Il Governo, con la proroga dello stato d'emergenza fino al 9 agosto, studia le misure del nuovo dpcm Coronavirus che verrà. Le misure di contrasto al Covid contenute nel dpcm 14 luglio varranno fino al prossimo 9 agosto.
Cosa comporta la proroga dello stato d’emergenza che il Parlamento ha autorizzato e che durerà dal 1 agosto per i prossimi 10 giorni?
Come riporta Notizie.it, tra poco più di qualche giorno scatta infatti il nuovo dpcm Coronavirus con alcune misure preventive che restano invariate ed altre che si affacciano a caratterizzare l‘estate del Covid in Italia.

 

Nuovo dpcm Fase 3

Il binomio Conte-Speranza, secondo fonti vicine al Governo, starebbe usando questi 10 giorni di proroga stato d’emergenza in attesa di emanare il nuovo dpcm Fase 3 che entrerà in vigore dal prossimo 9 agosto.

 

E dal quel giorno, cosa si può e cosa non si può fare in Italia? Resteranno invariati uso obbligatorio della mascherina e la colonna portante del distanziamento sociale, su questo non ci piove, ma in arrivo nuove misure che la situazione dei casi Covid in aumento in Italia purtroppo ha reso come prioritarie nell’agenda politica del Governo.

Allo studio di Palazzo Chigi il nuovo dpcm Conte dovrebbe riguardare il divieto di assembramento per il Coronavirus: all’orizzonte stop a sagre, fiere, viaggi in crociera, congressi e stretta sulle discoteche, al centro in questi ultimi giorni delle accuse di possibile fonte di propagazione della pandemia.

 

Lombardia, nuove misure anticovid

Intanto Attilio Fontana fa da eco al suo pari Vincenzo De Luca che in Campania ha emesso un’ordinanza che di fatto stringe la morsa attorno le mascherine obbligatorie. Per evitare il rischio nuovo focolaio in Lombardia, dal Pirellone infatti è stata firmata ieri 31 luglio l‘ordinanza n.590 valida da oggi 1 agosto fino a l 10 settembre. In pratica la nuova ordinanza Regione Lombardia estende l’uso obbligatorio della mascherina dal chiuso all’aperto.

“Nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico inclusi i mezzi di trasporto” – indica il sito della Regione lombarda – “è confermato l’obbligo di indossare una mascherina o qualsiasi altro indumento a protezione di naso e bocca“. “Nei luoghi all’aperto“ – fa sapere la nuova ordinanza di Fontana – “ la mascherina va sempre portata con sé e deve essere obbligatoriamente indossata qualora non sia possibile mantenere costantemente la distanza di sicurezza di almeno un metro da altre persone che non fanno parte dello stesso gruppo familiare“.