Domenica 24 Febbraio 2019 - 5:13

Acerra, ucciso il ras Vincenzo Mariniello

ACERRA. Agguato mortale di stampo camorristico alle 10 e 30 ad Acerra, in via Pietro Nenni. I sicari sono entrati in azione nei pressi dell'abitazione di .Vincenzo Mariniello, 45enne con diversi precedenti di polizia a carico tra cui il 416bis. Sul posto sono accorsi polizia e carabinieri, che indagano con il coordinamento della procura antimafia. L'uomo si trovava da solo a bordo della sua Mercedes  

Mugnano, 62enne ammazzato con un colpo alla testa

NAPOLI. La camorra fa fuoco a Mugnano, in provincia di Napoli. Un uomo è stato ucciso a colpi di pistola un operatore del mercato ittico di via Pietro Nenni (nella foto il cadavere). Si tratta di Giovanni Pianese, è stato colpito con un colpo alla testa ed è morto sul colpo. I fatti di sangue si sono verificati all'incrocio tra via Mercato e via Aldo Moro. Sul posto i carabinieri della locale stazione e i militari della compagnia di Marano.

 

 

 

 

Scappa di casa, 13enne ritrovato alla Stazione

NAPOLI. La presenza di un tredicenne che si aggirava da solo nella stazione di Napoli Centrale, nella tarda serata di ieri, non è passata inosservata ed il ragazzino è stato subito avvicinato da una pattuglia della Polizia Ferroviaria. Gli agenti hanno così appreso che si era allontanato dalla sua abitazione in provincia di Napoli senza dirlo ai suoi genitori. La sua fuga è così terminata prima ancora di iniziare perché i poliziotti hanno avvisato la madre che si è precipitata in stazione per riportarlo a casa.

             

"Troppe truffe", azienda tedesca rifiuta acquisti online da Napoli

NAPOLI. “Ci dispiace informarti che non spediamo a Napoli e dobbiamo di conseguenze cancellare il tuo ordine. Purtroppo la grande quantità di ordini fraudolenti ci ha portato a declinare tutti gli ordini che provengono dalla tua città”. Così, in una mail, l’azienda tedesca Paul Valentine risponde ad una cliente napoletana nonostante quest’ultima avesse già pagato con carta di credito. La donna si è rivolta allo sportello comunale “Difendi la città” guidato dalla delegata del sindaco all’Autonomia Flavia Sorrentino che ha pubblicato su Facebook la foto della mail. «Quale frode potrebbe temere quest'azienda se il pagamento era stato effettuato in modo anticipato tramite carta di credito? Se i motivi, come affermato, non fossero discriminatori quali sono le statistiche in loro possesso che hanno condotto a questa politica aziendale visto che migliaia di aziende in tutto il mondo spediscono i loro prodotti a Napoli senza alcun problema?» si chiede la Sorrentino sulla pagina social dello sportello annunciando: «Abbiamo già inviato le nostre rimostranze all'azienda in oggetto a tutela dell’immagine della Città di Napoli». 

dadema

Strade colabrodo, una “mano" esce dalla buca a San Gregorio Armeno

NAPOLI. «A simboleggiare lo stato di salute delle strade cittadine la foto apparsa sui social della mano che fuoriesce dalla buca a San Gregorio Armeno, a lasciare intendere che qualcuno ci è finito dentro. Originale protesta ma fotografa lo stato di salute reale delle strade cittadine. L’asfalto cede in diversi punti della città, tra cantieri perenni e voragini. È di qualche giorno fa uno sprofondamento in piazza Leonardo al Vomero. A rischio l’incolumità di pedoni e motociclisti. Si faccia la manutenzione necessaria, mobilità resa complicata dallo stato precario del manto stradale». Lo hanno detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale dei Verdi, e il conduttore radiofonico Gianni Simioli. «Attraversare la città - hanno aggiunto Borrelli e Simioli - dal centro alla periferia è un susseguirsi di rattoppi, non c’è un millimetro di strada intatta e percorribile con tranquillità. Slalom continui per garantirsi l’incolumità. Non si continui a sottovalutare il problema e si intervenga tempestivamente».

Io sono originale, seminario sulla contraffazione alla Federico II con l'Adiconsum

NAPOLI. Lotta alla contraffazione, seminario alla Federico II. Il progetto, “io sono originale” promosso dalla Direzione Generale Lotta alla Contraffazione Ufficio Italiano Brevetti e Marchi del Ministero per lo Sviluppo economico sarà approfondito nella tappa partenopea domani, lunedì 18 febbraio alle ore 11 presso il centro congressi dell’Università degli Studi di Napoli Federico II in via Partenope, 36 - aula A. L’iniziativa che vede come braccio operativo le associazioni dei consumatori, sarà realizzata in questa occasione dall’Adiconsum “l’associazione consumatori e ambiente”, vicina alla Cisl. Il seminario ha l'obiettivo di approfondire il tema della tutela della proprietà intellettuale e della lotta alla contraffazione, con il coinvolgimento degli studenti universitari, per promuovere la conoscenza, l’utilizzo e il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale fra gli studenti, sensibilizzandoli alla lotta al falso; incoraggiare la conoscenza del valore dell’attività creatività e della sua tutela quale leva di progresso e sviluppo professionale e lavorativo nell’ambito universitario; informare e sensibilizzare i partecipanti al fine di prevenire e contrastare il fenomeno dei roghi, anche con riguardo alla contraffazione. Un progetto che assume valenza particolare nell’area della Terra dei fuochi, dove i roghi tossici, e lo confermano le operazioni delle forze dell’ordine, sono per lo più legati allo sversamento di materiali di risulta di aziende che operano in nero, e che smaltiscono illegalmente questi scarti, riducendoli in cenere, per cancellare tracce, avvelenando così l’ambiente. Al seminario moderato dal giornalista Franco Buononato, partecipano Eleonora Iocco, presidente Adiconsum Napoli; gli avvocati e docenti Angelo Pisani e Gennaro Demetrio Paipais; il penalista Sergio Pisani; il tenente colonnello, comandante del gruppo pronto impiego di Napoli della Guardia di finanza, Diego De Luca; l’imprenditore Luigi Giamundo, presidente del Museo del Vero e del Falso; l’ad della conceria Russo di Casandrino, Salvatore Marone. L’iniziativa vede il supporto del comitato scientifico composti dai legali Giuseppe Billi (civilista) e Giuseppe Tipaldi (tributarista) e del giornalista Giuseppe Maiello, tutti componenti del direttivo regionale dell’Adiconsum.

Furto di energia elettrica, chiuso un bar in via Manzoni

NAPOLI. Sigarette di contrabbando sequestrate a Porta Nolana e corrente "rubata" in un bar di via Manzoni. Sono le due scoperte fatte dagli agenti della Unità Operativa Polizia Investigativa Centrale della Municipale che sono prima intervenuti nell'area di Porta Nolana sequestrando 21 chili di sigarette prive di contrassegno dei Monopoli di Stato e successivamente hanno raccolto una segnalazione sul bar di via Manzoni. Qui, con la collaborazione dei tecnici dell'Enel in un'attività realizzata da diversi mesi in sinergia finalizzata al contrasto dei furti di elettricità, gli agenti hanno accertato la causa delle anomalie nella misurazione dei consumi di energia elettrica del grande esercizio pubblico che, attraverso la manomissione del contatore con la rottura dei sigilli e l'applicazione di un magnete che alterava la registrazione della fornitura, riusciva ad ottenere un risparmio sui consumi.  Secondo le prime stime effettuate dai tecnici intervenuti, il danno arrecato alla società erogatrice dell'energia elettrica, considerando il tempo durante il quale si sono registrate queste anomalie, non sarà inferiore ai 25.000 euro. A seguito di quanto accertato, il bar pasticceria è stato chiuso ed il titolare dell'attività denunciato per truffa aggravata e stato deferito all'Autorità Giudiziaria per i reati di furto previsti e puniti dagli articoli 624 e 625 del Codice Penale. 

Diciotti, Procura valuta iscrizione registro indagati di Conte

Come apprende l'Adnkronos, sono arrivati negli uffici della Procura di Catania gli atti della memoria sul caso Diciotti e firmati dal premier Giuseppe Conte e dai ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninelli nell'ambito dell'indagine a carico del ministro dell'Interno, Matteo Salvini, sotto esame della Giunta per le immunità del Senato. Il titolare dell'inchiesta è lo stesso procuratore Carmelo Zuccaro.

La Procura di Catania, apprende l'Adnkronos, sta valutando l'iscrizione nel registro degli indagati del premier Giuseppe Conte e dei ministri Danilo Toninelli e Luigi Di Maio nell'ambito dell'inchiesta. Secondo ambienti giudiziari, l'iscrizione nel registro indagati dei tre esponenti del governo gialloverde sarebbe automatica. Poi, il fascicolo sarà inviato al tribunale dei ministri che dovrà valutare se archiviare o procedere contro Conte, Di Maio e Toninelli.

Stanato il boss di San Giovanni a Teduccio

NAPOLI. Catturato Ciro Rinaldi, detto “My way", malavitoso del rione Villa e a capo del clan avversario ai Mazzarella. A suo carico due ordinanze: una per il duplice omicidio di Raffaele Cepparulo e dell’innocente Ciro Colonna, l’altra per l’omicidio di Vincenzo De Bernardo (un affiliato ai Mazzarella). Il 55enne aveva fatto perdere le sue tracce poco prima che la Cassazione si pronunciasse sul ricorso che la procura aveva presentato avverso la sua  scarcerazione per duplice omicidio.

I Carabinieri della sezione “catturandi” di Napoli lo hanno individuato e catturato in casa di parenti nel quartiere napoletano di San Pietro a Patierno. Non ha tentato la fuga né opposto resistenza e si è lasciato pacificamente ammanettare. Non era armato e non aveva documenti falsi. Si ritiene non fosse il suo covo ma una soluzione di mero passaggio nel suo spostarsi tra un covo e un altro. In tasca aveva dei fogli manoscritti con numeri e appunti che da un primo esame sembrano giocate per il superenalotto e codici per scommettere su incontri di calcio.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno