Domenica 28 Maggio 2017 - 18:28

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Castello di Cisterna, picchia la madre: in manette

CASTELLO DI CISTERNA. I carabinieri della stazione Castello di Cisterna insieme a colleghi della locale compagnia hanno tratto in arresto un 47enne del luogo già noto alle forze dell'ordine, bloccato nei pressi della sua abitazione. Poco prima dell’arrivo dei carabinieri, armato di coltello, aveva minacciato e picchiato la madre 69enne procurandole lesioni guaribili in 5 giorni. Gli accertamenti per approfondire la situazione hanno portato allo scoperto analoghi maltrattamenti che andavano avanti negli ultimi mesi. l’arma bianca è stata rinvenuta e sequestrata. dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto a poggioreale.

A 17 anni con pistole, droga e passamontagna

BOSCOREALE. Nel corso di controlli nel rione Piano Napoli i carabinieri della stazione di Boscoreale hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 17enne di via Settetermini già noto alle forze dell'ordine, resosi responsabile di detenzione illegale di armi e munizioni e di ricettazione delle stesse. Il minore è stato fermato mentre si intratteneva con fare sospetto nei pressi della sua abitazione, all’interno della quale, nel corso di perquisizione sono state rinvenute e sequestrate sotto il cuscino di un divano una calibro 9 semiautomatica provento di furto carica con 2 cartucce nel caricatore e un revolver calibro 357 magnum carico con 4 cartucce nel tamburo e matricola abrasa. trovati e sequestrati anche 10 grammi di marijuana e un passamontagna.

A Napoli la nave con 1.500 immigrati

NAPOLI. L'emergenza immigrazione sbarca a Napoli. È giunta stamane nel porto la "Vos Prudence", la nave con a bordo 1.449 immigrati provenienti dall'Africa, la grossa imbarcazione di Medici Senza Frontiere. A bordo anche 22 donne incinte, 31 bambini minori di 5 anni tutti accompagnati e altri 9 minorenni. Sulla nave ci sono i cadaveri di due donne. Sono 449 gli immigrati che resteranno in Campania, gli altri saranno spostati in altre regioni.

Agguato tra la gente: uccisi a Miano zio e nipote

 NAPOLI. Sono un 45enne, e un 23enne, zio e nipote, i due uomini uccisi in via Vincenzo Valente, nel quartiere Miano, a Napoli. Le vittime si chiamavano Carlo Nappello, di 44 anni, incensurato, e suo nipote, Carlo Nappello, di 23 anni. I due sono considerati dagli investigatori vicini al clan camorristico dei Lo Russo. Intorno alle 15,15, mentre erano a bordo di uno scooter, i due sono stati raggiunti da circa 20 colpi d'arma da fuoco esplosi con una semiautomatica. Indagano i carabinieri. 

Orlando: dall'Anm linguaggio qualunquista

NAPOLI. "Credo che un'eccessiva concessione a un ritorno ai luoghi comuni, a un linguaggio che una volta si sarebbe detto qualunquista, che ha un po' caratterizzato il terminato anno di conduzione dell'Associazione nazionale magistrati, non aiuta la magistratura perché non aiuta le istituzioni, che sono tutt'uno con la magistratura". Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando, intervenendo al primo congresso di Area democratica per la giustizia in corso a Napoli, nel Castel dell'Ovo. 

Sicurezza, De Magistris: il Governo garantisca soldi e uomini

NAPOLI.  "Lo diciamo da tempo. Il Governo deve garantire più risorse umane e finanziarie sul tema sicurezza in città". Così il sindaco Luigi de Magistris a margine dell'assemblea Bcc.

Riconosce il violentatore
e lo fa arrestare

NAPOLI.  La rapinarono e la violentarono in tre, dopo averla aggredita sotto casa al Vomero. Ora si chiude il cerchio sulle indagini e finisce in manette anche il terzo aggressore: a farlo rintracciare è stata proprio la vittima, una napoletana di 27 anni, che lo ha riconosciuto in un pub e ha chiamato i carabinieri. Lui è scappato, ma, grazie alle indicazioni della giovane, i militari sono risaliti alla sua identità e lo hanno arrestato.

Volla, parcheggiatore abusivo aggredisce
i carabinieri

VOLLA. In un parcheggio pubblico del centro di Volla, al rifiuto di un carabiniere in borghese di consegnargli i soldi per la sosta dell'auto, Ciro Maione, un 36enne del posto già noto alle forze dell'ordine, ha aggredito il militare minacciandolo di morte. Aquel punto sono intervenuti i militari della stazione di Volla e dell'aliquota operativa di torre del greco contro i quali maione si è scagliato impugnando un bastone in legno. il malvivente è stato bloccato e tratto in arresto per tentata estorsione e violenza e minaccia a un pubblico ufficiale; nella sua disponibilità, nascosta dietro un cassonetto dei rifiuti, i militari hanno recuperato una pistola a salve. L'arrestato si trova adesso in carcere a Poggioreale. 

Uomo del clan evade e viene arrestato

AGEROLA. Giuseppe Gentile, 57enne di Agerola, già noto alle forze dell'ordine e ritenuto elemento di spicco del clan camorristico “Afeltra-Di Martino” operante a Gragnano, Pimonte ed Agerola, era ai domiciliari per estorsione, produzione e traffico di stupefacenti. Stava realizzando lavori di ristrutturazione su un muretto di contenimento nella sua proprietà e mentre li dirigeva è uscito sulla pubblica via. In quel momento transitava di lì una pattuglia dei carabinieri di agerola che lo hanno immediatamente notato. Alla loro vista Gentile si è dato alla fuga sperando di farla franca, ma i militari si sono precipitati a casa sua, dove l’uomo è arrivato qualche minuto dopo venendo tratto in arresto per evasione. Ora è in attesa del giudizio con rito direttissimo.

Pagine

Rubriche

I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI DEL "ROMA"
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
DIRITTI&LAVORO
di Carlo Pareto