Giovedì 20 Settembre 2018 - 23:24

Avvicina la ex moglie a Villaricca nonostante il divieto, 44enne ai domiciliari

VILLARICCA. Vìola il divieto di avvicinarsi alla ex: arrestato dai carabinieri. I militari della stazione di Qualiano hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento di misura cautelare emessa dal gip del tribunale Napoli-nord a carico di un 44enne residente a napoli già noto alle forze dell'ordine. Nell’ambito di un procedimento penale per maltrattamenti in famiglia e atti persecutori commessi nel 2014 ai danni della ex moglie 33enne di vVillaricca, l’uomo era stato sottoposto al divieto di avvicinarsi ai luoghi frequentati dalla parte offesa, divieto che il soggetto aveva violato il 15 gennaio (presentandosi sotto la casa della donna) e il 31 gennaio (quando l’aveva minacciata con un coltello). L’arrestato è ai domiciliari a disposizione dell’autorità giudiziaria.

 

Cercola, 16enne rapinato
e ferito alla testa

CERCOLA. Rapinato e colpito alla testa con il calcio della pistola, finisce in ospedale con un trauma cranico, ma fortunatamente ne esce dopo qualche ora senza gravi conseguenze. L’episodio è accaduto nella serata di sabato nella periferia del comune vesuviano, non lontano dalla zona residenziale della Lottizzazione Carafa. Teatro della rapina, secondo quanto ricostruito dalla polizia che inizialmente si è occupata del caso, l’isolata via Matteotti, strada che mette in collegamento il centrale corso Domenico Riccardi con la periferica via Argine. È qui che ha avuto luogo la disavventura che ha visto come protagonista un sedicenne della zona che passeggiava tranquillamente in compagnia della fidanzata quando è stato raggiunto da un uomo in motorino che gli ha intimato di dargli il cellulare. Il rapinatore ha probabilmente individuato nella coppia un facile bersaglio grazie al quale mettere a segno un colpo senza problemi, così si è avvicinato ai due e sotto la minaccia di una pistola ha preteso la consegna del telefonino. Ma la vittima avrebbe fatto qualcosa che ha messo in allarme l’uomo per ora ancora senza identità, il quale per tutta reazione l’ha colpita con il calcio della pistola dandosi poi alla fuga mentre il giovane di lì a poco veniva soccorso e accompagnato in ospedale. Ai carabinieri di Cercola il 16enne ha raccontanto i particolari della rapina. Dalla sua deposizione non si potrebbe escludere che il rapinatore abbia potuto agire sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Faida di Forcella, 21enne ucciso
Si indaga sulla famiglia

NAPOLI. Agguato di chiaro stampo camorristico ieri sera durante la partita del Napoli in un circolo su via Cleopatra a Ponticelli, all'incrocio con via Bronzi di Riace, gravemente ferito a colpi d'arma da fuoco Gianmarco Lambiase, 21 anni, già noto alle forze dell'ordine. Ricoverato in gravissime condizioni, il giovane è poi morto durante la notte in ospedale. Il ragazzo è originario di Forcella e sarebbe legato al clan Mazzarella. Da qualche tempo si era trasferito a Ponticelli per sfuggire al clima teso che si registra nei vicoli del Centro a causa della faida per il controllo dei traffici malavitosi. Ma i kiler rivali sono andati a scovarlo fino a Ponticelli. Si indaga sulla famiglia del giovane di Forcella. I funeralli si svolgeranno in forma privata per motivi di sicurezza pubblica. 

Usura a Posillipo: arrestato un 40enne

NAPOLI. I carabinieri della stazione Napoli Vomero arenella hanno arrestato per estorsione e usura Salvatore Vitorio, 40 anni, residente in via Posillipo, già noto alle forze dell'ordine. L’uomo è stato bloccato nel quartiere Vomero mentre avvicinava un 40enne del luogo, impenditore edile e, con minacce, si faceva consegnare a saldo di un debito contratto 15 cambiali per complessivi 150.000 euro. Con successive verifiche i carabinieri hanno accertato che la vittima, a fronte di un prestito di 45.000 euro ricevuto dal vitolo ad ottobre 2013, è stato costretto, con minacce, ad impegnarsi a restituirne 150mila euro. Sottoposto a perquisizione, il 40enne è stato trovato in possesso di assegni per complessivi 166.500 euro, cambiali per 150.000 euro, 1.545 euro in denaro contante e di un tonfa. Tutto il materiale è stato sequestrato. Sono in corso indagini per identificare eventuali altre vittime dell’usuraio.

Caivano, droga nella parete del box doccia: in manette 45enne

CAIVANO. Droga nell'intercapedine del box doccia. I carabinieri della tenenza di Caivano hanno arrestato Salvatore D'Angelo, 45enne, già noto alle forze dell'ordine. Nel corso di una perquisizione nella sua abitazione, i militari hanno rinvenuto e sequestrato oltre cento grammi di sostanze stupefacenti, nascosti in una intercapedine realizzata tra il box doccia e la parete della stanza da bagno. Sequestrato anche un sistema di videosorveglianza realizzato con l’utilizzo di un televisore e una telecamera, usato per monitorare gli accessi nella casa. 

AMPIO SERVIZIO SUL GIORNALE IN EDICOLA

"Giù le mani dalle guide" in 600 protestano agli Scavi di Pompei

POMPEI - "Giù le mani dalla guida" è lo slogan sulle magliette indossate dalle guide turistiche che sono giunte a Pompei per la manifestazione nazionale organizzata dalla categoria davanti agli Scavi. Sono arrivati con due pullman da Roma e uno da Firenze, delegazioni dalla Puglia e dalla Calabria. In contemporanea, al Nord, sta andando in scena una manifestazione a Venezia:una regata con lo slogan 'Remiamo contro a chi ci rema contro', in sostegno della vertenza contro la deregulation della professione. 'A Pompei siamo oltre 600 persone, non quante avremmo potuto essere, perché abbiamo voluto che i colleghi, che avevano già assunto impegni oggi, potessero lavorare', ha spiegato Pietro Melziade, rappresentante delle Guide turistiche della Campania. Le guide campane hanno creato una pagina Facebook con lo slogan che caratterizza la manifestazione e che è scritto sulle T-shirt indossate in Piazza Porta Marina Inferiore, davanti alle biglietterie. Lo slogan è ''Giù le mani dalla guida'', in gemellaggio con le guide turistiche francesi, il cui slogan è ''Touche pas á mon guide'', per la battaglia che anche in Francia si sta conducendo in difesa della professione e dei siti nazionali. I turisti, richiamati oggi agli Scavi di Pompei, per la domenica gratis che il Ministero dei Beni culturali ha istituito da un anno, hanno usufruito anche della 'Giornata della Guida' che prevede la visita guidata offerta gratuitamente dalle guide turistiche, ''perché si apprezzi il valore del lavoro degli operatori del settore' spigano. 'E' così che qualche turista, dopo avere chiesto spiegazioni della protesta che ha incontrato davanti agli Scavi, sensibilizzato alla nostra vertenza, si è poi unito alla nostra manifestazione ' ha spiegato Susy Martire, guida turistica molto attiva sul territorio. Più tardi, le guide turistiche vorrebbero dare vita a un flash mob nel Foro. 'La nostra manifestazione - ha detto Melziade- ha volutamente assunto toni molto moderati. Perché vorremmo fare arrivare al ministro Francescini il nostro messaggio. Ma se non saremo ascoltati, la prossima sarà una protesta più tesa'.

Muore in un incidente stradale
il magistrato Federico Bisceglia

CASTROVILLARI. È morto in seguito ad un incidente stradale Federico Bisceglia, 45 anni, calabrese, pubblico ministero della Procura di Napoli Nord.
Bisceglia, magistrato molto apprezzato per le si

ie inchieste, era esperto in reati ambientali ed era titolare delle indagini sul caso della piccola Fortuna precipitata da un palazzo al Parco Verde di Caivano.

 

 

Arzano, georgiano muore accoltellato

ARZANO. Omicidio in serata ad Arzano, dove per cause ancora da accertare un giovane dell’est europeo, probabilmente un georgiano è stato accoltellato all’addome. A trovarlo e a soccorrerlo sono stati gli operatori del 118, allertati dai carabinieri su segnalazione di un cittadino che nell’androne del palazzo di via Napoli in cui abita ha visto un uomo a terra agonizzante. Ma la corsa all’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli è stata inutile: i medici hanno fatto di tutto per salvarlo, ma non ci sono riusciti. Le indagini sono scattate immediatamente e la pista più seguita conduce a una lite finita nel sangue. Forse un tentativo di rapina, ma in assenza di testimonianze gli investigatori non si sbilanciano sul movente del delitto.

Centrale del falso nella videoteca,
arrestati titolare e dipendente

CASALNUOVO. Scacco alla pirateria informatica: sequestrati cd e dvd contraffatti per un valore di circa 100mila euro e arrestati due pregiudicati. Insieme ai prodotti originali, è in una nota videoteca di via Arcora che Vincenzo Cucciniello, titolare dell’attività, e il suo dipendente Abramo De Vergori, rifornivano di merce contraffatta i clienti interessati a risparmiare: tali prodotti privi del bollino Siae, infatti, venivano offerti agli avventori al prezzo di circa 5-6 euro. Questo è quanto succedeva almeno fino a venerdì, quando l’attività illegale è stata scoperta dai carabinieri della stazione di Pomigliano, coordinati dal maresciallo Domenico Giannini, che dopo l'irruzione nel locale hanno rinvenuto 500 cd e dvd falsi e 4 masterizzatori. Durante la successiva perquisizione effettuata presso l’abitazione del commerciante sono stati poi rinvenuti altri 19.500 supporti duplicati e 20 masterizzatori. Tutto materiale poi sequestrato. Arrestati il 47enne Vincenzo Cucciniello e il 40enne Abramo De Vergori.

Si lancia dal cavalcavia,
ventenne in fin di vita

SAN VITALIANO. Dramma giovanile, si getta nel vuoto dal cavalcavia dell’autostrada. Gravissime le sue condizioni, la giovane donna lotta tra la vita e la morte. È accaduto sabato pomeriggio poco prima delle 16, una giovane donna di origine brasiliana  poco più che ventenne, per cause ancora sconosciute si è lanciata nel vuoto dal cavalcavia dell’autostrada A16, Napoli-Canosa, finendo sulla carreggiata del tratto autostradale sottostante della Napoli-Nola, all’altezza di via Maddaloni, la strada che collega San Vitaliano al vicino comune di Scisciano. Gli automobilisti che viaggiavano sul tratto autostradale in direzione dell’uscita di Nola, hanno assistito al volo della ragazza che si è schiantata sulla carreggiata dinanzi ai loro occhi, solo un miracolo ha fatto sì che riuscissero a non investirla, anche se si è verificato un tamponamento a catena. Immediata l’allerta al 118 e alla Polstrada di Avellino intervenuta tempestivamente. L’ambulanza ha trasportato la giovane donna, le cui condizioni sono apparse da subito gravissime, presso il vicino ospedale Santa Maria la Pietà di Nola, dove la giovane donna è in prognosi riservata e lotta tra a vita e la morte.

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno