napoli. Rinnovati totalmente gli store di Vespoli giocattoli in via Epomeo e via Scarlatti. Un modo per dare un calcio al Covid e alla crisi ma anche per guardare avanti con ottimismo e dare ai bambini la possibilità di ritrovarsi in un mondo fatato in piena città. All’imprenditore Enzo Vespoli abbiamo chiesto di raccontare il suo investimento e a cosa mira. Cosa troveranno di novità i bambini nei suoi negozi di giocattoli? «Spazi più ampi. Ma soprattutto scenografie in movimento con luci e suoni. C’è un ottovolante luminoso attaccato al soffitto, una sirenetta che simula il movimento del nuoto, un dinosauro che apre e chiude la bocca facendo il suo poderoso verso. Ma non solo. Sono riprodotti anche tartarughe, delfini e pesci tropicali per lanciare il messaggio educativo “salviamo gli oceani” e fiori e api per sottolineare l’importanza della cura dell’ambiente. Da non dimenticare anche il treno gravitazionale, l’aeroplano, un vero pirata e un pappagallo all’ingresso che dà il benvenuto. Abbiamo trasformato gli store in un castello incantato ricco di tante sorprese. Assolutamente da vedere». Un investimento notevole in un periodo di crisi. Questo le dà merito. Qual è il suo obiettivo? «Molti genitori per svariati motivi sono portati a comprare online e ho fatto un tentativo di invertire la tendenza. Ho investito in scenografie per trasmettere delle emozioni che comprando in rete è impossibile provare. Se un genitore vede il proprio figlio o la propria figlia felice di venire nei nostri punti vendita, sarà portato a ritornare. Per noi questo è fondamentale». Il commercio online per voi rappresenta un problema? «Sì. È difficile da combattere. La web tax potrebbe essere una soluzione. Se pagano meno tasse è ovvio che hanno prezzi più bassi. Noi invece abbiamo ingenti costi fissi ed inoltre disponiamo di personale qualificato che ti assiste nell’acquisto». Un imprenditore guarda sempre avanti. Siete già proiettati verso il Natale con il vostro lavoro? «Abbiamo già pianificato tutto e ci saranno altre novità. Andranno per la maggiore le linee di Super Mario Bros, Sonic, Harry Potter ed i lego. Per le bimbe le intramontabili Barbie e la linea di Rainbow High. La speranza è che dal punto di vista economico e sanitario il prossimo Natale sia decisamente migliore».     Marco Altore