Domenica 19 Novembre 2017 - 15:23

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Arrestato rapinatore seriale di studenti e turisti

NAPOLI.  Gli agenti del Commissariato Decumani hanno arrestato ieri pomeriggio un napoletano di 19 anni, residente nella zona di Giugliano, perché ritenuto responsabile di numerose rapine perpetrate nel centro storico napoletano. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, giunge al termine di una complessa attività investigativa condotta dai poliziotti del Commissariato Decumani per una serie di rapine consumate in danno di studenti universitari residenti nella zona e di alcuni turisti. Le modalità operative delle rapine, talvolta cruenti, erano similari, l'orario dell'evento era quasi sempre serale e l'area di azione coincideva con il centro storico, in particolare Piazza Bellini, via San Sebastiano e via Bellini.

Carabiniere fa strage in famiglia

TARANTO. Strage familiare a Sava, nel Tarantino. Un carabiniere ha ucciso la sorella, il cognato e il padre e poi ha rivolto l'arma contro se stesso. Ora sarebbe in fin di vita.  

 

 

Mugnano, sequestrati
11 quintali di pesce

MUGNANO. I carabinieri Forestali del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Agroalimentare, durante un servizio per verifiche alla filiera agroalimentare per la sicurezza, tracciabilità, etichettatura e l'import - export di prodotti ittici, hanno ispezionato un deposito a Mugnano accertando che in un capannone si commercializzavano prodotti ittici privi di tracciabilità. All'interno di cella frigorifere sono state rinvenute 125 casse aperte di polistirolo del peso di 5 kg. l'una contenenti pesce fresco refrigerato (orate) e 121 scatole di polistirolo di pesce fresco refrigerato (spigole). Esaminando la documentazione è emerso che i prodotti ittici erano senza tracciabilità e solo in minima parte riconducibili a fatture emesse in Grecia. Sequestrati 11 quintali di pesce fresco refrigerato e sigillate le celle frigo. Comminate sanzioni per 34.500 euro per violazioni alle norme sulla rintracciabilità - tracciabilità degli alimenti e per assenza di autorizzazione sanitaria per "Bollo CE". 

Melito, fa la vedetta
per lo spacciatore: preso

MELITO. I carabinieri della tenenza di Melito di Napoli hanno tratto in arresto Giovanni Taglialatela, un 33enne napoletano di via Ravello già noto alle forze dell'ordine. I militari lo hanno notato nell’ambito di un servizio antidroga mentre faceva da “vedetta” a un complice intento allo spaccio di hashish e marijuana su una “piazza” del corso Europa. Segnalati al prefetto 4 assuntori bloccati subito dopo avere acquistato 3 grammi di marijuana e 5 grammi di hashish, che sono stati trovati e sequestrati. L’arrestato attende il rito direttissimo.

Giugliano, tragico scontro:
muore un giovane in bici

GIUGLIANO. Tragico incidente in via Santa Maria a Cubito, a Giugliano. Una Fiat Panda ha tamponato un furgone che a sua volta a travolto un giovane che in quel momento transitava in sella alla sua bici. La vittima è un ragazzo di origini africane. Inutili i soccorsi, quando i sanitari del 118 sono giunti sul luogo del tragico incidente non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane. Sul posto anche gli agenti di polizia municipale di Giugliano.

Napoli insanguinata: dopo Ponticelli, un altro omicidio ai Quartieri Spagnoli

NAPOLI. Si torna a sparare nei Quartieri Spagnoli e intorno alle 16 in via Trinità degli Spagnoli ha subito un agguato mortale Gennaro Verrano. L'uomo è deceduto all'ospedale Vecchio Pellegrini, dov'era stato trasportato d'urgenza. Sul fatto di sangue indagano i carabinieri. Gli assassini erano su uno scooter.

Berlusconi: «Ora sbloccare conti pignorati da Veronica»

ROMA. La difesa di Silvio Berlusconi chiederà di sospendere il pignoramento di 26 milioni di euro eseguito da Veronica Lario su alcuni conti personali del leader di Forza Italia nell'ambito di un procedimento civile in corso a Monza.

Una decisione che arriva all'indomani della sentenza della corte d'Appello di Milano con cui è stato stabilito che l'ex signora Berlusconi non ha diritto all'assegno mensile da 1,4 milioni di euro, essendo economicamente autosufficiente.

Il pignoramento era stato chiesto dai legali della Lario perché l'ex Cav all'inizio del 2017 aveva smesso di versare l'assegno mensile stabilito in sede di separazione. La Lario può presentare ricorso in Cassazione entro 60 giorni per ribaltare la decisione presa ieri dai giudici milanesi.

Boscoreale, presa donna pusher

BOSCOREALE. I carabinieri della stazione di Boscoreale hanno tratto in arresto Filomena Coppola, una 46enne del luogo già nota alle forze dell'ordine. I militari hanno bloccato la donna in via Settetermini, immediatamente dopo la cessione a un assuntore di una confezione di marijuana del peso di 5 grammi. La perquisizione del suo domicilio ha poi portato al sequestro di altri 50 grammi dello steso tipo di stupefacente e di materiale per il confezionamento. L’acquirente è stato segnalato al prefetto. L’arrestata attende il rito direttissimo.

Riina, a Ercolano manifesti contro il boss morto

ERCOLANO. Singolare iniziativa a Ercolano. Stamattina, poco dopo che si è diffusa la notizia della morte di Totò Riina, la città è stata tappezzato da manifesti funebri per la morte del boss con ai lati le foto dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. La firma dei manifesti è per ora anonima. "È morto Salvatore Riina, ne danno il lieto annuncio" recita il manifesto, cui seguono i nomi delle vittime di mafia, a iniziare proprio da Falcone e Borsellino.

“Con la morte di Salvatore Riina se ne vanno parte dei segreti della recente storia criminale del nostro Paese, in particolare credo che gli italiani debbano sapere se c'è stata una trattativa tra parti dello Stato e Cosa nostra. Ma c'è ancora qualcuno che potrebbe rivelarli come il boss a piede libero Matteo Messina Denaro”. Lo ha detto il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris nel corso di un'intervista rilasciata a Mattina 9, in onda sull'emittente Canale 9 – 7 Gold. “Non bisogna dimenticare che Riina ha sempre negato la trattativa ma in questi anni, in regime di 41bis, continuava a lanciare minacce al pm Nino Di Matteo che indagava in merito”.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ: ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
TECNOLOGIA&INNOVAZIONE
di Michela Raiola
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica