Venerdì 21 Settembre 2018 - 1:06

Piantagione di marijuana nell'orto, arrestato "coltivatore"

MASSA LUBRENSE. Gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Sorrento hanno arrestato Antonio Vespoli, 47enne di Massa Lubrense, ritenuto responsabile del reato di coltivazione di marijuana. I poliziotti, questa mattina, hanno eseguito un mirato controllo ad alcuni fondi agricoli pertinenti a delle abitazioni nel comune di Massa Lubrense. In Via San Rocco, gli agenti hanno notato che l’uomo aveva allestito una serra all’interno del fondo attiguo alla sua abitazione e di sua proprietà, con una florida piantagione di marijuana. Alla vista della Polizia, ha tentato di scappare ma è stato raggiunto e arrestato. I poliziotti hanno scoperto quindici piante, tutte in seguito estirpate, dell’altezza di circa 2 metri cadauna e per un peso lordo totale di 26 chili circa.

Sette nuovi sacerdoti, domani il rito al Duomo

NAPOLI. Sette nuovi sacerdoti nell’Arcidiocesi di Napoli. Domenica 9 settembre alle alle ore 17,30 nella chiesa cattedrale verranno ordinati sacerdoti i diaconi: don Simone Buonocore di San Giorgio a Cremano; don Antonio Germano di Torre del Greco; don Antonio Iavarone di Casoria; don Giovanni Daniele Piccolo di Casalnuovo; don Ferdinando Silvestrini di Portici; don Vito Starace di Scampia; don Antonio Trapani di Casoria. Il rito consacratorio prevede l'imposiziione delle mani del cardinale Crescenzio Sepe, dei vescovi ausiliari monsignor Lucio lemmo, monsignor Gennaro Acampa e monsignor Salvatore Angerami, nonché dei confratelli presbiteri.

Ferrovia, al setaccio bar e ristoranti: raffica di multe

NAPOLI. Continua l'azione di controllo del territorio da parte degli agenti dell’Unità Operativa Vomero, San Lorenzo e Tutela Ambientale nelle zone “Ferrovia e Vasto” per il controllo delle numerose attività commerciali ai fini della sicurezza, salute ed igiene pubblica. L'azione di controllo partita nel pomeriggio si è protratta fino alle prime ore della notte. Sono stati controllati i numerosi bar e ristoranti di Piazza Garibaldi, via Spaventa e via Pica. In via Pica e via Spaventa sono stati elevati cinque verbali per occupazione di suolo, nello specifico per tre di loro l’occupazione era totalmente abusiva, priva di qualsiasi titolo concessorio ed avveniva attraverso il posizionamento di tavoli, sedie e fioriere sulla pubblica via, per altri due titolari veniva contestata l’eccedenza rispetto al titolo concessorio. Inoltre per quattro gestori scattava anche la sanzione per l’installazione delle insegne pubblicitarie senza alcuna autorizzazione.

In Piazza Garibaldi per sei titolari di pubblici esercizi veniva contestata l’infrazione per occupazione di suolo eccedente rispetto al titolo concessorio, anche qui l’installazione eccedente avveniva tramite il posizionamento di tavoli e sedie aggiuntive, inoltre per due esercenti scattava anche la sanzione per la tabella pubblicitaria senza autorizzazione. Il totale dei metri quadrati abusivi riscontrato nelle suddette vie è di circa 150 mq il quale a seguito di segnalazione all’ufficio Cosap si può arrivare fino ad una sanzione di euro 105.000. Inoltre sarà trasmessa segnalazione alla direzione centrale del comune di Napoli per l’emissione delle diffide a non reiterare negli abusi e/o alla chiusura in caso di reiterazione.

Particolare attenzione è stata data anche alle condizioni igienico-sanitarie delle attività a salvaguardia della salute dei consumatori. Nello specifico venivano contestate due violazioni per mancanza dell’attestato di formazione in ambito alimentare ed una violazione per mancanza di registro di autocontrollo  Per quanto riguarda la gestione dei rifiuti venivano elevati 3 verbali per mancato rispetto della raccolta differenziata , in quanto i rifiuti venivano smaltiti in modo indifferenziato, 4 per il mancato registro dei carichi e scarichi degli oli esausti e 5 verbali per il mancato decoro dello spazio antistante l’attività. I controlli proseguivano nella zone limitrofe a Piazza Principe Umberto. In via Carriera Grande per un’attività di somministrazione di cibi etnici oltre alle sanzioni amministrative per mancanza di autorizzazione alla somministrazione di alimenti, mancanza di autorizzazione sanitaria e mancata pulizia degli spazi antistanti l’attività scattava il sequestro penale dei locali per  la mancata sicurezza sui luoghi di lavoro, per la presenza di rifiuti speciali non pericolosi, e per le molestie causate dall’immissione in atmosfera di fumi  di aspirazione delle cappe. L’ammontare delle sanzioni amministrative è di circa 23000 euro.

Ancora una stesa a San Giovanni, spari tra la gente

NAPOLI. Nuova stesa intorno alle 8 a San Giovanni a Teduccio. Diversi i colpi esplosi in via Sorrento, all'altezza del civico 33. Nessun ferito, ma diverse sono le auto danneggiate. Panico tra le tante persone che a quell'ora già popolavano la strada. Sul posto la polizia.

Il clan D'Ausilio alle corde: è guerra per la successione

di Bruno Pavone

NAPOLI. È adesso? Adesso si sta ad aspettare e per gli investigatori ad ascoltare. Dopo l’arresto di Luca Bilotti ci potrebbero essere dei radicali cambiamenti nella zona Occidentale della città. Innanzitutto dal punto di vista strategico. Potrebbe tornare, purtroppo, la stagione della violenza. Perché? Perché ogni volta che le forze dell’ordine, questa volta i carabinieri, mettono a segno un colpo importante con l’arresto di un latitante, succede che  se non c’è un successore già stabilito in precedenza, si cerca il suo sostituto e tutti corrono affinché possano prendere il proprio posto. È successo in ogni quartiere della città. Non dimentichiamoci che dopo i clamorosi arresti a Forcella e ai Decumani degli anni passati, nuove generazioni hanno creato cosche violente che sono state ribattezzate “paranze”. Quelle dei “bambini”, a Forcella, e quella dei “ribelli” legata ai Mazzarella. 

CONTINUA A LEGGERE SUL ROMA IN EDICOLA O SUL GIORNALE ONLINE

Antidepressivi e vino: così si drogano a 5 euro

NAPOLI. È la nuova frontiera dello spaccio di sostanze stupefacente. La cossidetta eroina dei poveri. Un ansiolitico e del vino. Un mix allucinogeno che provoco sul corpo umano effetti simili a quelli dell’eroina. La chiamano infatti eroina dei poveri perché con soli 5 euro ci si sballa. Ecco cosa sta succedendo nel centro di Napoli, un fenomeno molto preoccupante che ha già attirato l’attenzione delle forze dell’ordine che stanno esaminando con cura ogni passaggio. Ieri una retata ma non è la prima, purtroppo, che porta a questa scoperta. Quel che si sa è che gli antidepressivi possono essere comprati in farmacia con una ricetta. A pochi euro. Uno scatolo di Rivotril, l’anisolitico più usato, costa 2 euro. Sono venti pasticche. Ogni pasticca viene venduta a 5 euro e accanto i pusher forniscono anche un bricco di vino bianco o rosso. Il mix è micidiale e crea effetti sul corpo veramente devastanti. Con pochi spiccioli ci si droga e non ci si inietta più siringhe nel braccio, come era una volta per l’eroina. 

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE

Bomba carta e pistola sul muro di cinta di un condominio VIDEO

ERCOLANO. Carabinieri controllano e perquisiscono pregiudicati. Sul muro di cinta di un condominio trovano una pistola e una bomba carta. Servizio ad “alto impatto” effettuato in Ercolano dai Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco e della locale Tenenza con il supporto di colleghi del Reggimento Campania. Perquisite le abitazioni di pregiudicati del luogo ed effettuati controlli a carico di soggetti d’interesse operativo. Rinvenuta una busta di plastica che è risultata contenere la replica di una semiautomatica calibro 9 privata del tappo rosso e un ordigno di fabbricazione artigianale del peso di circa 600 grammi (una grossa bomba carta). La busta è stata trovata penzolante dal muro di cinta di un condominio del corso Resina; era legata a una corda e un capo - quello vuoto - penzolava all’interno del condominio stesso mentre all’altro - esposto in zona agricola dall’altro lato - c’era la busta con pistola e bomba. Mentre proseguono le indagini per accertare chi li aveva messi nella posizione fuori vista ma comunque a portata di mano, l’ordigno è stato fatto brillare in sicurezza dagli Artificieri Antisabotaggio del Comando Provinciale di Napoli intervenuti sul posto.

IL VIDEO

Tre stese e un agguato fallito: così è naufragata la pax alla Sanità

di Bruno Pavone

NAPOLI. Tre “stese” e un agguato fallito che potrebbero essere collegati tra loro, riaccendendo la guerra di camorra tra i Sequino- Savarese e i Vastarella-Mauro. Tutto sarebbe cominciato con il furto di un motorino commesso da un fiancheggiatore di uno di questi clan, “sgarro” aggravato dal fatto di non aver voluto restituire il maltolto. Su un fronte e sull’altro si sarebbero così verificati diversii “botta e risposta”, l’ultimo dei quali nella tarda serata di venerdì in via Cristallini. Altre sparatorie su cui sono in corso serrate indagini sono quelle avvenute a Porta San Gennaro e in vico Pacella ai Miracoli. Al momento gli investigatori anticamorra più esperti, che presumibilmente hanno raccolto insistenti voci confidenziali, concordano: i rapporti sempre tesi tra i due cartelli malavitosi del rione Sanità avrebbero avuto un ulteriore scossone con l’ultima vicenda di strada e addio tregua, che aveva retto a partire dal periodo di Natale fino a Pasqua. In maniera anche inaspettata visti la storica litigiosità in zona in ambienti di malavita. 

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE ONLINE

Caivano, spaccio nel rione Iacp: coniugi in manette

CAIVANO. Oggi pomeriggio gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Afragola hanno arrestato Pasquale Marino, 57enne e Nunzia Maione, 56enne per il reato di spaccio e detenzione  di sostanze stupefacenti in concorso tra loro. I poliziotti, al fine di contrastare il dilagante fenomeno di spaccio di droga nella zona IACP di Caivano, hanno effettuato un servizio di appostamento che ha permesso di individuare e accertare le modalità con le quali il Marino gestiva la piazza di spaccio, effettuando delle consegne a domicilio su richiesta dei vari acquirenti. Infatti il 57enne dopo aver ricevuto la telefonata dall’acquirente è partito con il suo motociclo per la consegna, telefonicamente pattuita. Marino è stato bloccato a bordo del suo scooter dai poliziotti mentre stava effettuando la solita consegna ad un giovane, che alla vista degli agenti si è dato alla fuga. Gli agenti hanno effettuato un controllo presso la sua abitazione, dove è stata  bloccata la moglie, la quale alla vista dei poliziotti, ha tentato di allontanarsi frettolosamente con due borselli. I poliziotti hanno rinvenuto all’interno dei due borselli 137,70 grammi di marijuana divisi in 62 involucri, un bilancino elettrico di precisione e 40 euro. I due coniugi sono stati arrestati e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria accompagnati, in regime degli arresti domiciliari, presso la loro abitazione, in attesa del processo on rito per direttissima che si terrà domani mattina.

Comune, arrivano 128 nuovi tirocinanti

NAPOLI. Lunedì 10 settembre il sindaco Luigi de Magistris e l'assessore ai Giovani Alessandra Clemente incontreranno, insieme ai presidenti delle 10 Municipalità cittadine, i 128 nuovi tirocinanti che inizieranno un percorso formativo all'interno del Comune di Napoli, nell'ambito del programma europeo di lotta alla disoccupazione giovanile “Youth Garantee”. I tirocinanti, per sei mesi, si formeranno nell'ambito del settore turistico, in forte crescita nel capoluogo partenopeo, con il progetto “Napoli Museo Aperto” e, per la prima volta, nelle Municipalità cittadine. Il tirocinio offrirà la possibilità ai giovani coinvolti di formarsi “on the job” verificando e approfondendo le competenze acquisite durante il percorso di studi e di orientarsi, assumendo maggiore consapevolezza delle proprie scelte professionali future. Il progetto permetterà, infine, di utilizzare 384.000 euro di fondi europei stanziati per la misura Garanzia Giovani: a ciascun tirocinante sarà corrisposta un'indennità di partecipazione di 500 euro netti al mese. Si chiude, con quest'ultima accoglienza, un percorso iniziato nel 2015 che ha permesso a circa 500 giovani di svolgere un percorso formativo nel Comune di Napoli e complessivamente distribuire più di 1 milione di euro di fondi europei.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli