Inizia la stagione di nidificazione delle tartarughe marine sulle coste campane e si cercano volontari per l’estate 2024. Il 2023 si è chiuso con un grande successo con oltre 444 nidificazioni registrate in Italia. L’impegno dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) e di tante altre associazioni è garantito anche quest’anno: saranno sulle spiagge per tutelare le tartarughe. Si aprono le iscrizioni per partecipare al monitoraggio delle spiagge alla ricerca dei nidi di tartaruga, un’attività che è supervisionata dalla Stazione Zoologica Anton Dohrn, che regala anche la possibilità di far parte di una grande rete di esperti e volontari che pattugliano e monitorano i nidi al fine di garantire alle piccole nate di raggiungere il mare. La protagonista del nostro progetto è lei, la tartaruga ‘’Caretta caretta’’ l’unica specie di tartaruga marina presente nelle acque della regione Campania.

Dal 2012  i nidi di tartaruga marina vengono individuati ogni anno, in numero sempre crescente ed in diverse zone della Regione, grazie ad una valida rete di volontari e altri portatori di interessi, che fanno parte di associazioni quali la sezione ENPA di Salerno, l’Associazione Domizia che monitora il litorale casertano, Tartarughe Marine in Campania, NaturArt, Legambiente ed altre, coordinate della SZN. Il 2023, vede la Campania al terzo posto con 54 nidi, preceduta da Sicilia e Calabria con, rispettivamente, 156 e 125 nidi. Il problema di oggi è trovare una giusta linea di confine tra attività economiche e salvaguardia della specie e dell’habitat costiero, ambiente scelto anche da altre specie quali il Fratino ed il Corriere per nidificare, creando una collaborazione tra i diversi stakeholders: operatori balneari, amministrazioni locali, comunità scientifica, associazioni per la salvaguardia ambientale e cittadini.  

Questo è uno degli obiettivi del Life Turtlenest, un progetto internazionale dove Italia, Francia e Spagna collaborano per la protezione dei nuovi habitat di nidificazione della Caretta caretta nel Mediterraneo Occidentale attraverso approcci comuni standardizzati. L’ENPA e tutte le altre associazioni scendono in campo attraverso le pagine social del progetto “Caretta in vista” o dalle pagine FB ed Instagram di ENPA Salerno, Domizia, Tartapedia e delle associazioni citate, per cercare volontari che possano partecipare alle attività di formazione e di ricerca dei nidi. Contattate le associazioni a riguardo e sarete aggiornati sul da farsi. Per i volontari che possono garantire almeno una settimana di permanenza nei mesi di giugno e luglio, è possibile usufruire gratuitamente di alloggi in diverse località quali Ascea, Castel Volturno, Palinuro ed altre piccole location.