Mercoledì 26 Settembre 2018 - 0:08

Higuaìn si allena
anche nel giorno di riposo

NAPOLI. Gonzalo Higuaìn è tornato carico dalla Turchia. L'attaccante, dopo aver segnato in Europa League, in mattinata si è allenato nonostante il giorno di riposo. Con lui anche il portiere Rafael. Lunedì il Pipita non ci sarà contro il Sassuolo perché squalificato. Rafael dovrebbe tornare titolare in campionato ma non è sicuro. 

Il Napoli travolge il Trabzonspor
con un poker di reti

TREBISONDA. È stato facile per il Napoli battere il Trabzonspor nella sfida d'andata dei sedicesimi di finale di Europa League. Gli azzurri hanno chiuso la partita in 26 minuti con i gol di Henrique, Higuaìn e Gabbiadini. Nella ripresa Mertens ha sbagliato un rigore ma a tempo scaduto Duvan Zapata ha siglato il 4-0. Adesso il ritorno di giovedì prossimo è solo una formalità.

 Trabzonspor-NAPOLI 0-4

Trabzonspor (4-3-3): Ankan 5, Atik 5 (46' st Dursun sv), Demir 5, Bosingwa 5, Dogan 5, Aydogdu 5 (39' st Yavru sv), Medjani 4, Hurmaci 5 (46' st Nizam sv), Yilmaz 4,5, Cardozo 5,5, Zengin 5. (13 Demir, 38 Dursun). All.: Yanal 5.

Napoli (4-2-3-1): Andujar 6, Henrique 6.5, Albiol 6,5, Koulibaly 6.5, Ghoulam 6, Gargano 7 (1' st David Lopez 6), Inler 6, Gabbiadini 7.5, De Guzman 5,5 (25' st Callejon 6), Mertens 5.5, Higuain 7.5 (35' st Zapata 6.5). (1 Rafael, 5 Britos, 11 Maggio, 17 Hamsik). All.: Benitez 7.

Arbitro: Bezborodov (Russia) 6.

Reti: nel pt 5' Henrique, 19' Higuain, 26' Gabbiadini; nel st 46' Zapata

Angoli: 6-5 per il Napoli. Recupero: 0' e 2'. Ammoniti: Atik e Demir per gioco scorretto; Inler per comportamento non regolamentare. Note: Mertens (39' st) ha tirato fuori un calcio di rigore. Spettatori: 25 mila.

5' pt: su azione da calcio d'angolo c'è un rimpallo in mezzo all'area di rigore. La palla finisce a Koulibaly che tira sul portiere. Il rimpallo finisce sulla testa di Henrique che spedisce il pallone in rete a pallonetto. - 19' pt: contropiede del Napoli che parte dal centrocampo. De Guzman serve Gabbiadini il quale si infila nella difesa avversaria, entra in area di rigore e serve dalla parte opposta Higuain. Il Pipita appoggia in rete da un passo. - 26' pt: lancio di Albiol in profondità per Gabbiadini che in mezzo a due avversari si porta avanti la palla con un colpo di tacco ed insacca con un rasoterra sull'uscita di Ankan. - 46' st: azione sul fronte destro d'attacco del Napoli. Un tiro di Callejon viene deviato e Zapata, davanti alla porta, non ha difficoltà a spedire il pallone in rete. 

 

LE INTERVISTE

HIGUAÌN: "Abbiamo affrontato la partita con la giusta mentalità, sempre concentrati per 90 minuti. I miei gol? Penso a fare bene gara dopo gara. Vincere l'Europa League sarebbe troppo importante per noi, per Napoli e per noi giocatori. Ora pensiamo alla prossima sfida contro il Sassuolo. Io non ci sarò essendo squalificato, sarà l'occasione di riposarmi in vista della sfida del ritorno. Vogliamo toglierci grandi soddisfazioni. Il 4-0 è un ottimo risultato, ma non dobbiamo commettere errori di concentrazione. Ci teniamo a fare bene, vogliamo arrivare lontano"

I RISULTATI DELL'ANDATA DEI SEDICESIMI

AALBOLG-CLUB BRUGGE 1-3 (25' Oulare, 29' Refaelov, 61' aut. Petersen, 71' Helenius (rig.) )

 DNIPRO-OLIMPIACOS 2-0 (50' Kankava, 54' Rotan)

 PSV-ZENIT 0-1 (64' Hulk)

 ROMA-FEYENOORD 1-1 (22' Gervinho, 55' Kazim-Richards)

 TORINO-ATHLETIC BILBAO 2-2 (9' Williams, 18' Maxi Lopez, 42' Maxi Lopez, 73' Gurpegi)

 TRABZONSPOR-NAPOLI 0-4 (6' Henrique, 20' Higuain, 27' Gabbiadini, 90+2' Zapata)

 WOLFSBURG-SPORTING 2-0 (46' Dost, 63' Dost)

 YOUNG BOYS-EVERTON 1-4 (10' Hoarau, 24' Lukaku, 28' Coleman, 34' Lukaku, 58' Lukaku)

 AJAX-LEGIA VARSAVIA 1-0 (35' Milik)

 ANDERLECHT-DINAMO MOSCA 0-0

 CELTIC-INTER 3-3 (4' Shaqiri, 13' Palacio, 24' Armstrong, 25' aut. Campagnaro, 45' Palacio, 90+3' Guidetti)

 GUINGAMP-DINAMO KIEV 2-1 (19' Veloso, 72' Beauvue, 75' Diallo)

 LIVERPOOL-BESIKTAS 1-0 (85' Balotelli (rig.) )

 SIVIGLIA-MONCHENGLADBACH 1-0 (70' Iborra)

 TOTTENHAM-FIORENTINA 1-1 (6' Soldado, 36' Basanta)

 VILLARREAL-SALISBURGO 2-1 (32' Uche, 48' Soriano (rig.), 54' Cheryshev)

Avellino, a Livorno servirà una grande prova

Avellino. Sarà di sicuro grande spettacolo a Livorno. Nel ‘lunch match’ di domenica, fischio d’inizio ore 12:30, gli irpini affronteranno da quarti in classifica la terza che, sul proprio campo, festeggerà i 100 anni del club. Sono previsti circa 12.000 tifosi di casa che con un revival degli anni trascorsi, preparerà una grande festa. Ma gli irpini logicamente non sono disposti a fare l’agnello sacrificale. Rastelli ha tutta la rosa a disposizione, sarà disponibile anche Schiavon. Il tecnico degli irpini dovrà a questo punto scegliere chi farà parte dell’undici titolare e, soprattutto, dovrà scegliere il modulo che affronterà gli amaranto.

Azzurro Napoli, c'è il rischio di un punto di penalizzazione

NAPOLI. La squadra della Givova Flor do Cafè, dopo il test-amichevole di mercoledì pomeriggio sostenuto al PalaCasoria, con la Givova Scafati, prosegue gli allenamenti nella struttura del comune ai confini con la citta’ di Napoli, in vista della prossima trasferta di campionato in A2 Gold nell’ambito del 23° turno, sul parquet di Trieste, di domenica pomeriggio alle 18, contro il team locale biancorosso di coach Dalmasson del giovane emergente Tonut, del contestato e in odore di taglio, Holloway e dei vari Grayson, Carra, Prandin, Candussi e Coronica, formazione ancora in piena lotta per conquistare un posto nei prossimi playoff. La Givova Flor do Cafè, è invece al penultimo posto della classifica, ma ancora a soli quattro punti dalla zona playoff e attende, con interesse e trepidazione, anche le decisioni del prossimo consiglio federale della Fip, che domani, potrebbe assegnarle un punto di penalizzazione, dopo il forfait di dieci giorni or sono, sul parquet di Barcellona Pozzo di Gotto.

Juve Stabia, La Camera:«Dobbiamo subito ripartire»

CASTELLAMMARE DI STABIA. La Juve Stabia è obbligata a ripartire. Non gira intorno al diktat globale gialloblù Giovanni La Camera, uno che di bagarre promozione e salvezza se ne intende tra le esperienze al Benevento in Lega Pro e al Cittadella in serie B. E tre pareggi consecutivi son davvero troppi per chi ambisce ad un traguardo di prestigio. «Le ultime tre partite sono state particolarissime per le differenti dinamiche - spiega il centrocampista gialloblù -, a Reggio Calabria abbiamo ad esempio sbagliato l’approccio in avvio migliorando solo nella ripresa. Sulla carta avremmo potuto sia vincere che perdere anche se le occasioni migliori sono capitate ai nostri avversari. Il trend recente ci ha allontanati dalla vetta in maniera abbastanza netta, ora dobbiamo assolutamente ripartire per non perdere ulteriore terreno». Anche perché le vespe si sono ritrovate in piena bagarre Play-Off. 

Lunedì Napoli-Sassuolo
arbitra Massa di Imperia

NAPOLI. Sarà Massa di Imperia l'arbitro che lunedì alle 19 dirigerà Napoli-Sassuolo al San Paolo

 

Cagliari-Inter: Mazzoleni
Empoli-Chievo: Tagliavento
Fiorentina-Torino: Guida
Verona-Roma: Gervasoni
Juventus-Atalanta: Irrati
Lazio-Palermo: Di Bello
Milan-Cesena: Tommasi
Napoli-Sassuolo: Massa
Parma-Udinese: Cervellera
Sampdoria-Genoa: Rocchi

Benitez: «Attenti al Trabzonspor»
Cambia l'arbitro: è russo

TREBISONDA«Una partita alla volta, fare un risultato positivo domani ci aiuterà sicuro nel nostro cammino, altrimenti dovremo fare un doppio sforzo al ritorno. Non sarà facile, loro sono molto aggressivi ed hanno velocità, con 2-3 giocatori molto bravi. Hanno perso qualche giocatore, ma hanno intensità. C'è Medjani che ha giocato col Liverpool e conosce come lavoriamo noi. Hanno intensità e mentalità», Rafa Benitez invita il Napoli ad andarci cauto nella sfida contro il Trabzonspor in programma domani. La gara valida per i sedicesimi di finale di andata è fondamentale per passare il turno. 

Benitez ha parlato anche della rabbia vista nel post Palermo. «Ero arrabbiato - ha ammesso il tecnico spagnolo - ma venivamo da una lunga striscia. Abbiamo fatto tante cose positive che si dimenticano per un risultato. Abbiamo fatto degli errori ed abbiamo pagato per questo, ma ora siamo concentrati sulla prossima per migliorare. Andujar? Avevamo già deciso, dopo il lavoro che fa ogni giorno è giusto dargli fiducia in qualche partita e domani giocherà lui. Lavezzi? Lui non è tesserato per domani (ride, ndr). E' un bravo giocatore, ma è presto per parlare di queste cose. Sì, noi cresciamo e tutti possono vederlo da fuori, ma pensiamo al Trabzonspor».

Intanto l'Uefa ha cambiato il direttore di gara. Un russo al posto del portoghese Sosa. 

Lavezzi: «Se torno
in Italia viene
prima il Napoli»

NAPOLI. Ezequiel Lavezzi manda messaggi d'amore al Napoli. E soprattutto a De Laurentiis. Su una precisa domanda di Sky, il Pocho ha fatto sapere ancora una volta che tornerebbe volentieri in azzurro. Ma i matrimoni si fanno in due. «Io gioco a calcio e se a giugno lo farò al Psg o altrove, non lo so - ha detto l'argentino -. Vedremo a fine stagione cosa succederà. In Italia solo al Napoli? Come ho sempre detto, l'Italia è un paese a cui tengo tanto, ho vissuto tanti anni lì e mi piace tutto dell'Italia. La prima scelta sarebbe sempre Napoli ma non riguarda solo me, la società mi deve volere. Se non sarà così, potrei andare in un altro posto. Mi piace tutta l'Italia. Ora comunque sono al Psg, sono felice, poi a fine anno si vedrà».

Le giovani spadaccine del Club Loyola trionfano a Foligno

SANTA MARIA CAPUA VETERE. A conclusione della prima prova delle due giornate di gare a Foligno dove si è svolta il Grand Prix "Kinder +Sport" di spada under 14 a squadre le atlete del club Scherma Loyola di Santa Maria Capua Vetere si sono aggiudicate il gradino più alto sul podio portando a casa così il titolo di campionesse italiane. Il Gran Prix si è svolto sabato e nella seconda prova di giornata di spada femminile per la categoria Bambine-Giovanissime a vincere è sto il quartetto del Club Scherma Loyola 2° composta da Ada Signore, Sveva Di Tella, Bianca Salzano ed Annachiara Zarzaca.

La squadra campana si è aggiudicata, col punteggio di 35-34, l'assalto finale contro il terzetto della dell'Ass.Scherma Pro Vercelli, in pedana con le atlete Emma Bellotti, Gaia Bourbon e Sofia Grigolon. Le Furie Rosse Loyola hanno avuto la meglio in un assalto al cardiopalma portando a casa il titolo nazionale, dopo aver eliminato nella semifinale la squadra delle Fiamme Oro, composta da Matilde Ascani Lavinia Berardelli e Silvia Tancredi, prime nel ranking e dopo aver sconfitto la squadra C-N. Posillipo Napoli composta da Alessand Alagrande, Gaia Leonelli, Alessandra Turchio e Giuseppina Saviani e prima ancora la squadra del club scherma di Orvieto.

Le quattro atlete campane hanno mantenuto una promessa fatta l'anno scorso al loro amatissimo Willy Loyola, il maestro cubano adottato dalla città di Santa Maria Capua Vetere, di ritornare a Foligno solo per portare a casa il titolo nazionale. Le quattro spadaccine hanno formato una squadra mista di giovanissime e una bambina e in pedana sono state imbattibili conquistando così il rispetto anche degli avversari. Felicissimo il maestro che dedica alla città di Santa Maria Capua Vetere questo importante successo ottenuto sulle pedane di tutta l'Italia.

 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno