Federico Lauri, noto come Federico Fashion Style, è stato multato con 1.032 euro dalla polizia locale di Roma. Il listino dei prezzi del parrucchiere dei vip, infatti, è stato ritenuto poco chiaro: la sanzione è arrivata dopo un esposto del Codacons, presentato alle forze dell’ordine. L’associazione ha chiesto infatti alla polizia di fare degli accertamenti in merito ai prezzi praticati nei suoi saloni.

Federico Fashion Style, la multa e la lite con una cliente per il conto da 5 mila euro

Come riporta QuiFinanza.it, Federico Fashion Style aveva già fatto parlare di sé qualche settimana fa, dopo essere risultato positivo al coronavirus una volta rientrato dalla sua vacanza in Sardegna. Ancora prima, precisamente a giugno, era stato protagonista di una lite con una cliente, proprio in merito ai prezzi.

Dopo aver usufruito di un servizio in un salone, la donna si era rifiutata di pagare il conto di 5 mila euro nel negozio in piazza Pollastrini, ad Anzio. Lauri aveva chiamato il 113 e, dopo l’arrivo di una pattuglia, la cliente ha accettato di pagare 1.500 euro. La multa di 1.032 euro comminata dalla polizia di Roma, invece, è arrivata in seguito al sopralluogo del salone all’interno della Rinascente di via del Tritone.

Federico Fashion Style, chi è il parrucchiere dei vip

Federico Fashion Style è il protagonista della trasmissione ‘Il salone delle meraviglie‘ ed è noto per essere il parrucchiere di diversi vip, da Valeria Marini a Giulia de Lellis. Molto attivo sui social, dopo la lite con una cliente lo scorso giugno aveva affidato al suo canale Instagram la sua difesa, pubblicando un comunicato in cui spiegava come tutti i prezzi fossero correttamente esposti, con tanto di preventivi personalizzati.

I costi elevati, comunque, hanno portato spesso la polizia a recarsi al salone di Anzio di Federico Fashion Style, per sedare le liti tra clienti e il titolare. Secondo la locale, però, la pubblicità dei prezzi (sia quelli indicati sul listino posto sul bancone, sia quelli indicati su Internet) sarebbe poco chiara perché su tutte le prestazioni viene riportata la dicitura ‘da tot euro’. Per questo motivo è arrivata la multa.