Giovedì 15 Novembre 2018 - 20:52

La crisi travolge anche l'alta cucina, chiude la Sacrestia

NAPOLI. Era uno dei ristoranti più noti di Napoli. La Sacrestia, i locale di via Orazio, ha chiuso i battenti. La crisi ha travolto un’altra storica azienda della città, un marchio di qualità conosciuto nel mondo. Martedì scorso per i cinque dipendenti che erano rimasti sono arrivate le lettere di licenziamento. A nulla è valso il tentativo fatto negli ultimi tempi da parte del patron 83enne Dino Murolo di cedere il locale. L’accordo non è stato raggiunto e non c’è stata altra soluzione che abbassare le saracinesche. Nel marzo scorso, la morte dello chef Felice Ponari, che ha fatto la fortuna e la storia del locale, sembra aver portato con sé il destino di un simbolo della ristorazione napoletana.
Il locale fu fondato nel 1971 da Arnaldo Ponsiglione. La ristorazione non era il mestiere di famiglia, che aveva fatto fortuna nel settore della moda, e in particolare nella produzione di guanti. L’arrivo di Ponari solo tre anni dopo, nel 1974, diede subito una svolta e un’impronta decisa allo stile della cucina dell’azienda di Posillipo. Poi, con la guida di Marco, il figlio del fondatore, il ristorante prese il volo. Ponari restò fino al 2002. La guida del Gambero Rosso inseriva costantemente il locale tra i migliori d’Italia.
Ma che l’aria stava cambiando Marco lo capì già nel 2000. Nel 2001, infatti, scelse Milano dove aprì un locale nella zona dei Navigli. Se ne andò criticando la sua città, che non offriva spunti e risorse: «Chi lascia Napoli non la ama. Io rispondo: solo chi la lascia la ama davvero, perché vuole farla conoscere al mondo. Forse noi, come popolo, siamo troppo autodistruttivi: i figli migliori di Napoli sono costretti ad andarsene, incompresi», disse ai giornali. 
Posizionato in uno dei punti più panoramici di via Orazio, con ampie vetrate e una bellissima terrazza, la Sacrestia era certamente un posto esclusivo. Ma negli ultimi tempi le prenotazioni cominciavano a scarseggiare. Il numero di dipendenti a ridursi sempre di più. In sala erano rimasti solo due camerieri. 
Le ultime recensioni su Tripadvisor non sono entusiasmanti. Ma è evidente che quando un’azienda entra in crisi non può mantenere gli stessi livelli di qualità
La Sacrestia è solo uno dei tanti locali storici, noti in tutto il mondo che hanno chiuso i battenti. Il Sarago, il Delicato, per restare nel settore della ristorazione, ma anche Scaturchio, Caflish per quanto riguarda la pasticceria sono scomparsi nel giro di pochi anni. È forse anche la fine di un modo di intendere la tradizione.

Ponticelli, due arresti per spaccio

NAPOLI. Blitz dei carabinieri a Ponticelli, con un lusinghiero bilancio di due arresti per spaccio e 10 persone denunciate a piede libero. I carabinieri della compagnia di Napoli Poggioreale e del nucleo radiomobile di Napoli hanno svolto uno specifico servizio di controllo del territorio nel complesso di edilizia popolare chiamato “Parco Conocal”, area sotto l’influenza del clan camorristico “D’Amico”,finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, con perquisizioni e controlli di pregiudicati della zona. alla fine i militari hanno arrestato un uomo e una donna. Cominciamo da quest'ultima: per spaccio e detenzione di stupefacente  Elvira Simonetti, 39 anni, del luogo, incensurata, notata spacciare dal balcone della sua abitazione, mediante una corda, una confezione di marijuana ad un giovane acquirente di Ottaviano. Alla vista dei carabinieri la donna ha tentato di disfarsi, lanciandolo dal balcone,di  un involucro contenente 15 grammi di droga, prontamente recuperata e sequestrata. L’acquirente è stato segnalato alla prefettura quale consumatore di stupefacenti. L’arrestata, dopo le formalità di rito, è stata accompagnata nella sua abitazione agli arresti domiciliari in attesa di rito direttissimo. In manette anche Mario, 32 anni, residente in via Sambuco, già noto alle forze dell'ordine, raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Nola, dovendo espiare la pena ad un anno di reclusione per furto commesso a Casalnuovo di Napoli il 19 marzo 2007. L’arrestato è stato tradotto nel carcere di Poggioreale.

Rione Sanità sott'assedio: arresti, denunciati e sequestri

NAPOLI. I Carabinieri della Compagnia Napoli Stella hanno svolto uno specifico servizio di controllo del territorio nel quartiere Sanità finalizzato al contrasto dell’illegalità diffusa, con perquisizioni e controlli di pregiudicati della zona, in particolare: hanno arrestato per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio Menale Sebastiano, 51 anni, residente in Salita Miradois, già noto alle forze dell'ordine, rintracciato nei pressi della sua abitazione poiché destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare agli aadd emessa dal Gip di Napoli per maltrattamenti in famiglia e lesioni ai danni della ex convivente. Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso di 3 grammi di marijuana, divisa in tre confezioni. Con successiva perquisizione domiciliari, i carabinieri hanno rinvenuto 34,1 grammi di cocaina, 81 grammi di marijuana, divisa in 81 confezioni e vario materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Omicidio Mazzanti, il pregiudicato ucciso per la guerra della droga

NAPOLI. È lo spaccio di droga sui Quartieri Spagnoli il movente dell’omicidio di Mario Mazzanti. In particolare, alla base dell’agguato ci sarebbe secondo alcuni investigatori un contrasto sorto tra la vittima e alcuni personaggi legati al clan Ricci-Esposito-Saltalamacchia-Cardillo. Voci confidenziali racconterebbero anche di un collegamento tra gli assassini e malavitosi del rione Sanità, dove ieri sera sarebbe accaduto un grave episodio, anche se senza feriti: una sparatoria in aria a scopo intimidatorio compiuta da “quartierani”. Infine, poco prima o poco dopo, altro allarme alla Pignasecca. Qualcuno avrebbe sentito ei colpi di pistola, con un inseguimento tra motociclette nei vicoli a salire.

Scippano una collanina d'oro ad un'anziana: bloccati banditi in piazza Cavour

NAPOLI. I poliziotti del Commissariato San Carlo Arena hanno sottoposto a fermo di polizia giudiziaria Pasquale Pizzo 19enne e Stefano Menale 24enne, napoletani, perché indiziati del reato di rapina. Gli agenti, a seguito di richiesta di aiuto giunta al 113 per persona anziana rapinata, sono intervenuti nei pressi di Piazza Cavour. I fatti, quindi risalgono alla tarda mattinata di ieri, quando i due uomini, hanno aggredito e malmenato un 70enne riuscendo a strappargli dal collo un pendente in oro e fuggendo dopo una breve colluttazione. I poliziotti, in vico Lammatari, grazie alla dettagliata descrizione fornita dalla vittima,  hanno quindi intercettato e bloccato prima  il 19enne che in sella ad uno scooter, alla vista della Polizia, ha tentato di fuggire e  poco dopo il 24enne in via Vergini. Gli agenti hanno quindi sottoposto a fermo i due rapinatori riconosciuti anche dalla stessa vittima e li hanno accompagnati al carcere di Poggioreale.

Dieci nuovi treni per la Linea 1 della metro

NAPOLI. "Una delibera di importanza fondamentale e strategica". Questo il primo commento del Sindaco Luigi de Magistris all'approvazione della delibera proposta dall'Assessore Mario Calabrese con la quale utilizzando i fondi POR regionali si è varata la gara per 98 milioni di euro per la progettazione e l'acquisto di dieci treni per la Linea 1 della Metropolitana. La gara sarà bandita nei prossimi giorni e sarà una gara internazionale di altissima levatura tecnica visto che i treni dovranno essere progettati e realizzati per rispondere alle particolari caratteristiche del tracciato cittadino della Linea 1 con forti dislivelli e con la necessità - tra l'altro ad esempio - di avere tutte ruote motrici per ogni treno. Dopo l'estate di quest'anno è prevista l'aggiudicazione della fornitura dei dieci treni,i primi dei quali saranno consegnati entro il 2016 mentre i successivi saranno consegnati man mano che usciranno dalle officine dopo i rituali collaudi. Grande soddisfazione è stata espressa dall'assessore regionale ai Lavori Pubblici e Grandi Progetti e dall'Assessore alle infrastrutture e mobilità Mario Calabrese che hanno sottolineato "l'importanza del lavoro sinergico tra le due Amministrazioni su un tema cosi delicato come quello della mobilità dei cittadini".

Marano, ladri allo stadio

MARANO DI NAPOLI. Probabilmente sono entrati di notte e hanno fatto il colpo da alcune migliaia di euro. Scenario dell'azione il campo sportivo comunale di Marano, teatro degli allenamenti infrasettimanali del Napoli quando la squadra azzurra militava in serie C. In via Falcone i malintenzionati hanno portato via alcuni cavi di rame di grosse dimensioni che servivano a portare energia all'impianto elettrico.

 

 

San Giorgio a Cremano, aumenti Tari sott'accusa

SAN GIORGIO A CREMANO. «Fermare gli aumenti della Tari». È la richiesta unanime che i commercianti di San Giorgio a Cremano hanno formulato ai candidati sindaci nel corso di un incontro tenuto nella sala della chiesa Santa Maria del Carmine. Tra gli esercenti, c'è chi deve pagare anche oltre mille euro al mese di tassa rifiuti. Gli aumenti in alcuni casi arrivano a raggiungere anche il 100%. «Purtroppo non avevamo altra scelta che applicare queste tariffe», ha detto il candidato del centrosinistra, Giorgio Zinno. «A San Giorgio a Cremano è ridotta la produzione dei rifiuti ma non si capisce perché invece i costi aumentano», ha replicato il candidato del M5S, Danilo Cascone, mentre Ciro Di Giacomo, candidato del centrodestra, ha ricordato che «nel 2007 avevamo un'isola ecologica che consentiva ad utenti e commercianti di ridurre il costo della tariffa dei rifiuti». «Aumenti previsti per legge? Dubito che lo fossero aumenti subiti da alcune categorie commerciali», aggiunge Ciro Lembo, mentre Aquilino Di Marco ricorda: «Si sarebbero potuti approvare una serie di provvedimenti per ridurre le spese, ma non ci è stato dato modo di farlo».

Appalti Ercolano, Oliviero: «Mai indagato»

ERCOLANO. «Non mi è stato mai notificato nessun provvedimento di prosecuzione dell’attività investigativa. Non ho mai ricevuto notifiche in merito ad un mio coinvolgimento, in qualità di indagato, in vicende relative al ruolo amministrativo che ricopro». Così Rory Oliviero, presidente del consiglio comunale di Ercolano e candidato di punta di Area Popolare alle Amministrative del 31 maggio, a proposito dell'inchiesta su alcuni appalti pubblici ad Ercolano. «Non sono mai stato implicato, nel corso della mia carriera, in questioni giudiziarie che potessero scalfire i valori dai quali trae ispirazione la mia attività politica e su i quali poggia la mia immagine», aggiunge Oliviero.

 

Metro Linea 2, 50mila biglietti venduti alle self service per Comicon

NAPOLi. La linea 2 di Napoli e i servizi di Trenitalia hanno risposto bene al festoso assalto dei visitatori di "Comicon", manifestazione imperniata sul mondo dei fumetti e dei videogiochi che si è tenuta alla Mostra d'Oltremare di Napoli nei giorni scorsi. Sono stati circa 50mila i biglietti venduti nell'occasione dalle sole self service di Piazza Garibaldi e Campi Flegrei. Trenitalia, Rete Ferroviaria Italiana e Protezione Aziendale avevano predisposto un piano di attivita' e di corse straordinarie, attivate nell'ambito del Contratto di Servizio con la Regione, che ha consentito agli oltre 100mila visitatori di raggiungere la kermesse in sicurezza e comodita'. "Una task force - si legge nella nota - costituita da personale ferroviario, dedicato per l'occasione ad attivita' di informazioni aggiuntive e controllo biglietti, ha disciplinato i flussi dei viaggiatori, indirizzandoli verso le banchine dei treni in partenza senza particolari criticita'. 

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici