L’Associazione Culturale Terre di Campania torna a parlare dei castelli che popolano il territorio della nostra regione e lo fa con la pubblicazione dal titolo “Campania, castelli come musei”, dedicata al patrimonio museale campano ospitato all’interno delle oltre duecento secolari fortificazioni disseminate per le cinque province. Il volume si presenta come una guida tematica pensata per presentare questo particolare aspetto della nostra regione che, crocevia di numerosi popoli nelle diverse epoche, ha conservato quali tracce indelebili del loro passaggio, tra gli altri monumenti, proprio i castelli.

I castelli, dunque, al pari di altre importanti strutture architettoniche, sono un veicolo per la conoscenza della storia dei luoghi ove insistono e degli eventi e vicende che hanno ruotato attorno ad essi. Per la maggior parte restaurati in tempi recenti, i castelli presentano, inoltre, l’ulteriore caratteristica di essere, spesso, non solo contenuto, nel senso di elemento di attrazione, anche turistica, di un determinato territorio, ma anche contenitore.

Infatti, non è inusuale che i castelli campani, dopo essere stati restituiti al loro antico splendore in epoca contemporanea, siano stati destinati, del tutto o in parte, ad ospitare contenuti culturali di vario genere, dalle mostre alle esposizioni museali. Soprattutto nei piccoli borghi, oggi magari collocati al di fuori dei tradizionali itinerari turistici consolidati in regione Campania, ma non per questo meno ricchi di storia e di attrattive rispetto a luoghi più noti, i restaurati castelli hanno assunto ben presto la funzione di spazio privilegiato ove collocare le raccolte di reperti o le collezioni simbolo della storia locale, in modo da conferir loro un dignitoso palcoscenico ove poter essere fruite e ammirate.

“Campania, castelli come musei”, nasce proprio per valorizzare questo importante patrimonio che ha per oggetto i musei ospitati presso siti di incastellamento dislocati sull’intero territorio regionale, privilegiando, in particolare, le strutture presenti nelle aree interne. La guida non si limita alla sola presentazione del patrimonio museale, con la descrizione delle relative collezioni e delle strutture che le ospitano, ma si interessa anche della descrizione generale del territorio su cui le realtà museali prese in esame sono inserite, con particolare attenzione alle altre risorse presenti in loco, siano esse di ordine architettonico, naturale o eno-gastronomico. “Campania, castelli come musei” è un utile strumento per ripensare e riconfigurare l’offerta turistica locale da un nuovo punto di vista, capace di abbracciare, per intero, le ricchezze della nostra regione.

Il volume, realizzato con il contributo della Regione Campania - UOD 50.12.01 "Promozione e valorizzazione dei musei e delle biblioteche", sarà presentato, giovedì 3 dicembre, alle ore 12,00, in diretta Facebook sulla pagina: https://www.facebook.com/TerrediCampania.