Venerdì 21 Settembre 2018 - 10:53

Acerra, dipendenti "La Doria" dicono no ai trasferimenti

ACERRA. I lavoratori dello stabilimento “La Doria" di Acerra hanno ribadito il loro rifiuto ai trasferimenti in altri siti societari. Un “no" che i lavoratori hanno messo nero su bianco oggi, votando un referendum nel quale si chiedeva loro se fossero favorevoli alla ripresa della trattativa con l'azienda sui trasferimenti. Su 51 lavoratori presenti, 44 si sono detti contrari, mentre 7 dipendenti si sono detti disposti a trattare. Ieri alcuni lavoratori hanno incontrato il vicepremier Di Maio ad un convegno a Nola, il quale ha ribadito il proprio impegno per evitare la chiusura dello stabilimento di Acerra. L'azienda ha annunciato più volte di voler chiudere la fabbrica entro il 30 settembre. 

Ischia, auto si ribalta: muore una giovane mamma

ISCHIA. Incidente stradale mortale ad Ischia, dove per cause in corso d'accertamento si è ribaltata un'automobile lungo Traversa Arenella, una stradina di campagna ai piedi del Monte Vezzi. A bordo c'erano una 38enne insieme alla madre. A perdere la vita è stata la figlia, Miriam Gurlaccio, che si trovava al lato passeggero. La vittima è stata quasi del tutto sbalzata fuori dall'abitacolo. Ferita anche la mamma, che era alla guida e ora è ricoverata in gravi condizioni al Rizzoli. Miriam lascia due figli, di 8 e 12 anni. Sul posto i carabinieri, a cui sono state affidate le indagini. Il magistrato di turno ha disposto l'autopsia.

Spari contro l'auto di un parente, 53enne ai domiciliari

ACERRA. Questa mattina gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Acerra hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari. emessa dal Gip del Tribunale di Nola, su richiesta della Procura della Repubblica di Nola, nei confronti di P.P., 53enne, in quanto indagato per minaccia agravvata con le aggravanti. I poliziotti, a seguito di un’attività investigativa, d’intesa e su delega della locale Procura della Repubblica, hanno accertato che il 53enne, nell’aprile scorso, aveva esploso colpi di arma da fuoco all’indirizzo dell’autovettura di un suo parente, a puro scopo intimidatorio per antichi dissapori familiari.

Studenti in spiaggia, al Sannazaro arrivano gli ispettori

NAPOLI. Si è svolto oggi il sopralluogo degli ispettori dell'Ufficio scolastico regionale della Campania al liceo classico Jacopo Sannazaro di Napoli, nel quartiere Vomero, dove quest'anno si è registrato un eccesso di iscritti rispetto all'effettiva disponibilità delle aule (53 classi per 48 aule), situazione che ha portato alla programmazione di attività extra moenia che hanno previsto anche attività sportive su una spiaggia dell'area flegrea, “gite" in piscine private della città e fresbee nella Villa Floridiana. Attività, tutte svolte con professori al seguito, che hanno scatenato le polemiche di diversi genitori e anche di alcuni docenti che, nei giorni scorsi, hanno scritto una lettera nella quale riconoscono che «attività didattiche extra moenia sono previste dal Piano triennale dell'offerta formativa (Ptof) del nostro liceo», ma aggiungono che «esse devono essere programmate dal Consiglio di classe e non organizzate in modo estemporaneo a inizio d'anno scolastico». Gli ispettori, inviati dal direttore scolastico regionale Luisa Franzese, hanno il compito di approfondire la vicenda e accertare l'esatto svolgimento dei fatti. Intanto per la giornata di oggi non sono state previste attività extra moenia. Per il sistema di rotazione delle aule, quattro classi, la 3C, la 3D, la 3F e la 3L, non hanno svolto attività didattica, mentre una quinta classe, la 4F, ha seguito le lezioni nella biblioteca dell'istituto. Gli studenti delle classi per le quali non era prevista attività didattica oggi, in segno di protesta contro la situazione che si è venuta a creare, hanno trascorso la mattinata sostando sulle scale all'ingresso dell'edificio scolastico in via Giacomo Puccini. Resta aperta la questione del sovraffollamento nel liceo vomerese, tra i più famosi della città: se da un lato alcuni stigmatizzano la tipologia delle attività extra moenia individuate per i ragazzi, dall'altro non sembra praticabile l'opzione del doppio turno, contro la quale si sarebbero già espressi molti genitori. Intanto, per il prossimo venerdì, la preside ha convocato il Comitato dei genitori. Sul sito dell'istituto, sono state appena pubblicate le classi che, nei prossimi giorni «non svolgeranno attività didattica né intra moenia né extra moenia». Domani ruoteranno i ragazzi delle classi 3A, 3B, 3E, 3I, 3G; per il giorno 20 ruoteranno 3M, 4A, 4B, 4C, 4D; il 21 sarà il turno di 4E, 4F, 4G, 4H, 4I. 

Fuorigrotta, aggredito custode del mercato: in manette 19enne

NAPOLI. Aggredisce il custode del mercato comunale di Fuorigrotta a bastonate, arrestato. I carabinieri del nucleo radiomobile del reparto operativo hanno tratto in arresto Kargbo Ibrahim, della Sierra Leone, 19enne, già noto alle forze dell'ordine. Gli operanti sono intervenuti in via Metastasio all’interno del mercato comunale dove hanno sorpreso il predetto mentre picchiava il custode 72enne con un bastone (poi trovato e sequestrato) causandogli lesioni a una mano guaribili in 5 giorni. Bloccato dopo una breve colluttazione, l’arrestato è ora in attesa di rito direttissimo.

Omicidio Siani, Fico alla cerimonia dell'anniversario

NAPOLI. Fitto il programma delle iniziative organizzate dalla Fondazione Polis per il 33esimo anniversario dell'omicidio di Giancarlo Siani, giornalista del Mattino ucciso dalla camorra il 23 settembre 1985 all'età di 26 anni. Si parte da Vico Equense, in Penisola Sorrentina, dove l'auto Mehari di Giancarlo Siani arriverà mercoledì 19 settembre e dove, giovedì 20 alle ore 18.30, nel Chiostro dell'Istituto Santissima Trinità e Paradiso si terrà l'incontro dal titolo "Giancarlo Siani: il giornalismo nei luoghi della criminalità organizzata. Cosa è cambiato?" con Gabriele Sensales, Paolo Borrometi, Paolo Siani, Geppino Fiorenza e Antonio Irlando. Venerdì 21 settembre alle ore 10.30 sarà intitolata a Giancarlo Siani la piazza del Municipio in una cerimonia alla quale sarà presente il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico. Si prosegue a Napoli dove, domenica 23 settembre alle 18, si terrà una Messa nella Chiesa dei Salesiani in via Morghen, nel quartiere Vomero, mentre alle 19 al Pan, nell'ambito del festival "Imbavagliati", Festival internazionale di giornalismo civile, si terrà l'incontro "Mai più soli" con il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, l'assessore alla cultura del Comune di Napoli Nino Daniele, l'assessore alla Sicurezza della Regione Campania Franco Roberti, il fratello di Giancarlo Siani, Paolo Siani, deputato Pd, il presidente della Fondazione Polis don Tonino Palmese e, ospite d'onore, Beppe Fiorello. Lunedì 24 settembre alle 9.15 si terrà la deposizione di fiori alle Rampe Siani a cura del Comune di Napoli alla presenza di rappresentanze delle scuole, della magistratura, dell'avvocatura, della Prefettura e delle forze dell'ordine.  Sempre lunedì 24 settembre alle ore 11, nell'aula del Consiglio regionale della Campania, si terrà la cerimonia di consegna del Premio Siani 2018, alla quale parteciperanno il presidente del Consiglio regionale Rosa D'Amelio, rappresentanti di Regione Campania e Comune di Napoli, il presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli e il segretario del Sindacato unitario giornalisti della Campania, Claudio Silvestri.

San Gennaro, attesa per il miracolo: al via domani i riti solenni

NAPOLI. Inizieranno domani a Napoli i riti solenni per la festività di San Gennaro, patrono della città e della Campania, la cui ricorrenza cade il 19 settembre, giorno dell'atteso miracolo della liquefazione del sangue. Domani martedì 18 settembre, alle ore 16.30, nei pressi della Chiesa delle Sacramentine in via Duomo, dove ha sede il Comitato diocesano San Gennaro, l'assistente spirituale del Comitato, monsignor Antonio Tredicini, canonico della Cattedrale, accoglierà monsignor Francesco Marino, vescovo di Nola, Diocesi che quest'anno offre l'olio per la lampada votiva, nonché i sindaci e i fedeli del territorio. Tutti si porteranno in piazza Filangieri per l'omaggio ai caduti e successivamente nella chiesa di San Giorgio Maggiore da dove, in processione, raggiungeranno il Duomo. Nella chiesa cattedrale, alle ore 18, avrà luogo la celebrazione dei primi vespri presieduta dall'arcivescovo, cardinale Crescenzio Sepe, al termine della quale, dopo la venerazione delle reliquie del Santo nella Cripta, tre staffette di tedofori del Centro sportivo italiano provenienti dal Santuario di San Gennaro alla Solfatara, dalle Catacombe di San Gennaro e dalla Chiesa di San Gennaro ad Antignano, procederanno all'accensione della lampada votiva sul sagrato del Duomo. 

IL FULCRO DEI RITI. Si arriva così a mercoledì 19 settembre, solennità di San Gennaro. Dopo la celebrazione della prima messa alle ore 8, un prelato della Cappella del Tesoro procederà alla lettura della Passione di San Gennaro. Alle 9.45 il cardinale Sepe si recherà nella Cappella del Santo dove, con l'ausilio dell'abate, monsignor Vincenzo De Gregorio, del sindaco di Napoli e presidente della Deputazione di San Gennaro Luigi de Magistris e del vicepresidente della Deputazione Riccardo Carafa D'Andria, provvederà all'apertura della cassaforte che contiene il reliquiario con le ampolle del sangue. Le ampolle e il busto saranno portati in processione sull'altare maggiore della Cattedrale dove il cardinale presiederà la celebrazione eucaristica solenne al termine della quale, se avverrà l'auspicata liquefazione del sangue, darà l'annuncio dell'evento. Dalle ore 16 alle 18.30 le ampolle con il sangue verranno offerte alla venerazione dei fedeli. Da giovedì 20 al 27 settembre si svolgerà l'Ottavario di ringraziamento: alle ore 9 esposizione delle reliquie e celebrazione eucaristica nella cappella del Santo, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 18.30 venerazione delle reliquie in cattedrale e celebrazione della messa alle ore 10, alle 12 e alle 18.30. 

Asl Napoli 2 Nord, incidenza tumori superiore ad altre aree

FRATTAMAGGIORE. Il Registro Tumori di popolazione dell’Asl Napoli 2 Nord relativo agli anni 2010/2012 nelle scorse settimane è stato aggiornato con le informazioni relative all’anno 2013. Si tratta di un passaggio importante perché i nuovi dati hanno confermato alcune tendenze evidenziatesi nella prima triennalità e ridimensionato alcune criticità emerse dalla prima analisi fatta sui tre anni.

L’analisi dei dati fa emergere che nell’Asl Napoli 2 Nord l’incidenza delle patologie oncologiche è paragonabile a quelle delle aree più industrializzate del Paese, mentre risulta superiore a quella delle altri territori del Mezzogiorno in cui sono presenti dei Registri Tumori accreditati. Dal 2010 al 2013 si sono registrati 18.067 nuovi casi di tumore maligno tra la popolazione residente sul territorio dell’Asl (oltre 1 milione di abitanti) che hanno interessato per il 55% uomini e per il 45% le donne.

Dice Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’Asl Napoli 2 Nord: «Ringrazio il dottor Giancarlo d’Orsi e tutto il suo staff di giovani e qualificati operatori per la dedizione e il rigore scientifico con cui stanno lavorando al Registro Tumori. Il loro lavoro ci permette di restituire una fotografia chiara e scientificamente validata di quale impatto abbiano le patologie oncologiche sul nostro territorio. Il rapporto 2010/2013 ci dice che siamo in presenza di una situazione che presenta un livello di rischio intermedio; ciò significa che da un lato dobbiamo intensificare gli sforzi per far aderire di più la popolazione agli interventi di prevenzione oncologica (screening del tumore del colon retto, del tumore della cervice uterina, del tumore della mammella), dall’altro dobbiamo affinare ancora meglio la nostra ricerca. A questo proposito già dai primi mesi del prossimo anno potremo disporre di un sistema di georeferenziazione dei dati realizzato in collaborazione con l’Università di Perugia. Basterà un click per verificare la distribuzione dei tumori sul nostro territorio».   

L’aggiornamento 2013 dei dati del Registro Tumori dell’Asl Napoli 2 Nord è stato inviato all’Associazione Italiana Registro Tumori e agli uffici regionali che coordinano l’attività dei diversi Registri.

Clienti prelevati direttamente in B&b da tassisti abusivi

NAPOLI. Continuano i controlli disposti della Polizia Locale di Napoli volti al contrasto dell'abusivismo nel trasporto pubblico, gli Agenti del Nucleo Mobilità Turistica della U.O. Chiaia, hanno effettuato una vasta operazione con appostamenti nelle strade prevalentemente battute dai tassisti abusivi, ossia via Milano, Corso Novara, Piazza Garibaldi, via Ponte di Casanova, via Nuova Poggioreale, via Don Bosco e via Stadera. A seguito di tale attività sono stati sorpresi 7 tassisti abusivi con a bordo clienti che avevano pattuito una somma di danaro per essere condotti dalla periferia alla Stazione Centrale. Per gli abusivi è scattata la sanzione prevista dall'art 87 cds per il trasporto abusivo di linea ed i veicoli sono stati sottoposti a fermo amministrativo. Durante i controlli per alcuni veicoli sono emerse altre irregolarità ed in particolare per tre è emersa anche la mancanza di assicurazione. L'importo totale delle sanzioni riscontrate è di 8.580 euro. Gli Agenti hanno poi continuato le loro attività a contrasto del noleggio abusivo nel centro cittadino utilizzando un'utenza mobile dedicata mediante la quale hanno contattato operatori abusivi che pubblicizzano le loro prestazioni sul web. Quindi, fingendosi clienti hanno concordato un appuntamento. In un caso il trasportatore abusivo è stato contattato da presunto bed & breakfast di via Toledo per trasportare da piazza Trieste e Trento all'aeroporto dietro corrispettivo di euro 30,00 due turisti che avrebbero dovuto prendere l' aereo. Fermati al posto di controllo in via San Carlo, l'abusivo è stato verbalizzato con ritiro carta di circolazione e fermo amministrativo dell'auto, ai sensi art 85 c.4 e sanzione di euro 169,00. Il secondo tassista abusivo è stato contattato con le stesse modalità dandogli appuntamento sempre in piazza Trieste e Trento per destinazione Sorrento dietro compenso di euro 60,00 solo andata. Fermato in Cavalli di Bronzo è stato verbalizzato ai sensi dell'art.85 c.4 con ritiro carta circolazione e fermo amministrativo del veicolo per due mesi. (

Bici rubate e braccialetti elettronici in casa, arrestato 56enne

CASORIA. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Afragola hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria M.E. di 56 anni perché gravemente indiziato del reato di ricettazione. A conclusione di un’attività investigativa ieri pomeriggio i poliziotti sono intervenuti in un appartamento di Casoria in viale Gramsci risultato essere un deposito di biciclette di dubbia provenienza. Infatti, nel corso dell’operazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato 76 biciclette, molte delle quali di ingente valore, ed accessori delle stesse. Ma i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato anche 16 decespugliatori, 3 martelli pneumatici, 17 motoseghe, 7 saldatrici, 25 cassette con attrezzi vari. Sono in corso serrate indagini per accertare il motivo per il quale il soggetto deteneva i braccialetti. In una valigetta nascosta in un locale interrato invece è stata scoperta una valigetta contenente braccialetti elettronici destinati ai soggetti sottoposti alla misura della detenzione domiciliare e una pinzatrice idonea alla punzonatura degli stessi. Nello stesso locale trovati 308 cd per videogiochi, 375 di film, un fucile ad aria compressa. Per il 56enne, con precedenti specifici, è scattato il fermo ed accompagnato presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli