Sabato 20 Ottobre 2018 - 13:48

Napoli non interessato a Dybala
Arriva il comunicato del club azzurro

NAPOLI. Il Napoli non ha gradito alcune voci che avrebbero visto Bigon parlare con i procuratori di Dybala per trattare l'acquisto dell'attaccante argentino. Per questo motivo è arrivata una secca nota di smentita sul sito ufficiale: "In merito ad alcune fonti stampa secondo le quali a Palermo, nei giorni scorsi, ci sarebbe stato un incontro tra il Direttore Sportivo del Napoli Riccardo Bigon e gli agenti del calciatore Dybala, il Napoli comunica che questa “notizia” è priva di qualsiasi fondamento".

Napoli, occhi sulla Juve e poi a Udine senza Insigne

Prima la Juventus, poi il Napoli. Riparte con il duello ammirato nello scorso campionato il cammino degli azzurri dopo la sosta. Il distacco è sempre di 6 punti, ma la capolista sfiderà in casa il Genoa del capocannoniere Piatek: 12 gol in 9 partite stagionali, vedremo se proseguirà la sua corsa anche di fronte alla squadra di Allegri. Il Napoli assisterà davanti alla tv, ma poi dovrà prepararsi per scendere in campo alle 20,30 contro l’Udinese. Sfida da non sottovalutare, perché la squadra di Velazquez si è dimostrata insidiosa, e probabilmente con delle potenzialità ancora inespresse. Al Napoli, in un modo o nell’altro toccherà vincere. Quanto meno per far rimanere invariato lo svantaggio dalla Juventus e rimandare il duello alla prossima settimana. Ancora una volta Carlo Ancelotti metterà mano al turnover, e non solo perché mercoledì sera torna la Champions League con la trasferta in casa del Psg di Cavani. Giovedì è arrivato finalmente Ospina a Castelvolturno. Carlo Ancelotti ha accolto l’ultimo dei nazionali che mancava all’appello. Il portiere, però, non ha lavorato con il gruppo ma ha svolto solo una seduta di scarico. Ed è proprio per questo ritardo che dovrebbe essere Karnezis tra i pali nella sfida di sabato sera in casa dell’Udinese. Il greco, quindi, tornerebbe titolare dopo le sfide con Lazio e Parma. Mancherà all’appello in Friuli Koulibaly che ha un problema muscolare, ma anche perché è diffidato e con un altro giallo salterebbe il match con la Roma della prossima settimana al San Paolo. Per quanto riguarda gli altri ruoli, in attacco più Milik che Mertens. A centrocampo scalpita Diawara che potrebbe prendere il posto di Hamsik. Per il resto non ci dovrebbero essere altri cambi, soprattutto perché gli assenti cominciano a essere parecchi. Ancelotti ha annunciato di aver lasciato a casa Lorenzo Insigne. Niente di preoccupante, si tratta di affaticamento muscolare. Out anche Ounas e Luperto, anche loro alle prese con dei problemi muscolari. A questi si aggiungono i lungodegenti: rimangono fuori Ghoulam e Meret, che sembravano in odore di convocazione. Tempi più lunghi per Younes, e naturalmente per Chiriches. Toccherà a Verdi supportare la coppia d’attacco, che sarà formata da Mertens e Milik.

Caputo è il nuovo Responsabile Organizzativo del Centro Federale Territoriale di Napoli

Pasquale Caputo è il nuovo Responsabile Organizzativo del Centro Federale Territoriale di Napoli, una carica importante che si aggiunge ad una carriera ricca di successi e soddisfazioni. Pasquale ha iniziato nel 2007 con la Mariano Keller per poi passare al Real Casarea nel 2011, una delle società più importanti per quanto riguarda il panorama del settore giovanile. Nel 2013 diventa direttore sportivo professionista dopo tre mesi a Coverciano. Inoltre nel 2015 protagonista come osservatore dell'Alessandria Calcio. Le parole del dirigente: «Sono orgoglioso e felice di iniziare questo percorso con la Federazione Italiana Giuoco Calcio SGS, come Responsabile Organizzativo del Centro Federale Terriotoriale di Napoli. Un progetto del nostro movimento calcio, partito qualche anno fa, con lo scopo di monitorare nel medio-lungo termine i calciatori più promettenti, sviluppare un percorso di formazione tecnico-sportiva coordinato, ridurre la dispersione dei talenti e contrastare l'abbandono dell'attività sportiva da parte dei giovani».

Basket, operazione risalita per Napoli e Pozzuoli

Domani ritorna il torneo di serie B (girone D) di basket maschile, con gli anticipi del sabato e del terzo turno della stagione regolare, che coinvolgono Napoli e Pozzuoli. La squadra della GeVi Napoli affronta la seconda trasferta di campionato alle 18, in quel della PalaDonati di Roma: gli azzurri saranno ospiti della locale formazione della Iul Basket Roma. Il team partenopeo cerchera' di conquistare i due punti in palio, per muovere la classifica, che dopo due turni di campionato la vede sorprendentemente in fondo alla graduatoria e ancora a digiuno di vittorie. La Bava Virtus Pozzuoli, anch'essa ancora a digiuno di successi in questo avvio di stagione, invece, al PalaErrico e alle 19, ospitera' l'altra temibile formazione capitolina della Luiss Roma Diretta del match su Primaradio (88.6 e 89.6 in FM).

Canottieri Napoli, Manzi e Iaccarino convocati in nazionale assoluta di nuoto di fondo

La nazionale assoluta di fondo sarà a Piombino dal 21 ottobre al 3 novembre. Undici gli atleti convocati tra cui i due atleti della Canottieri Napoli, Andrea Manzi e Giulio Iaccarino che saranno impegnati per un collegiale di allenamento condotto dallo staff tecnico azzurro.Doppie sedute di allenamento con alto chilometraggio, dai 20 ai 22 km al giorno, alternate a sedute di palestra e lavori a secco tutto in vista del  prossimo impegno internazionale che chiuderà la stagione del fondo l’ultima tappa di Coppa del Mondo FINA Marathon che si svolgerà il 9 novembre ad Abu Dhabi(Emirati Arabi)sulla distanza olimpica 10km.

De Laurentiis: "San Paolo, voglio avvicinare il pubblico al campo"

"Non è che ad ogni riunione decidiamo qualche cosa di nuovo. Insieme con il commissario delle Universiadi, alla Regione e al Comune stiamo verificando un cronoprogramma in modo da poter continuare a giocare al San Paolo e fornire per le Universiadi uno stadio all'altezza". Così, a margine del vertice sulle Universiadi, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis, intercettato da radio Marte. "Dovete smetterla di contrapporci al Comune. Noi facciamo parte del comitato attuativo sui lavori al San Paolo e garantiremo che non vengano chiusi interi settori durante la stagione. C'è un commissario straordinario, quello di prima (la Latella, ndr) non voleva prendere decisioni. Ora c'è un confronto intelligente per favorire il pubblico". 

San Paolo nuovo? "Gli accordi con il Comune sono in fieri. Se ci sarà accordo, il problema sarà come far diventare il San Paolo più bello di come è oggi. Le Universiadi rallentano il nostro progetto di due anni fa, in cui metteremo a disposizione 18 milioni per avvicinare le tribune al campo, perchè gli stadi sono fatti per giocare a calcio ma non per fare atletica. Noi siamo corretti, sono quelli che fanno la politica che non sono corretti. Lo Stato è sempre stato assente. Ad Italia '90 hanno rubato i soldi e hanno fatto gli stadi male. L'Italia deve essere in mano agli imprenditori, nessun politico ha mai capito l'Italia". Io in politica? "Non ci penso nemmeno, per carità. Io sono nato per fare l'imprenditore".

Insigne assente con l'Udinese? "Lui soffrirà a non giocare, è uno attaccato alla maglia, vorrebbe farsi in mille per i tifosi. E' il futuro capitano? Il Napoli ne ha tanti, Hamsik è quello istituzionale"

Ancelotti: "Insigne non ci sarà a Udine, priorità a chi ha riposato"

L'allenatore del Napoli Carlo Ancelotti in conferenza stampa ha presentato il match tra Udinese e Napoli di domani sera.

Le scelte di formazione saranno condizionate dalle sfide a PSG e Roma? "No, assolutamente no. La gara di domani è importante per ricominciare come avevamo lasciato. Vogliamo vincere come avevamo finito, bene. Priorità a domani. Vi do dei vantaggi, ci sono degli indisponibili, sono Luperto, Ounas e Insigne che non partiranno con la squadra".

Insigne out è una notizia, che problemi ha? "Non ha un problema grosso, ma è indisponibile, lavorerà in questi giorni per recuperarlo per mercoledì".

Allegri ha detto che devono vincere per mettere pressione al Napoli? "La pressione c'è, ma perché vogliamo migliorare e proseguire questa striscia. Non siamo però qui a fare calcoli o a guardare ad altri".

La priorità è vincere qualcosa col Napoli o ad allungare il contratto come svelato da ADL? "La priorità è restare competitivo su tutti i fronti, tutto il resto è secondario. Se ti trovi bene in un posto e gli altri si trovano bene con te tutto il resto viene di conseguenza, io mi trovo bene qui, così come con me il presidente, è un cammino iniziato da poco e può essere migliorare in futuro".

Sui play-off scudetto e la quarta sostituzione. "Sono dettagli, la Federazione deve prima trovare stabilità. Ne abbiamo parlato anche a Ginevra, il quarto cambio nei supplementari può essere giusto, nei regolamentari no".

Quali sono le insidie di Udine? "Le insidie sono le solite, le gare sono agevoli dopo, mai prima. Tutte hanno difficoltà. L'insidia è di non avere la capacità fisica e mentale per vincere, come ogni partita".

Quanto pesano le nazionali nelle tue valutazioni? "La priorità è per chi è stato qui, poi ci sono alcuni che hanno giocato domenica come Milik e Zielinski, ma si considerano anche i vantaggi. La priorità c'è a chi è rimasto, poi si valuta. Tranne il problema a Lorenzo gli altri hanno recuperato tutti, poi Ospina è arrivato ieri, Diawara s'è allenato oggi..."

Insigne recuperabile per Parigi? "Crediamo di sì".

Ci sono giocatori che possono crescere? "Certo, abbiamo cambiato delle cose, quindi c'è chi si adatta prima, chi dopo. Sono soddisfatto più o meno di tutti, ma ci sono alcuni che hanno notevoli margini di miglioramento".

Tutti i giocatori parlano di qualcosa di speciale trasmesso da lei, dopo il Liverpool credono di poter battere tutti. E' la mentalità che volevi trasferire? "Quelle partite ti aiutano a crescere più in fretta. Sono loro a scendere in campo, sono loro a prendere consapevolezza che arriva solo con grandi prove".

Hai portato tranquillità, la settimana di Juve-Napoli è stata tranquilla. "Da questo ambiente ricevo motivazioni, mi trovo a mio agio, c'è entusiasmo e passione ma sono i motivi per cui ho scelto questa città. Ho avuto conferme, anche sulla qualità della squadra, dalla voglia di crescere del club, la qualità del personale che c'è qui e la passione all'esterno".

Udinese col 4-4-1-1, potrebbe portarvi a cambiare qualcosa? "Ha un'identità precisa, si difende con ordine, riparte in contropiede, Lasagna è pericoloso in questo ma prepareremo una strategia adeguata".

Lei è anche un testimonial per la città attraverso le immagini sui social e le dichiarazioni? "Mi rende orgoglioso, anche perché sono uno del nord, ma mi piacerebbe avere la cittadinanza sudista. E' una città bellissima, dico solo quello che vedo. C'è il sole, stamattina facevamo il calcolo tra Londra, Parigi e Monaco e sembrava di stare indoor, al coperto".

Mertens che margini di crescita ha? "Pure lui, è uno degli ultimi che è arrivato, sta migliorando di condizione e mi aspetto continuità. Ha fatto ottimi periodi di partita, meglio quando è entrato, come Milik, ora mi aspetto che entrambi facciano meglio dall'inizio con continuità. Come gli altri".

A che punto è la metamorfosi di Hamsik da regista? "Compiuta. Non deve abituarsi, ma giocando migliorerà ancora perché mentalmente è sempre stato abituato ad inserirsi".

Sugli infortunati: "Ghoulam da dieci giorni si sta allenando al 90% in gruppo, deve solo abituarsi a giocare con gli altri ed a tentare i contrasti, Meret ha l'ok dal punto di vista medico, ha iniziato a fare le partitelle, farò le mie valutazioni a livello tecnico ma è una questione di adattamento ai tiri forti dopo 20 giorni di lavoro".

Barella ha qualcosa di Ancelotti? “E' più forte di Ancelotti giovane. E' la verità, è più dinamico, molto bravo. E' da grande squadra, da Napoli".

Mondiale volley femminile, Italia in finale

YOKOHAMA. L'Italia è in finale ai Mondiali femminili 2018 di pallavolo in corso di svolgimento in Giappone. Grande prova delle azzurre di Davide Mazzanti contro le campionesse olimpiche della Cina in semifinale. Vittoria sofferta per 3-2 al tie-break (25-18, 21-25, 25-16, 29-31, 17-15) e posto in finale domani contro la Serbia per giocarsi l'oro.

Dopo il cammino di 10 successi e 1 sola sconfitta le ragazze di Davide Mazzanti sono riuscite nell'impresa contro le campionesse olimpiche cinesi. Negli ultimi anni infatti la formazione asiatica, numero uno indiscussa del ranking internazionale, ha ottenuto una serie impressionante di risultati. A complimentarsi con le azzurre, via Twitter, è il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che si dice "emozionato per l'ennesima impresa dell'Italvolley femminile. "Grazie ragazze - scrive il numero uno del Coni - continuiamo a sognare!".

Per la nazionale tricolore quella di domani rappresenterà la seconda finale iridata della propria storia, la prima risale al 2002 quando le azzurre guidate da Bonitta salirono sul tetto del mondo. A distanza di quattro anni, inoltre, l’Italia si è presa la rivincita sulla Cina, che nel 2014 a Milano sbarrò la strada in semifinale alle azzurre. Per superare la formazione che negli ultimi anni ha dominato la scena mondiale, la nazionale italiana si è dovuta aggrappare oltre alle doti tecniche anche al grande cuore di questo gruppo.

Altro turnover a Udine: l'ex Karnezis è favorito su Ospina

E' pronto a sfidare la sua ex squadra Ortestis Karnezis. Il greco sarà titolare sabato sera contro l'Udinese, anche perchè David Ospina tornerà solo oggi e sosterrà con i compagni solo la rifinitura. Già dopo la prima sosta di campionato Ancelotti scelse il portiere greco, visto che il numero uno colombiano, per ovvie ragioni, è sempre l’ultimo dei nazionali a rientrare e con un bel po’ di jet lag da smaltire. Difficile, invece, la convocazione di Alex Meret. Su di lui la rosea spiega: è clinicamente recuperato ma non ancora al meglio delle condizioni.

Il buongiorno di Napoli e Psg: botta e risposta sui social

"Ci saremo!". Ha detto il Napoli al PSG tramite Twitter, parlando del prossimo match di Champions League. "Buongiorno", ha risposto il club francese, forse punzecchiando anche un po' gli avversari, utilizzando una GIF dell'ex azzurro Cavani. La replica degli azzurri è affidata a Carlo Ancelotti, intento a prendere il caffè: "Buongiorno a voi".
 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli