Mercoledì 26 Settembre 2018 - 2:03

Ancora chiusa la scuola di Pianura per il pericolo pini

Sono passati ormai quindici giorni che la scuola materna del 72° circolo di Pianura è chiusa. Gli alunni sono stati spostati in altro plesso a qualche chilometro di distanza, ma per alcuni genitori causa mal tempo e traffico ( in seguito alla chiusura della strada di via campanile per la voragine) è un tragitto troppo lungo da percorrere tanto da tenere i figli a casa. I pini che costeggiano la scuola, sia per le folti chiome che per le grosse radici hanno costretto, per giusta causa la sicurezza degli alunni, la dirigente scolastica ad evidenziare il pericolo e conseguenza è stata la momentanea chiusura della scuola. Il vice coordinatore di Forza Italia della città metropolitana di Napoli il dott. Claudio Ciotola chiede all’amministrazione centrale, al Sindaco di Napoli di  predisporre nel piu’ breve tempo possibile la messa in sicurezza del plesso scolastico, cosi da consentite ai circa 150 alunni di tornare nella loro scuola. 

Innocenti feriti durante la faida tra clan, 6 arresti a Torre del Greco

TORRE DEL GRECO. I carabinieri della compagnia di Torre del Greco stanno dando esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di napoli a carico di sei persone a vario titolo ritenute affiliate o contigue al clan degli Ascione-Papale e responsabili di associazione di tipo mafioso e di tentati omicidi e favoreggiamento personale aggravati da finalità mafiose. Durante le indagini, coordinate dalla direzione distrettuale antimafia partenopea, i militari hanno individuato mandanti ed esecutori di due tentativi di omicidio messi in atto nel 2009 in Ercolano per eliminare un affiliato al clan rivale degli Birra-Iacomino e acquisire il controllo delle attività illecite. In entrambi i casi i killer non trovando i reali obiettivi del raid ferirono persone estranee alla faida, individuate a caso come bersaglio dimostrativo di spietatezza e inconcepibile brutalità.

Maltempo, voragine
a Ercolano

ERCOLANO. Le piogge insistenti di questi giorni hanno aperto una vera e propria voragine in via IV Novembre, a Ercolano. Il cedimento ha interessato l'arteria antistante il Museo archeologico Virtuale. La strada ha ceduto improvvisamente e si è creata una grossa buca di circa due metri di larghezza. La pioggia si è infiltrata in maniera tale da far crollare il manto stradale, i lastroni di pietra lavica e il terreno sottostante non hanno retto le abbondanti precipitazioni cadute negli ultimi giorni e si sono sfaldati progressivamente sprofondando. Sono intervenuti i vigil del fuoco i i tecnici del Comune che hanno provveduto a mettere in sicurezza l'area.

 

Torre del Greco, allarme furti in appartamento

TORRE DEL GRECO. Una decina di colpi in circa una settimana. Un bilancio che ha fatto immediatamente scattare un nuovo allarme furti a Torre del Greco. Ad essere prese di mira dai malviventi le abitazioni dei cittadini residenti in via Agnano, che hanno denunciato al locale commissariato di polizia furti e tentati furti. la polizia sta cercando una banda e non si esclude che si possa trattare di rom. La strada dove si è verificata l'ondata di furti, infatti, si trova nelle vicinanze di un campo nomadi.

Agguato fuori scuola, i killer
in fuga ripresi in un video

CASTELLO DI CISTERNA. Ore contate per la coppia di sicari che ha tentato di uccidere il 39enne pregiudicato Emiliano Esposito. Gli investigatori del nucleo investigativo del gruppo di Castello di Cisterna, agli ordini del maggiore Michele D’Agosto, hanno nelle mani il filmato della coppia in fuga subito dopo aver esploso tre colpi di pistola all’indirizzo dell’uomo davanti alla scuola “De Gasperi". Le immagini riprese dalle telecamere poste a ridosso dello stadio comunale non sono perfette, ma non è da escludere che queste possono essere migliorate nel corso delle prossime ore dagli uomini del Racis di Roma, riuscendo così a ricavare il numero di targa dell’Honda Transalp usata dai due sicari.

Tragedia ad Ischia, 50enne muore travolto dalla frana

ISCHIA. Tragedia sull'isola Verde. Un uomo di 50 anni è morto sull'isola a causa di una frana determinata dal maltempo avvenuta in località Olmitello-Maronti nel Comune di Barano d'Ischia.
L'uomo deceduto si chiamava Giuseppe Iallonardo ed era una persona molto nota in zona. Si trovava nell'area per controllare eventuali danni provocati dalla pioggia al suo ristorante e alla sua abitazione. Il maltempo sta flagellando l'isola senza dare un poì di tregua ai residenti: Ischia da oggi è praticamente tagliata in due per la chiusura della strada provinciale di collegamento tra i comuni di Barano e Serrara Fontana, proprio a causa di una frana.

Giacomo Rizzo choc: per i napoletani ci vuole il Vesuvio

NAPOLI. "Il 75 per cento dei Napoletani ha bisogno dell'eruzione del Vesuvio e liberiamo la politica dai ladri". Non usa mezzi termini l'attore napoletano Giacomo Rizzo ai microfoni di Radio Club 91 nel programma "I Radioattivi" condotto da Ettore Petraroli e Rosario Verde. "Napoli è più bella dei napoletani. Ci vorrebbe un vulcano che scoppia per cambiare il modo di essere dei cittadini di questa città - dice -  e farne persone più civili ed educate. I napoletani non si sono ancora accorti che Napoli è una delle cose più belle al mondo". E spara a zero anche contro i comici di "Made in Sud": "Il pubblico si abitua solo alle cose che vede in tv. Se vediamo il grande successo che ha avuto Made In Sud ne abbiamo la conferma. La comicità non esiste più, Oggi consiste solo nel raccontare fattarelli. La gente confonde l'umorismo con la comicità. Una volta gli umoristi si limitavano a scrivere e chiamavano i comici o gli artisti ad interpretare e personalizzare". E Renzi? "La politica è un mondo lontano da me e non apprezzo siamo nella crisi più profonda. Renzi vuole agire ma non glielo permettono perché vogliono il solito trantran",

Il pensiero muove la nuova mano bionica

VIENNA. La ricerca sugli arti bionici per sostituire quelli amputati a causa di malattie o incidenti segna un nuovo passo avanti. Dopo il progetto "made in Italy" LifeHand 2, che due anni fa ha riunito una serie di istituti e centri di ricerca del Belpaese portando al primo impianto di una mano bionica mossa dal pensiero, un team di scienziati in Austria ha impiantato altre mani robotiche su tre pazienti. La ricerca è stata condotta insieme ai colleghi del Department of Neurorehabilitation Engineering of the University Medical Center di Goettingen.

I PAZIENTI. I tre pazienti austriaci avevano subito delle lesioni del plesso brachiale, una rete critica di nervi che collega il braccio e la spalla alla colonna vertebrale e al cervello. Lesioni devastanti, causate da incidenti automobilistici o in montagna, che avevano reso i tre uomini incapaci di muovere le dita e afferrare gli oggetti. I pazienti, una volta subita un'amputazione, sono stati così dotati di un avambraccio bionico sostitutivo, direttamente collegato al loro sistema nervoso e controllato dal pensiero.

False fisioterapie ai parlamentari, arrestato per corruzione ex sindaco di Casavatore

NAPOLI. Falso e truffa aggravata. Per quest'accusa questa mattina il Noe di Roma su ordine del gip della Procura di Napoli ha arrestato Salvatore Sannino, ex sindaco del Comune di Casavatore e tra i papabili candidati alle elezioni regionali della Campania tra le fila del Pd. Il provvedimento è stato eseguito anche per altre persone, cinque in totale, delle quali due agli arresti domiciliari. Tutto ruota attorno alla societa' di riabilitazione e di fisioterapia 'Fisiodomus', ora denominata 'Fisiocenter Neapolis', soggetta a sequestro preventivo questa mattina. Le indagini hanno consentito di svelare l'esistenza di un sistema che ha coinvolto più persone orientate a mantenere in vita il centro di riabilitazione, la cui attività era di fatto cessata nel 2010, per poter avere l'accreditamento con il Servizio sanitario nazionale e così in particolare raggirare il servizio sanitario "integrativo per le competenze dei parlamentari". In pratica i componenti dell'organizzazione formavano certificazioni e fatture riferite a prestazioni sanitarie fisioterapiche del tutto inesistenti in favore di due Palramentari, in realtà mai eseguite. Sono stati inoltre accertati ipotesi di appropriazione indebita di fonti statali, distrazioni fraudolente di soldi dalle casse accreditate dalla Regione Campania. Ed ancora reati di corruzione. In questo caso il beneficiario, secondo l’accusa, era proprio Sannino, finito in carcere, il quale in cambio di 'mazzette' rilasciava autorizzazioni per l’accreditamento del centro fisioterapico da parte della Regione Campania. Nel mirino anche un bando di gara relativo a lavori di ristrutturazione di un centro sportivo di Casavatore. Ci sono inotrle due parlamentari indagati. Si tratta del deputato Marco Pugliese, del gruppo Misto, e del senatore Antonio Milo, del Gal, gia' iscritti nel registro degli indagati dalla Procura per essersi fatti rimborsare le fatture dal Servizio sanitario integrativo per le competenze del parlamentari.
 

Frattamaggiore, loculi-fornetti: protesta al cimitero consortile

FRATTAMAGGIORE. Hanno manifestato in tanti ieri mattina davanti all’ingresso dell’amministrazione del cimitero consortile in via Lupoli a Frattamaggiore. Sono circa 350 le persone sul piede di guerra perché invece di un loculo, è stato loro assegnato un “fornetto”, un sacello che si sviluppa in profondità e non longitudinalmente. La protesta va avanti da lunedì.

AMPIO SERVIZIO SUL GIORNALE IN EDICOLA

Pagine


cronaca
sport
politica
spettacoli

Rubriche

LA SCIENZA PER TUTTI
di Michele Sanvitale
BIRRA IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno
IL COMMERCIALISTA
di Carmine Damiano
ODISSEA GASTRONOMICA
di Antonio Medici
RICETTE E CURIOSITÀ ATTENTI A QUEI DUE
di Antonio Sorrentino ed Enzo De Angelis
IL FATTARIELLO
di Edo e Gigi (I Fatebenefratelli)
REPORTACI
di Automobile Club Napoli
I PERSONAGGI
di Mimmo Sica
BIRRE IN CAMPANIA
di Alfonso Del Forno