Angela Merkel esorta i governi delle 16 regioni della Germania a essere "coraggiosi e attenti" nel procedere all'allentamento delle restrizioni da coronavirus e ricorda le "istruzioni vincolanti" riguardanti il distanziamento sociale e le regole igieniche.

Dichiarazioni affidate al suo portavoce, Steffen Seibert, mentre sale il numero delle persone che si sono recate in un ristorante della Bassa Sassonia, e sono successivamente risultate positive al coronavirus. Inizialmente i contagiati erano sette, tutti clienti del locale

Alte Scheune a Moormerland, nel distretto di Leer. Ieri i positivi risultavano essere 14 e da allora altre quattro persone hanno avuto un analogo risultato dal test. In totale 118 persone sono state messe in quarantena, mentre inizialmente erano 50.

Non solo i proprietari del locale, ma anche i clienti rischiano sanzioni se riconosciuti colpevoli di aver violato le restrizioni legate al coronavirus. L'avvertimento arriva dal ministro della Salute della Bassa Sassonia, Carola Reimann. Quello di Moomerland è il primo caso

di un focolaio emerso tra i clienti di un ristorante nel Paese, dopo la riapertura progressiva dei locali nel sedici stati della Germania a partire dal 9 maggio. Reimann ha spiegato che l'evento all'origine dei nuovi contagi si è svolto in violazione delle restrizioni che vietano

di organizzare raduni e che ci sono elementi che lasciano pensare che i partecipanti non abbiano rispettato le regole del distanziamento sociale.

Quello di Moomerland è il primo caso di un focolaio emerso tra i clienti di un ristorante nel Paese, dopo la riapertura progressiva dei locali nel sedici stati della Germania a partire dal 9 maggio.