Protagonista di servizi fotografici al Royal Continental di Napoli, ospite lo scorso autunno al Social World Film Festival insieme al suo ufficio stampa Roberta Nardi, Federica Pento è una cantante originaria di Pescara che ha girato l’Italia da nord a sud tra live, kermesse e concerti. Noi ce la ricordiamo per la sua esibizione a Piazza del Popolo a Roma qualche anno fa. Da allora però di passi avanti ne ha fatti molti.

Tenace, determinata, solare, lei crede fermamente che i sacrifici prima o poi vengano ripagati. Federica ama e predilige la musica italiana. Ad inizio anno per la prima volta ha confessato il suo desiderio più grande “Nel 2021 mi piacerebbe insegnare ciò che nel tempo ho assorbito e imparato”. Infatti lei studia musica dall’età di 14 anni e da qualche tempo lavora come insegnante di canto; il suo più grande obiettivo era quello di aprire una scuola di canto tutta sua...E adesso finalmente il sogno è diventato realtà! E' nata la "Voice Music Academy” di Federica Pento. La nostra redazione è andata a fare due chiacchiere con lei proprio per scoprire di più su questa sua nuova “avventura”. Le novità non si fermano qui: fra due settimane, infatti, Federica tornerà nella capitale per una figurazione speciale sul set di "Amarsi un pò" un cortometraggio che vede come protagonista un volto noto nel panorama cinematografico italiano, a teatro ed in televisione: la splendida attrice Valentina Corti; mentre il regista è Mario Santocchio.

Benvenuta Federica. Iniziamo con la prima bella novità. Da questo mese ci si potrà iscrivere alla tua Voice Music Academy.  Come saranno strutturati i corsi?  

«Sì dal mese corrente (Febbraio 2021) è aperta la mia Accademia del Canto. L’obiettivo principale è concentrarsi sul canto, appunto, e su tutto ciò che lo circonda.

Ci sarà la possibilità di studiare canto lirico e moderno, dizione, pianoforte, teoria musicale, propedeutica per bambini, preparazione ai talent show. Più in là mi piacerebbe realizzare anche laboratori d’insieme e masterclass di perfezionamento».

Sapresti già dire quali sono le materie più richieste?  

«Sì, le materie più richieste sono di sicuro quelle dedicate al canto proprio perchè la mia accademia si propone di seguire progetti di qualità e di perseguirli con costanza e dedizione».

Che età ha in genere chi sceglie di frequentare un corso di canto?  

«L’età dei miei alunni va dai 10 anni ai 40. Ognuno di loro viene con uno spirito diverso: ci sono coloro che frequentano per hobby dunque per svagarsi e per staccare un po’ la spina dalla quotidianità, mentre altri desiderano fare della musica una vera e propria professione. La fascia di età coinvolta, quindi, è molto ampia».

Fra i tuoi desideri, in che posizione collocheresti questo traguardo appena conseguito cioè essere riuscita ad aprire un’Accademia tutta tua?  

«Questo traguardo rappresenta uno dei tanti obiettivi che mi ero prefissata e che sono felice di essere riuscita a raggiungere.

Era da tempo che desideravo realizzare qualcosa di mio. L’accademia che ho aperto la vedo un po’ come il risultato di lunghi anni di sacrifici e di studio».

Tre caratteristiche del tuo metodo di insegnamento.

«Se dovessi individuare tre caratteristiche per descrivere il mio metodo di insegnamento, sceglierei sicuramente: dedizione, passione, serietà! A tutto ciò aggiungerei un’abbondante dose di amicizia. Tra me e il mio alunno/a dev’esserci complicità e fiducia».

A proposito di obiettivi nuovi e sorprese dell'anno, cosa ci puoi anticipare del prossimo set nella Capitale?

«Sono molto contenta e sono certa che sarà un'esperienza favolosa. Esperienze sul palco e in Tv ne ho già fatte ma il mondo del cinema e dei cortometraggi, nello specifico, è del tutto nuovo per me. Posso dirvi che il set durerà tre giorni e si svolgerà su Roma e Ostia. La regia è di Mario Santocchio mentre lo sceneggiatore e cooprotagonista è l'attore Cristiano D'Alterio, che mi è capitato di conoscere lo scorso autunno al Picentia Short Film Festival, dove sono stata ospite. Accanto a me ci sarà la giovanissima attrice Isabell Di Rienzo. Soprattutto non vedo l'ora di conoscere un'attrice intelligente e brava che stimo molto: Valentina Corti. Sarà lei, infatti, la protagonista del cortometraggio!».