“In un mare di plastica" di Sabina Pelanconi, edito da Il Papavero Edizioni, è un libricino prezioso, ricco di immagini festose, vitali, super colorate e tenerissime, che catturano i giovanissimi lettori per educarli a sentirsi responsabili per il pianeta terra e riciclare la plastica. Sabina Pelanconi è un’artista, vive in Valtellina (Sondrio), si è laureata all’Accademia delle belle Arti ed ha maturato anche esperienza come fotografa. Realizza lavori artistici su commissione ed organizza laboratori didattici per grandi e piccoli. ‘“Molto spesso gli animali sono più saggi degli uomini. - scrive l'autrice - Noi distruggiamo le piante, l’aria che respiriamo, inquiniamo l’acqua, senza pensare alle conseguenze. Questa è la storia di un Ippocampo, un cavalluccio marino di nome Ippo, ma è anche la storia di un gabbiano, di nome Larinae, ed entrambi hanno rischiato di morire per colpa di un’orribile bottiglia di plastica gettata in mare". A firmare la quarta di copertina è Filomena Carrella, giornalista e scrittrice, che ama sottolineare la positività del messaggio del libro e la bellezza dei disegni: “Un incontro esplosivo tra realtà ed esseri meravigliosi: cavalluccio marino e gabbiano! Scorazzano liberamente tra fondali di mari incantevoli quando all’improvviso… l’autrice crea disegni emotivi che ci attraversano il cuore: l’ingenuità di un azzurro abbagliante o di un verde  penetrante, un becco solare, due occhi accecanti. Disegni che cancellano la tristezza del mare di plastica. Parole che sussurrano: ho bisogno del mare perché m’insegna ad essere felice, perché racchiude il miracolo vivente che ogni giorno si ripete’’. L’autrice chiude la storia, rivolgendosi al lettore e chiedendogli: “E tu? Tu puoi evitare di lasciare oggetti di plastica e rifiuti sulla spiaggia e in mare".