La camorra ha sempre guardato con interesse i comuni, i loro bilanci, le loro attività di impresa. L’edilizia, il cemento, i piani urbanistici sono strumento di soldi, voti clientelari e interessi camorristici”. A dichiararlo è la deputata M5S Carmela Auriemma, responsabile del partito per la provincia di Napoli, intervistata dal giornalista Antonio Musella nell’inchiesta di Fanpage.it dal titolo “La città di cemento” sugli appalti edilizi nella città di Pomigliano d’Arco. 

“Le parole del Sindaco di Pomigliano, Raffaele Russo, sembrano uscite da un film di camorra degli anni 80. Parole pericolose e gravi che manifestano un pensiero ed un approccio da stigmatizzare sotto ogni punto di vista” così Auriemma commentando le immagini del reportage e concludendo: “È necessario intervenire sui controlli interni ai comuni che sono per lo più di nomina del sindaco”. 

“Lanceremo una iniziativa sul territorio coinvolgendo tutte le forze politiche che si sono espresse sul tema, a sostegno anche dei consiglieri d’opposizione della città di Pomigliano D’Arco ai quali va la mia vicinanza ma lo faremo dopo questa tornata elettorale per evitare strumentalizzazioni”. 

“Ringrazio la redazione di Fanpage.it - conclude Auriemma - per aver acceso un faro su una questione così importante sui nostri territori”.