Domenica 24 Giugno 2018 - 8:48

Restauro Teatro Grande, sequestro da 6 milioni di euro all'ex commissario straordinario degli Scavi

POMPEI. Il restauro che cementificò il Teatro Grande di Pompei negli Scavi avrebbe provocato un danno da 6 milioni di euro alle casse dello Stato. Questa, dunque è la somma sequestrata questa mattina dalla Guardia di Finanza al commissario straordinario dell'emergenza Scavi di Pompei, Marcello Fiori.

Il restauro, per il quale era stata programmata una spesa pari a 450mila euro, lieviò nei costi fino a 8 milioni di euro.

Le indagini erariali condotte dai finanzieri oplontini, diretti dal colonnello Carmine Virno e coordinati dal procuratore Donato Luciano, hanno permesso di accertare il danno pe le forniture in lavori condotti con aggiudicazioni dirette nel 2010.

Per questa vicenda è già in corso un procedimento penale davanti al tribunale di Torre Annunziata. Insieme a Marcello Fiori, la Procura della Corte dei Conti di Napoli indaga per danno erariale i funzionari Salvatore Nastasi, Giuseppe Proietti, Stefano De Caro, Raffaele Tamiozzo, Maria Grazia Falciatore, Roberto Cecchi, Jeannette Papadopoulos, Bruno De Maria e Maria Pezzullo.

Superenalotto, centrato 6 milionario: vincite anche in Campania

NAPOLI. Torna il 6 al concorso del Superenalotto: vinti oltre 51 milioni (per la precisione 51 milioni 393.733 euro) grazie a un sistema «a caratura» giocato attraverso la bacheca dei sistemi Sisal. Le 45 quote da 7 euro ciascuna sono state acquistate dalle ricevitorie Sisal in diverse città italiane e poi proposte ai propri giocatori. L'ultimo «6» - da 130,2 milioni - era stato vinto lo scorso 17 aprile a Caltanissetta

Le 45 quote, ciascuna delle quali si è aggiudicata oltre un milione di euro, sono state vendute in ricevitorie Sisal dislocate in tutta la penisola. Nel dettaglio, a Casalfiumanese (Bologna), Borgo San Lorenzo (Firenze), Campobasso, Medicina (Bologna), Atripalda (Avellino), Torino, Novate Milanese (Milano), Milano, Corsico (Milano), Cernusco sul Naviglio (Milano), Brescia, Piacenza, Venezia, Prato, Peccioli (Pisa), Barletta, Molfetta (Bari), Lamezia Terme (Catanzaro), Reggio Calabria, Roma, Notaresco (Teramo), Penne (Pescara), Napoli, Avellino e Teverola (Caserta), Cava dè Tirreni (Salerno), Agropoli (Salerno), Castellammare di Stabia (Napoli). Quella di stasera è stata la seconda vincita con punti 6, dopo quella di aprile, del 2018. La sestina vincente è stata: 4, 17, 29, 55, 67, 70 - Jolly 72 - SuperStar 49. Con quella di di oggi sono 120 le vincite con punti 6 realizzate dalla nascita del SuperEnalotto. Il Jackpot vinto questa sera si classifica nella 19/a posizione delle vincite più alte realizzate nella storia del gioco.

Queste le ricevitorie campane dove sono state acquistate le quote vincenti: Bar Paradiso, via Appia 197/199, Atripalda; Bar Tabacchi Fontana, via Montagna Spaccata 379, Napoli; Cartoleria Sparano, corso Garibaldi 147, Napoli; Tabaccheria via Pianodardine ang.via Fasana, Avellino; Tabacchi strada prov. Teverola-Carinaro, Teverola; Tabaccheria D'Amico corso Umberto 165, Cava de' Tirreni; Maison du Tabac, via De Gasperi 50, Agropoli; Tabaccheria Gemini, via Pozzillo 72, Castellammare di Stabia.

Ponticelli, rifiuti in fiamme in via Botteghelle

NAPOLI. Vigili del Fuoco, Protezione Civile e il Reparto Ambientale della Polizia Locale, sono intervenuti in Via Botteghelle per un inizio di incendio di rifiuti. Il suolo, di proprietà privata, di circa 5mila mq precedentemente adibito a opificio e poi abbandonato, è rimasto per anni pieno di rifiuti in attesa di essere smaltiti dal proprietario .  L’incendio ha provocato una  nuvola di fumo nero e , dopo l’intervento dei Vigili del Fuoco della Protezione Civile e Polizia Locale di Napoli, si sono avviate le prime attività di messa in sicurezza e di accertamento delle responsabilità, in esecuzione del protocollo investigativo sui luoghi di incendio di rifiuti. Il Reparto di Tutela Ambientale invierà gli elementi di indagine che sono stati ricostruiti. Intanto l’area e rifiuti parzialmente incendiati sono stati sottoposti a sequestro penale e a disposizione dell’autorità giudiziaria. Il reato che si configura in queste situazioni è la gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e loro incenerimento sanzionati dal codice dell’ambiente.

B&B trasformato in una casa di appuntamenti all'Arenella

NAPOLI. A Napoli un Bed & Breakfast utiizato come casa d’appuntamenti a salita Arenella, dove tre trans esercitavano attività di meretricio favoriti dal gestore della struttura, R.M. 45enne napoletano, denunciato per favoreggiamento della prostituzione. I poliziotti del Commissariato Arenella hanno scoperto l’attività grazie a una serie di annunci pubblicitari, recuperati in internet che facevano riferimento al parco Garzilli, dove risiede il B&B. Gli agenti hanno testato più volte l’eventuale disponibilità di camere nel B&B, ricevendo sempre risposta negativa, inoltre negli archivi della questura per gli alloggiati nelle strutture ricettive risultava la totale assenza di clienti. Una serie di  appostamenti ha dato anche riscontro  circa l’andirivieni, in particolare nelle ore serali e notturne, di persone nella strutturache si trova in un immobile dove ci sono diverse abitazioni residenziali. Venerdì ser il blitz. La polizia ha trovato tre trans: D.S.J.H., 35enne brasiliana, J.J.R., 49enne brasiliana, e M.S. 30enne napoletano. Gli ultimi due avevano alcuni biglietti da visita nei quali pubblicizzavano la loro attività. Inoltre, è stata rinvenuta anche della marijuana.

Choc a Posillipo: auto precipita a Villa Rossi

Napoli quattro ragazzi precipitano in un parco privato di via Posillipo dopo aver sfondato la ringhiera di un piccolo belvedere.

Ancora incerta la dinamica dell'incidente , la vettura stava percorrendo via Posillipo in salita, quando per cause ancora ignote si è spostata sulla sinistra ,tagliando la carreggiata , e finindo contro la ringhiera che non ha retto all'urto.Il volo della macchina è stato attutito dagli alberi del parco . I quattro , due donne e due uomini sono stati estratti tutti vivi dall'abitacolo e traspostati in codice rosso in vari ospedali cittadini.

Sul posto Vigili del Fuoco e agenti della polizia di Stato e locale.

 

 

Tragedia in mare, sub muore nelle acque di Vico Equense

CASTELLAMMARE DI STABIA.  Sub 63enne in vacanza, a Castellammare di Stabia con la famiglia, muore durante un’immersione nelle acque di Vico Equense. E’ accaduto nel pomeriggio di mercoledì, intorno alle ore 17,30 nell’area marina protetta del Banco di Santa Croce. L’uomo, L.S., di Torino ma trapiantato in Germania, non era solo. Insieme con l’istruttore di una compagnia di diving con sede a Vico Equense, si era imbarcato con i suoi due figli a bordo di un motoscafo nel porto di Torre Annunziata. Giunti al Banco di Santa Croce si è tuffato, con maschera, bombole e pinne, insieme con l’istruttore che ha notato qualcosa di anomalo e lo ha immediatamente soccorso. Una volta riemersi, il sub è stato prelevato a bordo del motoscafo ed è stata allertata la Capitaneria di Porto. Poi il 63enne è stato trasportato al porto di Castellammare di Stabia dove sono giunti i soccorsi del 118 che hanno tentato di effettuare manovre salvavita che non sono servite a salvarlo.

Adesso il corpo del sub è nell’obitorio del cimitero di Castellammare di Stabia. Sull’episodio è stata aperta un’inchiesta del tribunale di Torre Annunziata ma, come ipotesi della causa del decesso, si propende per un malore. Sotto sequestro il motoscafo utilizzato durante l’immersione e tutte le attrezzature indossate dal sub e a bordo del natante.

Rigenera, il primo centro di Medicina e Chirurgia Rigenerativa

Nasce a Napoli ad opera di Giancarlo Arra, Riccardo d’Aquino e Antonio Graziano Rigenera - HBW, il primo Centro di Medicina e Chirurgia Rigenerativa.  Rigenera è una tecnologia all’avanguardia, unica nel suo genere, capace di fornire una soluzione rapida ed efficace in tema di rigenerazione dei tessuti. Un marchio nato nel 2013 – interamente made in Italy – frutto di un lavoro di ricerca biotecnologica lungo oltre dieci anni, che in poco tempo, ha saputo affermarsi in oltre 40 paesi nel mondo. Il marchio Rigenera identifica una linea di dispositivi medicali ad alte performance, appartenenti alla c.d. “classe uno”, grazie alla sua comprovata efficacia, può essere utilizzato da esperti chirurghi con molteplici modalità, nel campo della rigenerazione dei tessuti. L’evento segue il workshop, tenutosi nel pomeriggio alle 14,30 a Città della Scienza, in cui si è argomentato di Rigenera e de “I progressi della riabilitazione 4.0: Le nuove frontiere della medicina tra innovazione e sviluppo”. Relatori il dott. Antonio Graziano e il dott. Riccardo d’Aquino, responsabili del centro e due eccellenze nel campo della medicina: il prof. Antonio Giordano, Direttore dello Sbarro Health Research Organization, e il dott. Alfonso De Nicola, responsabile dello staff medico della SSC Napoli.

RIGENERA- HBW NAPOLI

Si tratta di una tecnologia utilizzabile per via iniettiva o attraverso la creazione di biocomplessi (l’insieme di biomateriali e microinnesti) con la quale é possibile trattare patologie infiammatorio/degenerative fino ad ora difficili da gestire come lesioni ulcerose, ferite difficili, alterazioni condroplastiche, fenomeni di ageing (invecchiamento e degenerazione dei tessuti), perdite di tessuto (traumatiche o patologiche), lesioni necrotiche e su base ischemica. Grazie ai microinnesti, è possibile isolare da un piccolo campione di tessuto autologo, prelevato da zone indenni, le strutture che sono più abili nell’indurre la guarigione eliminando tutti quei fattori che ne rallentino o ne riducano l’efficacia.  Le specialità che attualmente più giovano di tale tecnologia sono quelle su base chirurgica e nello specifico, chirurgia plastica, ortopedia, chirurgia orale, chirurgia vascolare e medicina estetica.

“Il centro di medicina rigenerativa Rigenera Napoli  - spiega Giancarlo Arra - viene fuori da eccellenze napoletane in diversi campi: dall’imprenditoria passando per le biotecnologia arrivando ad expertise clinico elevato. Queste capacità permetteranno di poter offrire un supporto ai pazienti di alta qualità con un giusto contenimento dei costi”.

“Il mondo clinico si può giovare di un nuovo strumento nel trattamento dei deficit tissutali e delle ferite difficili – continua il dott. Riccardo d’Aquino -  la tecnologia dei microinnesti permette di raggiungere risultati rapidi ed efficaci con uno standard qualitativo elevatissimo e con una semplicità estrema.

“Lasciatemi esprimere tutto il nostro orgoglio per il fatto che si tratti di un prodotto interamente made in Italy – conclude il dott. Antonio Graziano -  si tratta di un biglietto da visita invidiabile all’estero, dove la percezione collettiva interpreta come un plus che a curare la ricerca e lo sviluppo sia un gruppo italiano serio ed affidabile, che segue ogni passaggio con scrupolo”.

IL TEAM

Giancarlo Arra - Imprenditore campano e socio fondatore di Rigenera HBW - Napoli. E’ da molti anni Direttore Relazioni Esterne Sbarro Health Research Organization di Philadelphia che si occupa di finanziare l’eccellenza nella ricerca genetica di base per curare e diagnosticare il cancro, le malattie cardiovascolari, il diabete e altre malattie croniche e promuovere la formazione dei giovani medici in uno spirito di professionalità e umanesimo. E’ stato co-fondatore di SafeCare24 che si occupa di assistenza domiciliare.

Antonio Graziano - Co-Fondatore della HBW azienda produttrice di Rigenera di cui è anche inventore. Dottore di Ricerca in Scienze Odontostomatologiche. E’ Adjunct Assistant Professor - Temple University, Philadelphia, USA. Professore a Contratto del Master in Parodontologia, direttore Prof. M. Aimetti - Università di Torino-Dental School. Ha ricevuto nel 2010 il Premio Goldman SIdP per la Ricerca in Parodontologia. Inventore di 3 brevetti su procedure di selezione e utilizzo clinico di cellule staminali umane.

Riccardo d’Aquino - Specialista in Chirurgia Odontostomatologica e Co-Fondatore della HBW azienda produttrice di Rigenera di cui ne è anche inventore. Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Chirurgia Odontostomastologica e Master in parodontologia. La sua attività scientifica lo vede autore di numerose pubblicazioni con più di 2200 citazioni oltre che di 3 brevetti internazionali riguardanti l’uso di tecniche avanzate nella rigenerazione di tessuti umani.

Truffe in trasferta, denunciati 4 finti incaricati Enel

NAPOLI. A Potenza quattro giovani di età compresa fra i 19 ed i 25 anni, provenienti dalla provincia di Napoli, sono stati denunciati per aver tentato di truffare persone, anche anziane, con la stipula di contratti di energia elettrica spacciandosi per incaricati Enel. La vicenda è venuta alla luce grazie alla segnalazione di una pensionata. In casa sua si è presentato uno dei quattro che, con grande abilità nel parlare, prima si è annunciato al citofono e poi è entrato nell'abitazione prendendo a pretesto il fatto che la donna non avesse tenuto conto di un avviso che la invitava a scegliere o cambiare il gestore. Ha finto anche di controllare il contatore. La sua insistenza ha insospettito la donna che prima ha avvisato un parente e poi è scattata la chiamata al 112. Il giovane è stato identificato e denunciato, subito dopo sono stati rintracciati anche altri tre finti addetti che stavano proponendo la stessa offerta commerciale. Con appositi accertamenti, i militari di Potenza hanno verificato che non erano incaricati dell'Enel. Sono stati denunciati per tentata truffa e sono stati sequestrati i loro tesserini con cui si qualificavano come incaricati, moduli di adesione e bollette varie. 

Processo Materazzo, nuovo difensore per l'imputato

NAPOLI. Nuova udienza per il processo a Luca Materazzo, accusato dell'omicidio del fratello Vittorio, ucciso a coltellate davanti alla sua abitazione a Napoli la sera del 28 novembre 2016. Dopo la rinuncia al mandato degli avvocati Gaetano e Marialuigia Inserra, durante l'udienza dello scorso 31 maggio, l'imputato ha nominato un nuovo difensore. L'avvocato De Luca, che ha assunto la difesa, oggi non si è presentato in aula, ma è stato rappresentato da una giovane collega che ha chiesto e ottenuto un rinvio del procedimento per prendere cognizione degli atti del processo, i cosiddetti "termini a difesa". La prossima udienza è stata fissata per il 28 giugno. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
SCATTI DI BIRRA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)