Sono state le emozioni e i messaggi di speranza a contraddistinguere la preghiera di quest'anno per i Vespri che hanno preceduto la Festa di San Gennaro. Ed è stata proprio l'occasione della vigilia della festa del Santo Patrono della città di Napoli, nel rispetto della tradizione che vede una comunità ecclesiale e civile donare l’olio per l’accensione della lampada votiva per il Santo, a vedere ancora in primo piano il mondo Sociosanitario. Quest’anno, infatti, particolarmente segnato dal Covid 19 e che ha visto impegnati notevolmente gli operatori della Sanità, la scelta del Cardinale Sepe, circa la simbolica donazione dell'olio per la lampada dedicata al Santo Gennaro, è caduta proprio sul “Forum Sociosanitario” e il suo presidente nazionale Aldo Bova. “Sono rimasto davvero emozionato - ha detto il presidente dell'apprezzato Forum- per l’alto onore conferitomi da S.E. Sepe di coordinare la raccolta dell’olio da offrire per la lampada votiva per San Gennaro, come atto di ringraziamento per la protezione data al mondo sociosanitario”. Officiata dal Cardinale Crescenzio Sepe, la cerimonia avvenuta nel Duomo di Napoli alla presenza di un ristretto numero di persone del mondo sociosanitario e aderenti ad Associazioni diocesane, ha visto tutti uniti spiritualmente nella preghiera rivolta al Signore con l’intercessione di San Gennaro. Una preghiera tesa al ringraziamento per la protezione ricevuta dalla nostra comunità durante l' epidemia da Covid-19 e alla richiesta di tutela al nostro Padre Celeste da incombenti e rinnovati attacchi del Coronavirus, insieme all'esortazione per la popolazione del nostro paese a restare uniti e a rispettare le regole. Durante la cerimonia, dopo le fasi solenni e le benedizioni del Cardinale Sepe, particolarmente interessante si è rivelato l'intervento del presidente Bova. Lo stesso che, dopo aver simbolicamente offerto l'anfora contenente l'olio per San Gennaro, ha parlato del drammatico ruolo avuto dagli operatori sanitari durante la triste pandemia, soffermandosi ancora una volta sul Sistema Sanitario Nazionale e sulla necessità di creare provvedimenti per vincere le disuguaglianze in ambito medico e sociale”.