La mamma è sempre la mamma, recita l'adagio, ma anche il papà resta un punto di riferimento importante nella vita di ognuno di noi.  A maggior ragione nel mese di marzo in cui ricorre la sua festa a San Giuseppe, il papà per eccellenza. Per questa ricorrenza allora non c’è niente di meglio, come idea regalo, di un vino solido, strutturato, anche elegante, “vestito” con tanto di papillon colorato e bigliettino personalizzabile nell'apposita box: il vino Monsignore - Irpinia Aglianico Doc di “Cantina Aminea”, l’azienda di Montemarano guidata da due giovani sorelle, Antonia ed Imma Tortora, native di Pagani, ma che hanno preferito mettendosi in proprio investendo nella cantina irpina con il marchio Aminea.

Il vino dei papà è inscatolato in un elegante e raffinato box regalo per chi ama il vino e vuole degustarlo in maniera professionale, con tanto di  strumenti utili per rendere magico e professionale il rito di un buon bicchiere: l'anello antigoccia, il tappo in acciaio inox, l’apribottiglie e il versatore. Per la festa del papà Aminea punta tutto sul binomio indissolubile dell'eleganza maschile da sempre riconosciuta in tutto il mondo e del vino con tanto di farfallino annodato, altra eccellenza del Made in Italy, soprattutto poi se si tratta di cantine irpine.

Cantina Aminea nasce nel 2019 nel cuore dell'Irpinia a Montemarano con Imma e Antonia,  quarta generazione della famiglia Tortora, viticoltori dal 1890, che conduce da più di un secolo l'azienda vitivinicola a Pagani. Aminea oggi è un'azienda a conduzione familiare con una gestione "tutta al femminile", dedita all'attività della viticoltura secondo regole e metodi tramandati da quattro generazioni, coniugati a un approccio moderno di fare il vino. I vini di Aminea possiedono nei propri nomi la vocazione viticola del posto: Sarracino, Calore, Tre Rupi e Monsignore corrispondono agli elementi territoriali che influenzano la qualità delle uve e grazie ai quali il vino prende vita. Bere un bicchiere di vino di Aminea è assaporare l'Irpinia, quella autentica. L'azienda si trova a Montemarano, territorio che offre una tra le migliori espressioni del regale vitigno Aglianico. A completare la gamma ci sono poi i tre vini bianchi: le due statuarie Docg  Fiano di Avellino e Greco di Tufo e la Doc Irpinia Falanghina.