Tre bambini hanno rischiato la vita per diventare Spider Man. Il loro sogno si è trasformato in un incubo, ma per fortuna stanno bene. Si sa che i bambini amano i super eroi e sognano di essere come loro. Quando giocano molto spesso si immedesimano nel

personaggio imitando la voce o le mosse. Non c’è niente di male nel liberare la propria fantasia o creatività, almeno fino a quando non si prova e replicare quello che vedono dai cartoni o leggono nei fumetti perché potrebbero rischiare la vita. E’ quello che è successo

a tre bambini che per diventare come il loro super eroe preferito hanno rischiato la vita. Lo racconta il responsabile epidemiologo del ministero della Salute boliviano, Virgilio Pietro, durante uno dei suoi ultimi report sul Coronavirus nel Paese.Tre fratellini, di 8, 10 e 12

anni, hanno rischiato la vita perché volevano a tutti i costi diventare Spider-Man. Il personaggio che ha i super poteri grazie al morso di ragno radioattivo mentre era in gita con la sua classe. Proprio per questo i bambini hanno lasciato che una vedova nera, il cui morso

può essere letale, li pungesse e sono finiti in ospedale, in gravi condizioni. L’episodio è successo in una città rurale in Bolivia, i tre bambini sono usciti la mattina per portare le pecore a pascolare mentre i genitori erano intenti a cercare la legna da ardere, come riportato

da un giornale locale, l’Infobae. Mentre stavano portando le pecore a pascolare hanno incontrato nel loro tragitto hanno incontrato il pericoloso ragno. Il più grande ha iniziato  stuzzicarlo con un bastone ed il ragno, che normalmente non attacca, li ha morsi. Il veleno

della vedova nera è neurotossico e ciò che inizia con dolore, gonfiore e arrossamento dell’area interessata si trasforma presto in qualcosa di molto più serio. La mamma li ha subito portati in ospedale e sono serviti tre trasferimenti e  siero antiveleno per salvare i

bambini. Dopo 5 giorni di ricovero in ospedale sono finalmente potuti tornare a casa. Per questo, gli esperti consigliano di controllare i loro giochi e spiegargli bene che ci sono dei limiti e la differenza tra verità e bugie incoraggiandoli ad esprimersi liberamente nel

mondo reale invece di ricorrere al proprio mondo.