È “Mixed by Erry” di Sydney Sibilla a trionfare con quattro premi al quindicesimo “Galà Cinema Fiction – Italian Identity”, dal 20 al 25 novembre in vari luoghi della città, con il gran finale per la prima volta all’Auditorium di Porta del Parco di Bagnoli. Tra i premiati anche Teresa Saponangelo, Renato Carpentieri e Paola Minaccioni, i cui nomi sono stati annunciati durante la tradizionale conferenza stampa che quest'anno si è svolta a Palazzo Ischitella.

Ideata e promossa da Valeria Della Rocca e organizzata dalla Solaria Service con la direzione artistica del regista, sceneggiatore e giornalista Marco Spagnoli, con il contributo del Comune di Napoli e della Film Commission Regione Campania e il patrocinio dell’Agis, la kermesse non è soltanto un momento celebrativo per la Campania e la sua straordinaria industria audiovisiva, ma punta i riflettori, come sempre, sulla formazione dei giovani nei mestieri del cinema.

Mai come quest’anno la donna nel cinema è protagonista delle Giornate napoletane, dalle attrici alle registe, alle addette ai lavori. Sarà l’ex Iena Angela Rafanelli (adesso su Rai Storia con la quarta stagione de “Il segno delle donne”) a condurre l'atteso galà del 25 novembre (solo su invito) che per la prima volta si svolgerà un luogo simbolico di Napoli, l’Auditorium di Porta di Parco a Bagnoli, coronamento di un’edizione diffusa in diversi luoghi della città (Istituto Bernini De Sanctis, Palazzo Donn’Anna, il multicinema Modernissimo, il cinema Filangieri, Palazzo Cavalcanti, l’Auditorium di Porta del Parco).

Un’anteprima nazionale (“Il paese dei jeans in agosto” di Simona Bosco Ruggieri) e una prima campana (“We Are Art Through the Eyes of Annalaura” di Annalaura Di Luggo) e diverse masterclass sono al centro del ricco programma dal 20 al 25 novembre.

Si parte il 21, martedì mattina, con la proiezione dei corti finalisti scelti dagli studenti dell’istituto Bernini tra quelli selezionati dalla giuria (composta dalla Presidente della Film Commission Campania Titta Fiore, il giornalista Tonino Pinto, il critico cinematografico Valerio Caprara, il produttore Enzi Sisti e l’attrice e scrittrice Miriam Candurro), premiazione del Miglior Corto Galà Cinema Fiction e l’incontro con l’attore e regista Marco D’Amore alle 17 sul canale Instagram “galacinemafiction”.

Il 22 è dedicato all’universo femminile con il panel “Tessere le reti: donne, opportunità e territorio”, in collaborazione con Women in Film, Television & Media Italia a Palazzo Donn’Anna (via Posillipo, 9), e l’anteprima nazionale del film “Il paese dei jeans in agosto”, esordio dalla regia di Simona Bosco Ruggeri, che presenterà l’opera al Metropolitan (via Chiaia, 149) alle 21 insieme al cast. La storia d’amore di due ragazzi nel cortocircuito tra i social e la socialità di una piccola provincia un tempo isolata, adesso fortemente “connessa”.

Il 23 mattina di nuovo spazio ai giovani con la masterclass condotta dal Presidente Writers Guild Italia Giorgio Glaviano, “Dalla pagina al grande schermo”, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli al Modernissimo insieme a Marco Spagnoli, che consegnerà il Premio Speciale Eccellenza Artistica Cinema & Teatro a Paola Minaccioni. La sera l’anteprima campana del docufilm “We Are Art Through the Eyes of Annalaura” insieme alla regista e produttrice Annalaura Di Luggo e al cast alle 21 al cinema Filangieri (Via G. Filangieri, 43). Una storia girata a Napoli intrisa di creatività, volta a promuovere, nel solco di una rinnovata idea di inclusione sociale dei giovani con difficoltà fisiche e sociali, ipotesi e prospettive di ripartenza, fondate su un rapporto virtuoso tra umanesimo e tecnologia.

Altra masterclass dedicata ai ragazzi il 24 con il regista Ciro De Caro, “Case history: Spaghetti Story”, con la partecipazione delle classi dell’indirizzo audiovisivo dell’Isis Bernini De Sanctis al Palazzo Cavalcanti (c/o Ufficio Cinema del Comune di Napoli, Via Toledo, 348).

Gran finale il gala del 25 alle 21 che premia ben 4 volte “Mixed By Erry” di Sydney Sibilia (miglior film e miglior attore ai tre protagonisti Luigi D’Oriano, Emanuele Palumbo e Giuseppe Arena), ritireranno i premi Teresa Saponangelo, migliori attrice con “Nata per Te” di Fabio Mollo, il produttore Francesco Pinto per “Filumena Marturano” come miglior serie, per “Il Commissario Ricciardi” Antonio Milo come miglior attore non protagonista e Maria Vera Ratti come miglior attrice non protagonista, e tre premi speciali: a Iris Peynado al talento e all’impegno artistico e culturale, ad Antonio Parlati per il centro di produzione Rai di Napoli e a Renato Carpentieri alla carriera. Ancora, riconoscimenti sono stati assegnati a Massimiliano Gallo come miglior attore protagonista con “Vincenzo Malinconico avvocato”, a Giordana Marengo Rising Star con “La Vita Bugiarda degli Adulti). In anteprima anche il trailer di “Arte e Storie del Museo di Capodimonte” di Marco Spagnoli, un omaggio al grande museo napoletano.

Partner Gala Cinema Fiction 23: Tene Allestimenti, Cinema Filangieri, Emanuele Sammaruco Hair Style, Fabiana Sammaruco Make Up, TeamLuca Parrucchieri.