Martedì 18 Dicembre 2018 - 19:18

Torna a Napoli "Dai un calcio ai pregiudizi"

Dal 7 al 9 dicembre dalle 9,30 si terrà il II Torneo Interculturale di calcetto “Dai un calcio ai pregiudizi” organizzato dall’Associazione Funiculà in collaborazione con Anpis Campania, Associazione Napolinmente e Caravaggio Sporting Village che gentilmente offre la disponibilità della struttura per i tre giorni di eventi. L’iniziativa, che è realizzata col supporto dell’assessorato alle politiche sociali del Comune di Napoli e patrocinato dalla Regione Campania e dal Consigliere pari opportunità della Città Metropolitana, vedrà impegnate dieci formazioni che i contenderanno il trofeo. Alla competizione sportiva parteciperanno le formazioni di Area Nuova, Mercurio d’oro, Esculapio onlus, Arci Napoli, Alchimia, Anpis Lazio, Dedalus Caravaggio, Sporting Funiculà e la squadra dell’Ordine dei giornalisti della Campania. Il torneo, che vanta anche il “bollino” di iniziativa contro la camorra, condanna ogni forma di violenza, discriminazione e pregiudizio. Lo scorso anno è stato vinto dalla formazione dei giovani migranti richiedenti asilo che nella passata edizione hanno avuto la meglio in finale sulla compagine dei vigili del fuoco di Napoli.

Dall'America's Cup alle Universiadi: laureati del Suor Orsola al lavoro per il nuovo evento sportivo della città di Napoli

Dall’America’s Cup alle Universiadi. Ancora una volta c’è un team di laureati eccellenti dell’Università Suor Orsola Benincasa al lavoro per un grande evento sportivo della città di Napoli. Dalla comunicazione al management, dall’interpretariato alle relazioni istituzionali l’Agenzia Regionale per le Universiadi 2019 ha investito sulle competenze di molti giovani neolaureati del Suor Orsola. Ci sono quattro comunicatori (Lorenzo Girasole, Anna Improta, Rocco Maria Landolfi, Riccardo Nicotra), due giuristi (Paola Del Giudice e Marco Vitale), una laureata in lingue moderne per la comunicazione e la cooperazione internazionale (Claudia Moriello) ed un’esperta di Progettazione e gestione del turismo (Federica Petrucci ) nel team di otto studenti dell’Università Suor Orsola Benincasa già al lavoro alla Mostra d’Oltremare negli uffici dell’Agenzia Regionale per le Universiadi.
 
Il programma dei Job Days: 5-6 Dicembre al Suor Orsola
I giovani laureati del team Universiadi 2019 saranno tra i protagonisti del consueto appuntamento annuale dell’Università Suor Orsola Benincasa con i “Job Days” che si svolgeranno il 5 e il 6 Dicembre nella sede centrale al Corso Vittorio Emanuele dell’Ateneo napoletano. Due giornate con le grandi aziende italiane (da Unicredit a Generali) che faranno colloqui di selezione del personale all’interno dell’Università incontrando i migliori laureati del Suor Orsola selezionati dall’Ufficio di Job Placement dell’Ateneo che cura individualmente il percorso post laurea di ogni laureato. Nella prima giornata dei Job Days (mercoledì 5 Dicembre dalle 9 alle 18) ci sarà anche un fitto programma di workshop di orientamento professionale di formazione all’autoimprenditorialità, organizzati in collaborazione con Manageritalia e  finalizzati alla preparazione ai colloqui con le aziende e allo sviluppo delle specifiche competenze per il lancio di start up.

Vela, rinviata al 16 dicembre la Coppa Aloj

L’edizione 2018 della Coppa Giuseppina Aloj, terzo appuntamento del 48° Campionato Invernale di vela d’altura del Golfo di Napoli, domenica scorsa non è stata disputata per assenza di vento. Il grecale è arrivato troppo debole sul campo di regata, costringendo il Comitato di Regata presieduto da Luciano Cosentino a sospendere la prova. Il trofeo messo in palio dal RYCC Savoia sarà recuperato domenica 16 dicembre 2018. Quel giorno, il CdR darà lo start della Coppa Camardella alle ore 10.00, quarta tappa del Campionato organizzata dal Circolo Canottieri Napoli, quindi proverà ad assegnare anche la Coppa Aloj.

Giorno di riposo per il Napoli: domani riprendono gli allenamenti

Giorno di riposo per il Napoli dopo la vittoria contro l'Atalanta a Bergamo. Niente allenamento a Castel Volturno per la truppa azzurra. Ancelotti ha decisiso di far riposare la squadra. La preparazione riprenderà domani pomeriggio in vista della sfida interna contro il Frosinone. 

Insigne: "Facciamo il nostro, non guardiamo la Juventus"

Lorenzo Insigne ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Italia al termine della gara vinta contro l'Atalanta: "Abbiamo fatto una grande partita soprattutto in fase difensiva, abbiamo preso gol ma abbiamo reagito subito, era difficile venire qua e giocare tranquilli, due settimane fa loro hanno messi in difficoltà l’Inter, abbiamo visto e rivisto quella partita e siamo stati bravi. La cosa positiva è che abbiamo grandi campioni in panchina che ci permettono di agguantare queste vittorie e avvicinarci alla Juve, oggi senza Milik non avremmo vinto, per lo Scudetto sarà dura ma ci proveremo fino alla fine. Questa sera abbiamo messo tutto: cuore, grinta e gambe, volevamo la vittoria a tutti costi, abbiamo dimostrato di saper soffrire, però dobbiamo migliorare in contropiede perché abbiamo sbagliato tanto.

Sui cori? Sapevo che oggi mi avrebbero bersagliato, ma io penso solo a giocare.

In pochissimo tempo e senza subire scossoni siete passati dal calcio di Sarri a quello di Ancelotti, di chi è il merito di questo cambio repentino? Di tutti, il mister ha messo a disposizione la sua esperienza, noi comunque siamo in gruppo che lavora insieme da tanti anni, ci conosciamo a memoria, abbiamo solo cambiato il modo di giocare. Devo dire che Josè, Fabian, Zielinski stanno facendo ruoli diversi ma ci stanno dando sempre una grande mano, il segno che diamo tutto il massimo.

Sullo scontro con Berisha? Volevo anticiparlo ma sono scivolato, l’ho presa un po’ male, ho preso anche una grande botta ma passerà, non fa nulla che non ho fatto gol, l‘importante è vincere.

Ora pensiamo solo al Frosinone, per affrontare il Liverpool non servono stimoli, perché vengono da sé, non vogliamo ripetere l’errore fatto col Chievo, vogliamo dimostrare ai nostri tifosi che quello di domenica scorsa è stato solo un incidente di percorso".

Ancelotti: "Abbiamo vinto con maturità e senza strafare"

Carlo Ancelotti, allenatore del Napoli, dopo la vittoria contro l'Atalanta è intervenuto ai microfoni di Sky Sport: "L'Atalanta gioca molto bene, con un calcio dinamico e aggressiva. Abbiamo giocato una partita leggermente diversa da quello che volevamo. Abbiamo segnato presto e così siamo arretrati troppo dopo la rete, ma le occasioni ci sono state in contropiede. L'Atalanta ha provato a pareggiare e forse l'aveva anche meritato, ma dopo il loro gol c'è stata un'altra partita. L'energia spesa per il pareggio dall'Atalanta ci ha permesso di far male alla fine".

Che bella risposta di Milik. "Tutti quelli che sono entrati hanno dato vivacità e dinamismo. Il gol è molto importante. Milik non ha giocato con continuità, ma è rimasto sempre motivato e concentrato, si merita questo gol".

Sull'atteggiamento: "Quando c'è da attaccare si attacca, quando c'è da difendere si difende. Il primo tempo l'abbiamo fatto bene, anche se abbiamo arretrato gli esterni di centrocampo, cosa che non è abituale per noi. Colpa del gol di vantaggio e della spinta dei loro esterni, abbiamo dovuto tenere un atteggiamento più prudente. Non è sempre possibile giocare il calcio champagne perché ci sono gli avversari, stasera troppo forti per noi. E' stato un segno di maturità da parte nostra".

Sul clima dei tifosi: "Il pubblico di Bergamo ha dato dimostrazione di maturità, ha creato un bel clima, di grande civiltà. Questo deve essere il calcio: una festa di sport, in cui c'è un vincitore e un vinto. E' stata una bellissima serata per tutti, anche per i tifosi dell'Atalanta che saranno sì dispiaciuti per la sconfitta, ma contenti per l'atteggiamento della sua squadra. C'è stato un segnale di come dovrebbe essere una serata di sport dentro e fuori dal campo".

Su Juventus-Inter di venerdì prossimo: "Sarà una bellissima partita, tra due grandi squadre".

Milik entra e segna: il Napoli vince con l'Atalanta e va a -8 dalla Juventus

NAPOLI. Napoli corsaro a Bergamo. Allo Stadio Atleti Azzurri d'Italia gli uomini di Ancelotti superano l'Atalanta per 1-2 grazie alle reti di Fabian Ruiz e Milik per vanificare il momentaneo gol del pareggio di Zapata. Secondo stop consecutivo invece per i bergamaschi: dopo la rimonta subita dall'Empoli, la Dea sbatte contro un Napoli voglioso di riscatto dopo il terreno perso dalla capolista Juventus (distante sempre otto punti) a causa del pareggio interno contro il Chievo fanalino di coda. Decisamente diverso l'approccio quindi dei partenopei che gelano gli avversari portandosi in vantaggio al 2': in un fulminante contropiede, Insigne si invola in campo aperto e mette in mezzo una palla col contagiri su cui Hateboer non riesce a intervenire e a evitare il facile appoggio di Fabian Ruiz da pochi passi per lo 0-1. Dopo aver metabolizzato il duro colpo, la squadra di Gasperini prova a scuotersi portando tanti uomini nella meta' campo avversaria sfruttando ma rischiando di concedere il fianco al 20': dagli sviluppi di un calcio d'angolo a favore, gli orobici per poco non incappano in un deja-vu con Insigne che sventaglia per Fabian Ruiz, lo spagnolo pero' sbaglia clamorosamente il tentativo di pallonetto depositando la sfera tra le braccia di Berisha.

Il portiere nerazzurro e' invece superlativo al 23' quando devia sul palo una girata al volo di Insigne ed e' lucido nell'uscire sul lancio dalle retrovie di Albiol che si trasforma per un assist in favore del centravanti azzurro: il suo primo gol in carriera all'Atalanta viene tuttavia rinviato, con il tocco sotto che si spegne sul fondo e una botta rimediata nel contrasto con Berisha che spaventa per qualche minuto la panchina del Napoli. I padroni di casa non riescono a impensierire nei primi 45' Ospina, chiamato in causa solamente per sventare una conclusione di Zapata sul primo palo. Bastano pochi secondi del secondo tempo, al contrario, per far capire le proprie intenzioni agli avversari: pronti, via e il tiro a colpo sicuro di Freuler viene murato in corner da Albiol ma e' solamente il preludio della rete del pareggio che arriva al 56'. Rigoni svirgola sul cross di Gosens, Hateboer trova la sponda per Zapata che non puo' sbagliare il gol dell'ex.  

La partita si vivacizza ulteriormente con entrambe le squadre che cercano i tre punti e propongono un calcio offensivo. Ancelotti opera i primi cambi al 77' inserendo Hysaj e Zielinski per dare piu' spinta ai suoi, seguito da Milik per uno spento Mertens ed e' proprio il polacco a segnare la rete che vale la vittoria: all'85' Mario Rui ha un guizzo sulla sinistra, sul suo cross l'attaccante dei partenopei si avventa da vero bomber e batte Berisha per il 2-1. Gli assalti finali dell'Atalanta non portano ad un pareggio in extremis: il Napoli passa a Bergamo e prova a tenere il passo della Juventus.

Pallanuoto U15, il Posillipo trionfa nel memorial Mario Vivace

Ottima prova dell'under 15 del Posillipo, che vince la prima edizione del memorial "Mario Vivace", tenutosi presso il CC Napoli nel week end. Il torneo, comprendente le migliori quattro società pallanuotistiche napoletane, si è concluso con la vittoria dei rossoverdi, primi a punteggio pieno al termine delle tre sfide. All'esordio, i ragazzi di Francesco Falco hanno avuto la meglio dell'Acquachiara, per 6-4, in una gara giocata con buoni spunti da ambo i lati. Altri due successi, poi, nella giornata di domenica, stavolta con un divario ben più netto sia con il San Mauro (sconfitto 13-2) che con la Canottieri Napoli (sfida terminata 12-3 in favore dei posillipini).

Coni Napoli, al Maschio Angioino i premi ai campioni del 2017

Torna la tradizionale cerimonia di consegna delle benemerenze sportive organizzata dal Coni Napoli. L’appuntamento è per domani alle ore 17, nella sala dei Baroni del Maschio Angioino. Nel corso della manifestazione Sergio Roncelli, presidente del Coni Campania, e Agostino Felsani, delegato Coni di Napoli, insieme all’assessore allo sport del Comune di Napoli, Ciro Borriello, consegneranno le Stelle al Merito Sportivo ai dirigenti, le Palme al Merito Tecnico ai tecnici e le Medaglie al Valore Atletico agli atleti che si sono distinti nel corso dell’anno 2017. Tra gli atleti saranno premiati il campione mondiale di kickboxing Giuseppe Angelino e ai campioni di motonautica Giovanni Di Meglio, Cristiano Segnini e Achille Ventura; tra le società sarà premiato il Kodokan Club Napoli.

Napoli, ci sono anche Albiol e Younes tra i convocati

Seduta mattutina per il Napoli a Castelvolturno. Gli azzurri preparano il match contro l'Atalanta a Bergamo per il "monday night" della 14esima giornata di Serie A. La squadra ha svolto attivazione a secco in avvio.  Di seguito lavoro tecnico e poi seduta tecnico tattica. Successivamente partitina a campo ridotto.  Chiusura con esercitazioni si calcio da fermo.

Albiol ha lavorato col gruppo ed è tra i 23 convocati:

Ospina, Karnezis, Meret, Albiol, Malcuit, Luperto, Mario Rui, Ghoulam, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj, Allan, Zielinski, Younes, Fabian Ruiz, Diawara, Hamsik, Rog, Callejon, Insigne, Mertens, Milik, Ounas.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano