Martedì 19 Febbraio 2019 - 13:07

Eccellenza, l'Arzanese si prepara alla sfida contro il Savoia

MUGNANO. L’Arzanese si prepara alla difficile sfida casalinga contro il Savoia, sabato alle ore 14.30 al “Vallefuoco di Mugnano. La squadra di Cipoletta è ancora ultima in classifica con un solo punto. Peccato per una piazza così importante che fino a pochi anni fa era sui campi di Lega Pro. 

Domani sul "Roma" l'approfondimento nelle pagine sportive

Sarri: «Pensiamo solo al Palermo
Lo scudetto è sempre una bestemmia»

CASTELVOLTURNO. "È una partita difficile, troviamo una squadra che dopo l'ultima sosta ha trovato la quadra. In più si aggiunge la difficoltà dell'infrasettimanale che è sempre insidiosa. La squadra è forte, l'anno scorso ha fatto benissimo. Poi ha avuto qualche difficoltà e si è ripresa. C'è un allenatore di ottimo livello. Saranno un po' più freschi. Dopo la partita con la Danimarca loro hanno giocato di sabato. Ripeto non mi sembra molto giusto, ci vorrebbe una sensibilità diversa rispetto alle squadre italiane che sono in Europa", l'ha affermato Maurizio Sarri durante la presentazione di Napoli-Palermo in programma domani.

"Il nostro obiettivo? Non riesco a vedere a giovedì - ha detto ancora Sarri - ma solo alla partita con il Palermo. Se guardo indietro vedo una squadra che un mese fa era impoverita. Ecco, quindi, che non si possono fare dei pronostici. Quello che avevo da dire su Maradona l'ho già detto. È stato un idolo e lo rimarrà per sempre. Può dire ciò che cazzo vuole, io lo adoro sempre".

 "Come sta Higuaìn? Noi abbiamo diversi campioni ma il Pipita è un fuoriclasse. È molto sereno, scherza e ride in allenamento. È un ragazzo solare a differenza dell'immagine pubblica. Secondo me è anche un po' timido. Lo vedo molto bene. È un giocatore che ha fatto grandi cose esprimendosi all'80 90%. Può ancora migliorare", l'ha affermato Maurizio Sarri alla vigilia di Napoli-Palermo in programma domani al San Paolo.

"Cosa serve per la continuità di rendimento? Non avere cali mentali. Giocando ogni tre giorni è complicato. Scaricarne una e caricarne un'altra non è facile. Bisogna mantenere questo tipo di approccio a cominciare da domani sera contro il Palermo. È un'avversaria pericolosa con un paio di giocatori pericolosi. L'obiettivo è quello di entrare in campo con lo stesso livello di determinazione contro chiunque e su qualsiasi campo", ha detto ancora Sarri.

Eccellenza, parla Grimaldi del Savoia: «Siamo umili»

TORRE ANNUNZIATA. Il Savoia con la vittoria di sabato scorso contro il Gladiator, si porta a meno uno dalla capolista Herculaneum. La squadra di Grimaldi, dopo un inizio di stagione traballante, incomincia a girare per il verso giusto. Un attacco prolifico e una difesa solida sono i punti di forza di questa squadra che ha come obiettivo la vittoria del campionato, per accedere direttamente in Serie D. Ma Grimaldi resta ancora con i piedi per terra: «È ovvio che abbiamo meritato l’attuale classifica, dobbiamo continuare così ma è importante restare con i piedi per terra anche se dopo prestazioni del genere non puoi che guardare avanti in maniera positiva».

Domani sul "Roma" l'approfondimento nelle pagine sportive

Serie D, Turris: trasferta vietata ai tifosi corallini

Nel prossimo turno altra sfida ostica per i ragazzi di Di Maio che sfideranno il Francavilla in Sinni che occupa il quarto posto in classifica. Trasferta vietata agli ultras corallini, ritenuto dal Prefetto di Potenza su proposta del Questore, una partita da alti profili di rischio.
Quindi la Turris nel difficile match di domenica prossima non sarà supportata dai loro calorosi tifosi. Il Prefetto ha disposto il divieto di vendita dei biglietti ai residenti in Campania. Una batosta per una tifoseria che segue sempre la squadra.

Domani sul "Roma" l'approfondimento nelle pagine sportive

Serie D, Marotta: «Contro l'Agropoli non meritavamo di perdere»

Dopo quattro vittorie consecutive, la Frattese cade a Santa Maria di Castellabate contro un buon Agropoli. Il numero dieci della squadra di Liquidato, Mario Marotta: «Un 3-1 secondo me bugiardo, perché abbiamo sprecato molte occasioni. Potevamo pareggiare, ma la fortuna non era dalla nostra parte. Abbiamo sbagliato anche un rigore».

Domani sul "Roma" l'approfondimento nelle pagine sportive

Basket Napoli, Di Lorenzo: «La vittoria
di Scauri ci aiuterà a crescere»

NAPOLI. Coach Giampaolo Di Lorenzo dell'Azzurro Napoli riprenderà coi suoi domani mattina gli allenamenti in vista del prossimo match di domenica prossima contro il Basket Isernia: «Contro Scauri abbiamo giocato molto bene, soprattutto in attacco. Questa vittoria ottenuta contro una formazione importante e su un campo molto difficile, ci dà maggiore fiducia ed energia per il prosieguo del campionato: ci aspetteranno altre prove difficili e avversari ostici, ma con questo atteggiamento possiamo andare molto lontano, grazie al lavoro quotidiano e all'impegno di tutti».

Eccellenza, San Giorgio: l'esordiente Corace regala il pareggio ai granata

SAN GIORGIO A CREMANO. Il San Giorgio spreca altri due punti dopo quelli di Mondragone, questa volta sul terreno di casa contro lo Stasia e manca l´aggancio con l´alta classifica. Partita combattuta e molto sentita, specie dagli ex in maglia granata, che il San Giorgio non ha saputo chiudere una volta sbloccato il risultato dagli undici metri. Imprecisione, precipitazione e tanta sfortuna, due pali e una traversa, hanno impedito alla squadra di casa il ritorno alla vittoria. Sarnataro recupera gli infortunati di lunga decenza, Russo, Manco e Corace e proprio con quest´ultimo, entrato nella ripresa al posto di Caccia, evita la sconfitta sul filo di lana. Al 17´ triangolazione sulla sinistra dell´area Arenella-Scippa-Barone, la conclusione del fantasista granata passa di poco a lato del secondo palo. Al 20´ il San Giorgio sfiora il vantaggio con Scippa su azione d´angolo. Un minuto dopo l´arbitro sorvola su un netto fallo da rigore nell´area piccola su Nucci e dopo un solo giro di orologio rimedia accordando, giustamente, la massima punizione che Nucci trasforma con forza per una spinta in area ai danni di Scippa. Sbloccato il risultato sembra che la partita si metta in discesa per la squadra di casa che stenta a chiudere la partita. Al 24´ ripartenza di Micalizzi e conclusione da fuori area con palla di poco a lato. E´ il campanello di allarma del pareggio che arriverà al 40´: fallo su Gioielli nella trequarti di campo sangiorgese, la punizione dello stesso numero 10 batte l´esordiente Russo vanamente proteso a fil di palo. In chiusura di tempo succede di peggio: buco di Di Tommaso sulla sinistra dell´area, Caccia cerca di rimediare ma commette fallo su Cozzolino; ammonizione per il capitano e rigore che Gioielli trasforma con potenza alla sinistra del portiere. Al ritorno in campo Sarnataro lascia nello spogliatoio Caccia e fa esordire Corace sulla fascia sinistra spostando Puccinelli al centro della difesa a far coppia con Aliperti. Il copione della partita non cambia: sono sempre i ragazzi di Sarnataro a fare la partita e quella di Sacco a gestire il risultato con ripartenze improvvise. Al 13´ Aliperti dalla destra crossa per Nucci nell´area piccola, la traversa dice di no al colpo di testa del numero undici. Un minuto dopo è il palo a negare al San Giorgio il meritato pareggio con un fendente dalla sinistra di Corace. I padroni di casa non lasciano il pallino del gioco e continuano a fare al partita peccando però di precisione in tante occasioni. Al 20´ gran tiro di Vitagliano dai 20 metri, Parisi risponde con una prodezza in angolo con i pugni. Due minuti e sono gli ospiti a presentarsi con Gioielli dalla distanza; questa volta è Russo a volare a pugni uniti e allontanare la palla. Al 27´ avviene tutto nell´area piccola di Parisi: Scippa di testa serve sulla destra Manco che mette al centro a un passo della porta, nella mischia la difesa allontana con affanno. Ancora il tempo per una prodezza di Pisano su fiondata di Viagliano da fuori area. Al 42´ Scippa di testa mette sul secondo palo per Barone ad un passo dalla porta, lo stesso palo di prima dice ancora no al San Giorgio. Al 90´ arriva il sospirato e meritato pareggio per gli uomini di Sarnataro: lungo lancio di Arenella per Corace davanti alla porta, l´esordiente in campionato vola di testa mette alle spalle di Parisi. Tripudio in campo e in panchina ma tanto rammarico per i due punti buttati ancora una volta.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

SAN GIORGIO: Russo 6, Fontanarosa 6, Di Tommaso 6, Caccia 6 (1´st Corace 6,5), Aliperta 6,5 Vitagliano 6,5, Puccinelli 6,5 (24´st Manzo 6), Arenella 6 (46´ Silvestro sv), Scippa 6,5, Barone 6,5, Nucci 6,5. Non entrati: Atteo, Pane, Cinque, Frascogna. Allenatore, S. Sarnataro 6

STASIA: Parisi 7, Lo Savio 6 (16´st Padovani 6), Gioannelli 6,5, Loiacono 6,5, Cuomo 6,5, Tufo 6, Micalizzi 6 (30´st De Chiara sv), Sansone 6,5, Cozzolino 6, Gioielli 7, Esposito 6 (15´st Mormone 6). Non entrati: De Pede, Visone, Ciabatta, Rullo. Allenatore, M. Sacco 6

ARBITRO: Crescenzi di Napoli 6; assistenti: Scarfati di Castellammare e Savino di Napoli

RETI: 22´pt Nucci rigore, 40´pt e 45´pt rigore Gioielli, 45´st Corace

NOTE: spettatori 300 circa con discreta rappresentanza ospite; ammonizioni: Caccia, Arenella, Parisi, Cuomo, Sansone, Padovani; angoli 10-2; recupero 1´pt, 5´st

Eccellenza, San Tommaso: pareggio tra le polemiche al "Gino Salvetti"

CASOLA. Ieri contro il Sorrento Calcio, fanalino di coda, il San Tommaso non riesce a conquistare la prima vittoria esterna. Termina 2-2. I grifoni passano in vantaggio dopo pochi minuti con Giannattasio, ma subiscono inaspettatamente le reti di Marano (ennesimo rigore contro in trasferta) e Shullazi, nazionale under 19 dell’Albania. Solo un calcio di rigore di Di Maio nella ripresa salva il San Tommaso da una clamorosa sconfitta. Mister Silvestro si affida questa volta a un 4-4-2. Rispetto alla gara con la Palmese ci sono a centrocampo le novità Florese, schierato sulla sinistra, e Colella, che sostituisce lo squalificato Porcaro. In avanti dal primo minuto c’è Giannattasio al fianco di Piscitelli. I grifoni partono bene e dopo appena due minuti è Schioppa ad avere una ghiotta opportunità di testa su calcio d’angolo di Piscitelli, ma la palla termina di poco alto. Al 6’ arriva la rete del vantaggio: Ripoli conquista palla su un errore difensivo di Perrino e serve l’accorrente Giannattasio che solo davanti al portiere non sbaglia. Successivamente il San Tommaso continua a pressare ancora con Ripoli ma sul suo cross non c’è nessuno appostato sul secondo palo. Il Sorrento Calcio, che fino a quel momento non si era mai reso pericoloso, comincia a farsi vedere e far male. Al 25’ i sorrentini conquistano un rigore per un fallo in area di Giannino su Albano. Sul dischetto si presenta Marano, Formisano intuisce ma non basta è l’1-1. Alla mezz’ora è Di Maio a provarci su calcio piazzato ma la palla termina alta. I padroni di casa, galvanizzati dall’inatteso pari, trovano anche il raddoppi con un gol in mischia del difensore Shullazi su una punizione battuta da Marano. Nell’occasione non è impeccabile la fase difensiva del San Tommaso. Il primo tempo termina con la squadra di Rocco in vantaggio 2-1. Nella ripresa non c’è Florese, sostituito da Tucci. Il San Tommaso passa a un 4-2-3-1, con il nuovo entrato, Ripoli e Piscitelli dietro Giannattasio. Il Sorrento si dimostra ancora una volta non impeccabile dietro e al 10’ è questa volta il San Tommaso ad usufruire di un rigore grazie ad una ingenuità di Shullazi che atterra Giannattasio di spalle alla porte. Dagli undici metri Di Maio batte con freddezza e con un potente tiro Imbimbo. Nonostante il pari, i ragazzi di Silvestro continuano a soffrire la grinta dei locali che al 21’ reclamano un rigore per fallo di Tornatore su Negozio e poi sfiorano la terza rete al 23’ con un tiro sottomisura di Albano ma Formisano è bravo a chiudere lo specchio della porta. Le squadre si allungano e ci sono molti errori da una parte e dall’altra. Ci prova Maggino, subentrato al posto di Piscitelli, a creare qualche pericolo in avanti ma la retroguardia del Sorrento non fa più regali e chiude gli spazi. Nel finale Silvestro si gioca anche la carta Saveriano ma non succede più nulla. Al triplice fischio entrambe le squadre conquistano un punto, il primo in trasferta per capitan Giannino e compagni. Nonostante il pari e una prestazione convincente si è dimesso il tecnico Dario Rocco.

IL TABELLINO DELLA PARTITA:

Sorrento Calcio: Imbimbo, Shullazi, Genovose (21’ st Direttore), Vacca (18’ st Negozio), Perrino, Nicoletta,Angeletti, Marano, Albano, Musto, Spina. A disp: Feo, Cimmino, Parisi, Moscaritolo, Negozio. All.: Rocco.

San Tommaso: Formisano, Tornatore, Zimbardi, Di Maio, Giannino, Schioppa, Florese (1’ st Tucci), Colella, Giannattasio (40’st Saveriano), Piscitelli (22’ st Meggino), Ripoli. A disp.:Rizzo, Di Paola, Pasquale, Di Gianni. All.: Silvestro

Marcatori: 6’ pt Giannattasio (ST), 25’ st Marano (rig.) (SO), 34’pt Shullazi (SO), 10’ st Di Maio (rig.) (ST)

Arbitro: Nunziata di Torre Annunziata.

Ammoniti: Giannino (ST), Schioppa (ST), Tornatore (ST), Genovese (SO), Nicoletta(SO)

Espulso: mister Rocco (So) al 20’pt

Note: si è giocato allo stadio “Gino Salvetti” di Casola di Napoli. Spettatori circa settanta.

Eccellenza, la Sibilla vince e sogna i play off

MONTE DI PROCIDA. Vittoria doveva essere e vittoria è stata, domenica per la squadra di De Michele. Dopo due sconfitte consecutive la Sibilla torna a far punti e lo fa in maniera convincente contro l’Arzanese. Mister De Michele deve inventarsi una formazione inedita a causa delle assenze di Punziano, Masturzo e Avolio. In avanti c’è spazio per Del Gaudio dal primo minuto mentre Solano viene tenuto inizialmente in panchina. Pronti via e subito i padroni di casa provano a sbloccare il risultato. Al 13’ è Palumbo a rendersi protagonista siglando la rete dell’1 a 0 con un gol di piatto. Lo stesso Palombo sale nuovamente in cattedra al 18’ firmando il raddoppio su preciso suggerimento di Lepre dalla destra. A questo punto la gara sembra tutta in discesa ma una disattenzione difensiva al 33’ consente all’Arzanese di accorciare le distanze con Matrullo.
Nella ripresa mister De Michele inserisce Solano al posto di Del Gaudio e proprio il nuovo entrato fallisce una ghiottissima occasione per mettere a segno il terzo gol. La squadra di casa è padrona del campo ma risulta imprecisa sotto porta per cui per mettere al sicuro il risultato bisogna attendere lo scadere quando Florio è abilissimo a ribadire in rete una corta respinta di Bianco.
Tre punti importanti che muovono la classifica e ridanno morale alla squadra.

IL TABELLINO DELLA PARTITA

SIBILLA SOCCER: Sawa, Riccio, Simioli, Cicatiello, D’Abronzo, Lenci, Lepre (30° st Guadagnuolo), Cascella (18° st Farina), Del Gaudio (13° st Solano), Florio, Palumbo. A disp. Guardascione, Capolupo, Dottorini, Sansò. All. De Michele

ARZANESE: Bianco, Addeo, Criscito, Vallefuoco, Peluso, Procentese, Matrullo, Chianese (43° st Acampora), Crispino (10° st Amato), Rossi, Autieri (22° st Cirelli). A disp. Della Gatta, Rupa, Martino, Canditone. All. Cipolletta

ARBITRO: Di Nosse di Nocera Inferiore

RETI: 13° pt Palumbo, 18° pt Palumbo, 33° pt Matrullo, 42° st Florio

Note: espulso al 20° st Criscito (A) per doppia ammonizione. Ammoniti: Cicatiello e D’Abronzo (SS); Procentese e Chianese (A).

 

Ancora una medaglia per la famiglia Saraiello e la Napoli Boxe

Seconda medaglia nel giro di una settimana per la famiglia Saraiello. Angela, la sorella maggiore, prima di cinque figli, ha conquistato a Spoleto l’argento nella competizione nazionale a squadre per regioni. Un successo importante, che segue di pochi giorni il titolo italiano della categoria Schoolboys ottenuto dal fratello quattordicenne Davide, che gli è valso anche la convocazione per i campionati europei di categoria che si svolgeranno in Russia a novembre. È l’ennesimo successo conquistato dalla Napoliboxe di Lino Silvestri, la prima società cittadina nel pugilato, dove si allena tutta la famiglia Saraiello, un gruppo di giovani che sta dimostrando di avere il DNA dei campioni.

“Non può che essere una grande gioia questa medaglia d’argento – spiega Lino Silvestri -. Angela, insieme alle compagne della selezione femminile della Campania, ha mostrato grandi doti e questo argento è la giusta ricompensa. Due medaglie in famiglia in una sola settimana sono un risultato storico e sono certo che questi ragazzi ci regaleranno ancora grandi soddisfazioni”.

Intanto la Napoliboxe è pronta per organizzare i campionati italiani juniores, in programma a Napoli nel prossimo fine settimana.

 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno