Martedì 19 Febbraio 2019 - 12:51

Serie B, Bucchi: «Il Benevento è pronto per il derby dell'Arechi»

«Non sarà una partita facile. Loro si sono rinforzati molto a gennaio e sono una squadra molto fisica. Mi aspetto comunque un match di alto livello». Con queste parole il tecnico del Benevento Cristian Bucchi ha presentato in conferenza stampa il derby contro la Salernitana che aprirà la 23esima giornata di Serie B (domani alle 21 in diretta su Rai Sport e Dazn). Bucchi ha poi parlato della possibilità di vedere in campo qualche innesto nuovo: «Caldirola ancora non ha i 90' nelle gambe, mentre Armenteros si sta allenando bene e avrebbe bisogno di giocare. Sto valuando se farli entrare in campo domani, anche se ancora non se se da titolari o a partita in corso». A prescindere dagli uomini che scenderanno in campo, però, quello che si aspettano i tifosi giallorossi è di approcciare la gara nella maniera corretta. E su questo aspetto, Bucchi ha precisato: «Contro il Venezia non è stato positivo, domani dovremmo avere un atteggiamento diverso perché la Salernitana partirà fortissimo. Siamo due squadre diverse, loro sono molto abili nelle ripartenze, mentre noi dovremmo essere bravi a muovere la palla e a imporre il nostro gioco». Derby decisivo? «Sicuramente è una partita particolare, ma è esagerato definirla decisiva. Sarebbe più importante trovare continuità dopo di essa. Mi aspetto un match insidioso ma che è nelle nostre corde».

Eccellenza, mercato Afro Napoli: ufficiali Cittadini, Mannino e Romano

Tris di innesti in casa Afro Napoli: il primo è Blas Andreas Cittadini, centrocampista italo-argentino, classe 1997, ufficializzato nella rosa dei Leoni dopo un'attesa di 4 mesi per problemi legati all'ottenimento della cittadinanza. «Sono stati mesi atipici, questi trascorsi per ottenere la cittadinanza. Ora sono felice e tranquillo - ha detto Cittadini - Ho trovato un bel club, con delle brave persone ed un grande progetto. Ho già la testa nel campionato, abbiamo nove partite da giocare e sono tutte definitive. Cercheremo di arrivare più in alto è possibile». Insieme a lui, hanno firmato con il club anche Gabriel Mannino, difensore classe 1995, e Alfredo Romano (1981), centrocampista che vanta presenza in Serie D e C.

Coppa del Mondo di Spada: c'è Valerio Cuomo

La spada femminile fa rotta verso Barcellona, tappa della Coppa del Mondo. Sono dodici le atlete che prenderanno parte alle gare: Rossella Fiamingo, Alice Clerici, Eleonora De Marchi, Marta Ferrari, Nicol Foietta, Federica Isola, Roberta Marzani, Giulia Rizzi, Alberta Santuccio, Luisa Tesserin e Cecilia Varengo. Mara Navarria invece è già qualificata al tabellone principale. Per la tappa di Vancouver, dove va in scena la spada maschile, ci saranno: Gabriele Cimini, Paolo Pizzo, Enrico Garozzo, Marco Fichera, Andrea Santarelli, Valerio Cuomo, Davide Di Veroli, Riccardo Barionovi, Lorenzo Buzzi, Federico Marenco, Federico Vismara e Bernardo Ricci. Il napoletano vorrà riscattarsi dopo le ultime prestazioni individuali sottotono, nonostante il bronzo a squadre a Heidenheim.

Clamoroso, Hamsik non va più in Cina: resta al Napoli

NAPOLI. «Il Calcio Napoli ha deciso di soprassedere alla cessione di Marek hamsik ai cinesi poiché le modalità di pagamento della cifra pattuita non collimano con gli accordi precedentemente raggiunti». Così sul profilo Twitter ufficiale del club.

Coppa Promozione, semifinali: Sant'Antonio Abate-Marcianise finisce pari

NAPOLI. Termina 1-1 la gara di andata della semifinale di Coppa Promozione. A decidere la partita le reti di Pucino, di testa per i casertani, mentre nella ripresa il pareggio dei napoletani con Vitale su rigore. Fra 15 giorni la gara di ritorno che decreterà la una finalista. L’altra semifinale in programma oggi Angri-Baiano è finita con il risultato di 1-0.

La promessa di Hamsik: «Tornerò spesso a Napoli»

Ore contate per Marek Hamsik al Napoli. Sono molti intensi gli ultimi momenti di Marekiaro in terra partenopea. Già oggi dovrebbe partire per la Cina dove indosserà per tre anni la maglia del Dalian guadagnando 9 milioni di euro a stagione. Una montagna di soldi che lo hanno convinto ad andare via dalla sua gente a metà campionato. A rallentare la chiusura dell’affare è stato il Capodanno cinese. Lì si ferma tutto quando si festeggia questa ricorrenza e quindi gli uffici del club che vuole lo slovacco sono rimasti chiusi. Di sicuro, comunque, non ci saranno dei ripensamenti. Il contratto c’è e i soldi sono pronti per essere bonificati alla società di De Laurentiis. Non appena c’è la certezza il calciatore saluterà tutti e se ne andrà.

IL COMPLEANNO. La festa dei 60 anni del dottor Alfonso De Nicola è sembrata fatta a posta per i saluti di Marek. Hamsik, infatti, non è voluto mancare all’evento al Tam di Napoli organizzato dal suo amico medico. Tra i due c’è un ottimo felling e De Nicola ha regalato al capitano anche una 500 azzurra. Presente anche De Laurentiis ed Ancelotti, lo slovacco è salito sul palco e si è lasciato trascinare dai conduttori cantando anche ’O surdat ’nammurato. Sul futuro non si è sbilancio: «Non posso dire niente perché nulla è ufficiale», ha raccontato il centrocampista. Si è fatto decine di foto con gli ospiti di De Nicola, non ha negato selfie ed autografi a nessuno. Come sempre si è dimostrato un gran signore apprezzando il calore dei tifosi. Prima di andare via ha salutato tutti e ha ricevuto gli applausi.

L’ALLENAMENTO. Ieri mattina Marek era ancora a Castelvolturno ad allenarsi. Ha partecipato e vinto ad una partitella festeggiando con il suo gruppo e mostrando tanta serenità. D’altronde è un professionista serio e fino alla fine vuole partecipare alle sedute di lavoro di Carlo Ancelotti. Si tiene in forma prima di andare in Cina dove il campionato comincerà ai primi di marzo. Nel Nord cinese, in una città piena di smog per le raffinerie e le industrie, rimpiangerà Castelvolturno dove vive da ormai undici anni e mezzo. Andrà solo lasciando la famiglia in Slovacchia. Ma è un sacrificio che ci può fare.

TORNERÀ. Aurelio De Laurentiis ha voluto ribadire a Marekiaro che Napoli è casa sua e che in qualsiasi momento deciderà di rientrerà ci sarà la porta aperta. Questo Hamsik lo sa bene ed è per questo che in un breve videomessaggio per una piccola tifosa azzurra che piangeva per il suo addio ha ammesso: «Ciao Aurora, grazie mille per tutto l’affetto. Non preoccuparti che sempre e spesso ». C’è una volontà ben precisa da parte di un calciatore legato ad una terra che lo ha visto crescere come professione e uomo. I suoi figli sono nati a Napoli, vivono e giocano a Castelvolturno. Sarà difficile pure per loro andare via ma il dovere e i soldi chiamano. Ma c’è tempo per ritornare. Perché Napoli è casa sua.

Raiola "tenta" Insigne: le big sull'attaccante napoletano

E' pronto un vertice con Mino Raiola per parlare di Lozanoma non solo. In quell'occasione, però, con il potente procuratore si parlerà anche di Lorenzo Insigne. A riferirlo è "Il Mattino". Raiola tenterà di capire anche le condizioni per un'eventuale cessione del talento di Frattamaggiore. Anche se difficilmente il Barcellona tornerà alla carica, stando a quanto riporta il quotidiano, il procuratore potrebbe già avere qualche offerta importante da Liverpool. D'altro canto, chiarisce ancora il "Mattino", Insigne ha spiegato che lascerebbe Napoli solo per una vera big europea 

De Magistris-De Laurentiis, stretta di mano per il San Paolo

Non solo la firma per ripianare la partita debiticrediti fino alla stagione 2015- 16, ma anche una stretta di mano tra il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis e il sindaco Luigi de Magistris. Un saluto tra il patron e il primo cittadino svelato solo ieri dall’assessore allo Sport Ciro Borriello, presente insieme al capo di Gabinetto Attilio Auricchio e al presidente della commissione Sport Carmine Sgambati all’intesa siglata ieri a Palazzo San Giacomo. Una giornata in cui si è stretta, non ancora formalmente, l’intesa per dare al Napoli il San Paolo per i prossimi dieci anni per 900mila euro annui. La stretta di mano tra de Magistris e De Laurentiis è il segno di una deleteria guerra fredda portata avanti per anni da club e comune.

I TEMPI. Lo pensa anche l’assessore Ciro Borriello che a radio Marte ha spiegato: «Con la Società Sportiva Calcio Napoli c’è stato l’armistizio dopo mesi di battaglie. Anche il sindaco ieri è venuto a salutarci, stiamo lavorando in armonia. Per soddisfazione nostra e per i tifosi del Napoli. Ora dobbiamo solo limare i dettagli per la convenzione: quella firmata ieri andava a mettere a posto i conti degli anni passati. Ora bisogna portare in consiglio quella decennale». Per i tempi di realizzazione ha parlato invece il capo di Gabinetto Attilio Auricchio prima a radio Crc e poi a radio Kiss Kiss Napoli: «Entro metà febbraio, tra 7-10 giorni, porteremo il testo della convenzione in Giunta» ha spiegato.

IL PASSATO. Poi il testo sarà valutato delle commissioni Sport e Infrastrutture del consiglio comunale, a cui potrebbe partecipare anche De Laurentiis, e infine approvato anche in consiglio comunale. E non solo. Club e Comune dovranno accordarsi anche sulle annualità 2016-17 e 2017-18 in cui il Napoli ha utilizzato l’impianto senza convenzione ma con servizio a domanda individuale e per le quali il Comune vanta circa 4 milioni e mezzo. IL FUTURO. Ma non solo del passato. L’occasione del confronto in commissione con De Laurentiis sarà utile anche per guardare al futuro e immaginare un San Paolo 2.0: «Sicuramente la modernizzazione e la messa a nuovo dello stadio è l'obiettivo primario di questo progetto. Verranno messe in sicurezza zone pericolanti e verranno garantiti ai tifosi maggiori comfort» ha assicurato ancora il capo di Gabinetto Auricchio in radio.

Benevento eletto come "società modello" dalla Lega di Serie B

BENEVENTO. Ogni mese la Lega di Serie B pubblica online il proprio magazine ufficiale. Fari puntati, stavolta, sil Benevento definito come “Società modello”. All’interno del magazine interviste al presidente Oreste Vigorito (nella foto), al ds Pasquale Foggia, al tecnico Bucchi e al portiere Montipò. «Il gol più importante - si legge dalle parole del presidente Vigorito - della storia del Benevento lo ha segnato Cristian Agnelli e ci ha garantito la promozione dalla C2 alla C1. Quello di Iemmello contro il Milan a San Siro? No, quello lo ha segnato mio fratello Ciro, è un’altra cosa... è un affare di cuore». 

Hamsik e il Napoli ai saluti, «Vado via tra domani e dopodomani»

NAPOLI. Hamsik e il Napoli sono ai saluti. Non ci saranno colpi di scena stavolta e lo slovacco se ne andrà in Cina. Stamattina il centrocampista azzurro ha ricevuto il saluto dell'istituto Defoe di Varcaturo dove i suoi figli hanno studiato durante la permanenza a Castevolturno. «Vado via tra domani e dopodomani», ha detto il capitano azzurro ad un tifoso che gli aveva chiesto un autografo. La trattativa con il Dalian è ormai chiusa, il capodanno cinese ha bloccato tutto ma nelle prossime ore sarà fatto il bonifico al Napoli e l'affare andrà in porto. Al club di De Laurentiis entreranno 18 milioni di euro più due di bonus e dal momento che la proprietà orientale si interessa anche di cinema, potrebbe nascere una collaborazione con il patron del club partenopeo. Hamsik andrà a Madrid per le visite mediche, poi volerà in Slovacchia per poi partire per la Cina. Dovesse partire tra una settimana potrebbe anche andare al San Paolo da spettatore e ricevere l'ultimo abbraccio dei napoletani. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno