Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Scavi di Stabia, riapre Villa Arianna e nel futuro eventi e spettacoli

Dopo la chiusra dovuta ai danni del nubifragio di ottobre scorso, nuove staccionate, curato il verde e rifatte alcune coperture


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 14:10


CASTELLAMMARE DI STABIA.

La Passione di Cristo commuove a Castellammare di Stabia

Una rappresentazione amatoriale ma espressa con grande passione, che ha suscitato molta impressione soprattutto nei bambini e ha ricevuto applausi scroscianti e i complimenti del Vescovo


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 13:48


CASTELLAMMARE DI STABIA.

La Passione di Cristo commuove a Castellammare di Stabia

CONDIVIDI:
Turista tedesco ferito, migliorano le condizioni del 17enne


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 13:18


NAPOLI.

Scuolabus non a norma, 10 multati da Guardia di Finanza


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 12:56


NAPOLI. Scuolabus irregolari in servizio vicino ad alcune scuole di Napoli, in p

Scuolabus non a norma, 10 multati da Guardia di Finanza

CONDIVIDI:

In qualche caso sono state accertate gravissime irregolarità inerenti alle modifiche strutturali apportate ai veicoli, non omologati secondo la vigente normativa, finalizzate ad aumentare il numero di bambini trasportabili in ogni singolo viaggio, attraverso l'uso di banchetti in legno o ferro ancorati alla struttura del veicolo senza rispettare i requisiti di sicurezza dei passeggeri e concretizzando il pericolo per l'incolumità fisica dei giovanissimi studenti, in caso di collisione. Inoltre, sono state ritirate e sospese 2 patenti di guida e 6 carte di circolazione, oltre ad essere sottoposti a sequestro 5 veicoli adibiti all'illecito servizio di Scuolabus. Nei confronti degli autisti, risultati essere totalmente privi di autorizzazioni e quindi di partita iva, saranno avviati anche i dovuti accertamenti di natura fiscale, finalizzati alla ricostruzione di quanto abusivamente percepito e sottratto a tassazione, tenuto conto che le tariffe praticate per usufruire di tale servizio illecito andavano dai 50 euro ai 150 euro mensili, pagati dalle famiglie per singolo bambino. Gli autisti multati per assicurarsi i cospicui guadagni, si erano adoperati anche a modificare illecitamente i mezzi, per il trasporto anche di 25 bambini ad ogni percorso. 

Ucciso in Messico, oggi i funerali: italiano sospettato del delitto


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 12:41


NAPOLI.

Attentato alla Riviera di Chiaia, due auto distrutte nella notte


di  

CONDIVIDI:

Mar 16 Aprile 2019 12:32


NAPOLI. Un boato nella notte, il palazzo al civico 23 di via Riviera di Chiaia i

Cosparge di benzina mamma e nonna, arrestato


di  

CONDIVIDI:

Lun 15 Aprile 2019 20:44


MARIGLIANO.

Universiadi, appello di Patrizio Oliva ai volontari: occasione unica


di  

CONDIVIDI:

Lun 15 Aprile 2019 20:20


NAPOLI. Un'opportunità professionale unica nell'evento sportivo internazionale c

Cassonetti nei posti per disabili


di  

CONDIVIDI:

Lun 15 Aprile 2019 20:00


NAPOLI. Forse non aveva tutti i torti il signor Pino Bozza, che si era difeso da

Ma non basta. I controlli dei vigili sulle zone delimitate dalle strisce gialle e dai cartelli con i loghi degli invalidi, sono spesso e volentieri occupate da auto che non ne hanno diritto o che comunque non espongono i contrassegni. Abbiamo documentato in altre foto come in tante zone della città le macchine parcheggino tranquillamente sulle strisce gialle dei disabili occupandole senza porsi il problema di chi di quelle zone fa motivo di agibilità, vivibilità e anche di dignità umana. Per chi ha diritto al posto dei disabili e se lo trova occupato, come nelle foto scattate a via Jannelli, via Freud, via Casanova, via Pietro Castellino (gallery sul sito), per non parlare di quelle occupate dai cassonetti a corso Novara, una situazione del genere provoca rabbia, malumore, sfiducia nelle istituzioni, soprattutto se poi all’origine c’è la disattenzione degli addetti comunali o del personale di un’azienda municipalizzata. Per questo Pino Bozza, pur nel torto, qualche ragione per sentirsi “perseguitato” come ricco che ostenta e occupa senza ritegno un posto altrui, ce l’aveva e aveva colto nel segno puntando l’indice sulla morbosità che ci fa accorgere di una violazione così clamorosa della legge solo se davanti ci ritroviamo un macchinone di lusso. Ma se quel posto per disabili l’avesse occupato una Panda o un cassonetto dei rifiuti, qualcuno se ne sarebbe accorto?

Pagine