Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
Maxi-sequestro di hashish, valore 10 milioni

Oltre una tonnellata e mezza proveniente dalla Spagna. In manette 5 persone


di  

CONDIVIDI:

Mer 03 Febbraio 2016 16:09


GIUGLIANO. Maxi sequestro di droga a Giugliano in Campania, nel napoletano. I carabinieri hanno intercettato un carico da 1.600 kg di hashish proveniente dalla Spagna del valore di 10 milioni di euro. Cinque persone sono state arrestate dai carabinieri della locale compagnia, che hanno fatto irruzione in un deposito in periferia, scovando un autoarticolato con all'interno 1600 kg di hashish. In manette sono finiti uno spagnolo, autista del tir, e quattro italiani, tutti dell'area di Giugliano. Il carico era destinato alle piazze di spaccio italiane.



Marano, trovate 4 tonnellate di sigarette di contrabbando

Il blitz della Guardia di Finanza della Compagnia di Pozzuoli: erano nascoste in diversi capannoni in città


di  

CONDIVIDI:

Mer 03 Febbraio 2016 16:04


MARANO. Nell'ambito della quotidiana attività di prevenzione generale e di controllo economico del territorio a cura del comando provinciale della guardia di finanza di Napoli sono stati intensificati i servizi tesi al contrasto dei traffici illeciti, specie con riferimento alla recrudescenza del fenomeno del contrabbando di t.l.e. In questo contesto, informa una nota della Gdf, i finanzieri della compagnia di Pozzuoli hanno individuato 4 depositi, di circa 30 mq ciascuno a Marano e utilizzati quale luogo di stoccaggio di sigarette di contrabbando.



Quarto, Fico all'Antimafia: «Mai saputo nulla dei ricatti»

Voto e camorra, il leader campano smentisce le parole del sindaco dimissionario Rosa Capuozzo


di  

CONDIVIDI:

Mer 03 Febbraio 2016 15:42


QUARTO. «Io non ho mai saputo di ricatti, minacce o estorsioni, l'ho detto al pm e lo ripeto qui. Il sindaco di Quarto non mi ha mai detto di minacce o ricatti, né mi ha mai trasferito quella sensazione. Né io ho la palla di vetro». Così Roberto Fico in Antimafia sul caso Quarto. «Io a luglio sono stato chiamato dal sindaco di Quarto per una riunione con tutti i consiglieri comunali; c'erano contrasti con Giovanni De Robbio, non volevano diventasse presidente del Consiglio Comunale.



Donna incinta arsa viva dal compagno, contestato anche il procurato aborto

Pozzuoli, restano gravi ma stazionarie le condizioni di Carla Caiazzo. La 38enne è ricoverato al Centro Grandi Ustioni del Cardarelli 


di  

CONDIVIDI:

Mer 03 Febbraio 2016 15:38


POZZUOLI. Restano stazionarie le condizioni di Carla Caiazzo, la donna di 38 anni che ha riportato gravi ustioni dopo che il compagno le ha dato fuoco lunedì mattina a Pozzuoli al termine di una lite. La donna è ricoverata in terapia intensiva, ed è intubata, nel centro Grandi Ustioni dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Oggi, intanto, è attesa davanti al gip del tribunale di Cassino l'udienza di convalida del fermo di Paolo Pietropaolo, arrestato a Formia mentre si dava alla fuga.



Scoperto un arsenale su un terrazzo: due in manette

Arrestati Gennaro De Rosa, 37enne del rione Sanità, ed un immigrato irregolare


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 16:23


NAPOLI. I carabinieri della stazione Stella hanno arrestato per detenzione abusiva di armi e munizioni da guerra Gennaro De Rosa, 37enne del rione Sanità di Napoli, ritenuto contiguo al clan Esposito, attivo nel quartiere e Wissem Naili, 31anni, originario di Tripoli, non in regola con le norme sull'immigrazione. Nel corso della perquisizione domiciliare a casa di De Rosa i militari hanno notato che il terrazzo dell'abitazione era comunicante con il tetto di un vicino supermercato, attraverso un cancelletto. A quel punto hanno seguito la pista, ispezionando il tetto.



Arrestato mentre spaccia alla fermata del bus a Pozzuoli

I carabinieri stringono le manette ai polsi di un 23enne


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 15:06


POZZUOLI. Lo hanno beccato in flagranza di reato mentre spacciava droga alla fermata dell'autobus. I carabinieri di Pozzuoli hanno arrestato così Procolo Artiaco, 23enne del luogo, già noto alle forze dell'ordine. Dopo averlo osservato in posizione defilata su via Montenuovo Licola Patria, l'hanno notato mentre si tratteneva sul ciglio della strada con fare sospetto. Dopo poco è stato avvicinato da un giovane, a cui ha ceduto un involucro dopo  avere avuto delle banconote. A quel punto i militari sono intervenuti bloccando i due.



Sant’Antonio Abate, padre e figlio tenevano in cantina esplosivo e colpi da mortaio

I carabinieri hanno scoperto 10 chili di miscela pirica, 50 bombe carta, spolette e micce


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 14:58


SANT'ANTONIO ABATE. Una Santabarbara nascosta in cantina. La tenevano padre e figlio di Santa Maria la Carità, che sono stati arrestati dai carabinieri di Sant'Antonio Abate. Giuseppe ed Ernesto Montagna sono finiti in manette con le accuse di detenzione illegale di materiale esplosivo e di fuochi pirotecnici. Nella cantina della loro abitazione i carabinieri hanno scoperto 10 chili di miscela pirica esplosiva e materiale utile al confezionamento, ma anche spolette, micce, carta, spago e attrezzi vari.



Notte di terrore a Cavalleggeri, due molotov contro l'appartamento di un boss

È lo stesso edificio crivellato di proiettili due sere fa. E in via Imbriani Far West in strada


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 14:06


NAPOLI. Ancora terrore in via Cavalleggeri d'Aosta. Contro lo stesso edificio raggiunta da una scarica di kalshinikov due sere fa sono state lanciate questa notte due bottigli molotov che hanno annerito la facciata. Scontro armato invece in via Imbriani tra due bande di killer. Emergenza senza fine a Napoli. 



Alla Sanità armi da guerra sul tetto di un supermercato

I carabinieri hanno arrestato un 37enne ritenuto contiguo al clan Esposito e un libico


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 13:43


NAPOLI. Un vero e proprio arsenale nascosto sul tetto di un supermercato alla Sanità. Lo hanno scoperto i carabinieri della stazione Stella che hanno arrestato con l'accusa di detenzione abusiva di armi e munizioni da guerra Gennaro De Rosa, 37enne della Sanità, ritenuto contiguo al clan Esposito attivo nel quartiere, e Wissem Naili, 31anni, originario di Tripoli, non in regola con le norme sull'immigrazione.



Cibi e alimenti senza autorizzazione, sequestri a Ercolano

Multe per oltre 10mila euro. Il sindaco: i controlli proseguiranno


di  

CONDIVIDI:

Lun 01 Febbraio 2016 13:32


ERCOLANO. Cibi cotti e lavorati che venivano venduti in strada non rispettando le norme igienico-sanitarie previste e senza alcuna autorizzazione amministrativa.  È l'esito di alcuni controlli effettuati dalla polizia municipale di Ercolano, agli ordini del comandante Francesco Zenti, che ha effettuato una serie di controlli a rivendite di verdure, ortaggi, cibi cotti e prodotti alimentari lavorati.



Pagine