Mercoledì 25 settembre, dalle ore 18:30 fino alle 21:30, il Kaoslab riaprirà le sue porte.

Per questo primo evento il Kaoslab ha rispettato l’idea che ha portato alla sua fondazione, ovvero avere la possibilità di giocare con uno spazio vuoto da riempire.

La serata si articolerà in tre momenti diversi all’insegna dell’Arte.

Tre artisti, quindi, per tre spazzi e tempi, distinti ma al contempo un tutt’uno con l’ambiente e lo spirito dell’evento.

Laura Simonet, regista e scenografa di origine francese, si trasferisce a Napoli nel 2016 dove consegue la specialistica in scenografia per il teatro all’Accademia di Belle Arti di Napoli. Il contatto con il territorio partenopeo si è rivelato di grande stimolo verso le tematiche e le ricerche da lei affrontate in Francia aprendo nuove suggestioni e nuove strade da intraprendere.

Simonet il 25 presenterà “Chair Publique”, per la sua regia, con Flora Poux quale performer, musiche di Fulvio Nocera e voce di Chiara Carnevale.

Intravista sensibile, carne visibile, carne vedente. Trascinato nell'itinerario dinamico della città, il corpo in movimento reinforma l'evoluzione adeguata che gli era destinata, ci confessa l'astrazione intima del mondo aperto che si sta aprendo di continuo sotto a suoi occhi. Muoversi diventa la regola, libero è il pensiero, che dal ritmo è generato. Circola il corpo, quando il contemplare prende il sopravvento. Risuona l'intimo là dove l'altro non mi raggiunge. Carne a distanza, l'altro, mio simile, quello che mi vede”.

 

Vittorio Polverino è un artista napoletano poliedrico: scultore, disegnatore, pittore e grafico. Si laurea all' Accademia delle belle Arti di Napoli in progettazione grafica nel 2007 e contemporaneamente consegue i diplomi di disegno e fumetto alla scuola italiana di Comix. Negli anni successivi continua a formarsi nella bottega del maestro Ciro Vignes ed e qui che scopre la sua più grande passione: la scultura. Vittorio lavora molto da freelance scopre e sperimenta nuove tecniche. Realizza opere su commissione in pietra, terracotta, cera, materiali plastici e legno. Nel 2018 apre la propria bottega “Vittorio Polverino Studio” a Napoli in vico Santa Maria a Cappella Vecchia 27 dove realizza ed espone le sue opere e tiene corsi d’arte pittorica e scultorea.

Polverino il 25 presenterà una sua “Estemporanea

Osservare ed essere testimoni dell’atto creativo. L’atto creativo di per sé si manifesta come un dialogo unico tra l‘artista e la materia. Nella giornata inaugurale del Kaoslab ogni visitatore influirà inevitabilmente su quell’atto tanto intimo e privato. Dal pensiero alle mani e dalle mani alla materia nasce la forma”.

Artigiani e musicisti Marco e Massimo Tirino il 25 in “Suoni dal metallo” daranno voce dal vivo gli strumenti da loro fabbricati, gli Handpan. L’ Handpan è uno strumento idiofono in acciaio, lo si può definire uno strumento contemporaneo in quanto la sua invenzione appartiene a questo secolo. I due fratelli hanno questa passione comune ma ognuno ha un proprio laboratorio e un proprio metodo di realizzazione dello strumento.  A Maggio del 2018 è uscito il loro primo disco di inediti di  “Per il verso giusto” e insieme ad altri musicisti presenti nel disco forma e dà vita al progetto MOG.

M.S.