanto che la guida sconsiglia di "soffermarsi" nell'entroterra "irrimediabilmente poco attraente" e, "anzi", invita i lettori ad "attraversarlo senza fermarsi".

Per quanto riguarda la Reggia di Caserta, "solo le maestose scalinate centrali che salgono agli appartamenti reali colpiscono le corde giuste", si legge ancora nella guida turistica, che però bolla "gli appartamenti stessi" come "una grandiosa sfilata di stanze sovraccariche di dipinti e stucchi e arredate con qualche mobile in stile Impero, moda importata dalla Francia, con grandi, imperiose statue classiche e ritratti compiaciuti della dinastia borbonica". L'ennesima stroncatura di "una narrazione - secondo Marino - diffamatoria e intrisa dei peggiori stereotipi antimeridionali" che "non rende giustizia a questa meravigliosa terra".

Da qui la decisione del primo cittadino casertano di scrivere una lettera al presidente del Gruppo Effe 2005, Carlo Feltrinelli, per rappresentare "la mia rabbia e la mia indignazione, che credo siano quelle di tutti i casertani" nei confronti di "una descrizione del territorio della città di Caserta e della sua provincia profondamente falsa e lesiva dell'immagine di chi la abita". ''Invito lei, i suoi dipendenti e i suoi collaboratori a compiere una visita (reale, stavolta) del nostro territorio", dice Marino rivolgendosi a Feltrinelli, avanzando l'ipotesi di procedere anche per vie legali.

Sulla stessa linea Gianpiero Zinzi, consigliere regionale campano di Forza Italia, che ha espresso l'intenzione di presentare "una querela per diffamazione ed una richiesta di risarcimento danni in favore del territorio casertano alla casa editrice Feltrinelli". Secondo Zinzi la guida "contiene una serie di valutazioni assolutamente personali, tecnicamente incomplete e obiettivamente lesive del Casertano". "Ora basta - aggiunge - sono anni che noi cittadini siamo costretti a subire attacchi ingiustificati che ledono la nostra economia e l'immagine della nostra terra".

Schianto tra due Tir: un morto

CASERTA. Una persona è morta in un incidente stradale che ha visto ocinvolti due mezzi pesanti sulla A30 Caserta-Salerno. L'incidente è avvenuto intorno alle 11 sulla carreggiata in direzione di Caserta a 2 chilometri dall'innesto con l'A1, nel territorio del comune di San Marco Evangelista. Lo riferisce Autostrade per l'Italia precisando che attualmente il traffico scorre su una sola corsia e si registrano 4 km di coda verso Caserta. Agli utenti provenienti da Salerno e diretti verso Caserta si consiglia di immettersi in A16 verso Napoli e successivamente di immettersi in A1 verso Caserta. Sul luogo dell'evento, oltre al personale della Direzione 6° Tronco di Cassino sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i VVFF, i soccorsi sanitari e meccanici. 

Arrestato 70enne per abusi su due bimbe

SALERNO. Un uomo di 70 anni è stato arrestato per aver abusato della nipotina e di un'altra bimba che gli veniva affidata dai genitori. In carcere anche la figlia dell'anziano, madre di una delle due vittime, che secondo gli inquirenti sarebbe stata al corrente delle violenze ma non avrebbe fatto nulla per impedire che avvenissero. I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria di Salerno, a seguito delle indagini delegate dal sostituto procuratore Gaetana Amoruso, hanno tratto in arresto padre e figlia. L'uomo è accusato di violenza sessuale continuata ai danni delle due minorenni, negli anni dal 2015 al 2017. Gli anni si consumavano all'interno dell'abitazione del 70enne. Nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip del Tribunale di Nocera Inferiore, Luigi Levita, alla figlia dell'uomo viene contestata l'accusa di violenza sessuale in concorso. 

Sisma in Molise, paura a Napoli e in Campania

NAPOLI. Paura a Napoli e in Campania per una scossa di terremoto che ha avuto come epicentro la provincia di Campobasso, nell’entroterra di termoli. Il centro sismologico europeo ha segnalato un sisma di magnitudo preliminale 5.3 della scala Richter. La scossa è stata distintamente avvertita anche nel capoluogo campano e in altre città della regione, oltre che in Abruzzo e Puglia, ma non si sono segnalati danni. Solo momenti di paura ma nessun problema a edifici e persone. La paura è corsa immediatamente anche su Facebook, dove immediatamente è iniziato il tam tam e la paura si è immediatamente propagata. Non è stato possibile capire l’entità dei danni nella zona dell’epicentro, soltanto oggi sarà possibile avere un quadro più chiaro della situazione.

Campania, geologi e geometri entrano in commissioni sismiche comunali

NAPOLI. È stato approvato in questi giorni l’emendamento che prevede l’inserimento, all’interno delle commissioni sismiche comunali, delle figure professionali di geologi e geometri. La proposta, che è partita dall’Ordine dei Geologi della Campania e dai Collegi dei Geometri e Geometri laureati della Campania, è stata accolta con entusiasmo dall’amministrazione regionale. In particolare, il Presidente Vincenzo De Luca e l’onorevole Stefano Graziano, hanno fortemente voluto l’approvazione di questa modifica, resa effettiva dalla L.R. n. 28 del 8 agosto 2018 art. 1 comma 50. L’emendamento al testo del comma 2 art. 4bis della L.R. n° 9/1983 prevede l’aumento dei componenti delle commissioni sismiche comunali da 3 a 5: “L’esame e le istruttorie dei progetti sono espletati da una o più commissioni competenti in materia, formate da cinque professionisti tecnici, tra cui ingegneri, architetti, geologi e geometri, iscritti nel relativo albo professionale, tre dei quali in possesso del diploma di laurea in ingegneria o architettura, vecchio ordinamento universitario, con comprovata esperienza in collaudi sismici o di diploma di laurea specialistica in ingegneria civile e comprovata esperienza in collaudi sismici. I restanti due componenti possono esprimersi solo per quanto attiene alle competenze previste nei rispettivi regolamenti professionali. La funzione di presidente di commissione è svolta dal professionista in possesso dei requisiti di collaudatore in corso d’opera ai sensi della presente legge”. L’inserimento dei geologi nelle commissioni per l’autorizzazione sismica consentirà di esaminare, con maggiore attenzione e maggiore competenza, tutti i progetti presentati, dando la giusta importanza alla compatibilità geologica ed alla caratterizzazione geotecnica. L’approvazione dell’emendamento conferma che i professionisti del settore tecnico, quando fanno squadra, riescono a dare il giusto risalto alle proprie competenze professionali ed alle inevitabili ricadute sulla sicurezza dei cittadini.

Allerta meteo, in arrivo pioggia e temporali

NAPOLI. La protezione civile della Regione Campania ha diramato un avviso di allerta meteo valevole a partire dalle 21 di stasera e fino alle 21 di domani sull'intero territorio regionale. Su molte aree e in particolare la Zona 1: Piana campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Zona 3: Penisola sorrentino-amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini; Zona 5: Tusciano e Alto Sele; Zona 6: Piana Sele e Alto Cilento. La criticità sarà Arancione. Si prevedono precipitazioni con rovesci e temporali anche di forte intensità con raffiche di vento nei temporali. La criticità è legata al rischio idrogeologico diffuso. Questi i principali fenomeni inclusi nell'avviso: "instabilità di versante, localmente anche profonda, frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango; significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, possibili voragini per fenomeni di erosione; allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno; innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d'acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti); Possibili cadute massi in più punti del territorio". Si precisa che l'allerta, anche se di livello e colore diverso, riguarda tutto il territorio. Si invitano le autorità competenti a porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni, anche in linea con i piani comunali di protezione civile. Attenzione anche alle strutture esposte alla sollecitazione dei venti e del mare. 

Auto lanciata contro i ragazzi all'ingresso di una discoteca, due arresti

SALERNO. La Squadra Mobile della Questura di Salerno ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Salerno su richiesta della Procura, nei confronti di due persone indagate per tentato omicidio aggravato e continuato. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la notte del 6 maggio scorso, davanti alla discoteca Sea Garden di Salerno, i due si sarebbero lanciati a folle velocità a bordo di un'auto contro circa 10 ragazzi in fila all'ingresso del locale con il chiaro intento di ucciderli.

IL VIDEO

Gli autori del gesto volevano vendicarsi per essere stati allontanati dal locale poco prima in quanto ritenuti molesti. I due, dopo aver fatto finta di allontanarsi, sono saliti a bordo dell'auto e, dopo aver urtato una prima volta il cancello che separa il parcheggio dall'ingresso del locale al fine di saggiarne  la resistenza, hanno lanciato l'auto a velocità sostenuta e, dopo aver abbattuto il cancello, hanno investito i ragazzi fermi all'entrata del locale. Una transenna si è incagliata sotto l'auto rallentandone la corsa, salvando così la vita dei giovani all'ingresso del locale.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici