NAStartUp vola sul tetto del mondo. La Palestra delle Startup che supporta la nascita di scaleup è stata annoverata tra i 5 acceleratori di business a livello mondiale, nella classifica stilata da UBI Global, ente svedese che si occupa da 10 anni di mappare e misurare lo stato di salute di più di oltre 1.200 acceleratori e incubatori intorno al mondo.

«Questo è un riconoscimento che va a tutti coloro che hanno reso possibile realizzare oltre 20 eventi negli ultimi 12 mesi, tra eventi mensili e speciali. Sono loro l’anima di un progetto che nato a livello locale ha saputo innovare con un suo modello e farsi notare nel mondo», racconta Antonio Prigiobbo, founder NAStartUp che guida il progetto coadiuvato dalla financial advisor, Brigida Ardolino e dal giornalista, Giancarlo Donadio. 

«Misuriamo, con un approccio data driven, le organizzazioni che si occupano di incubazione e accelerazione nel mondo. Il nostro studio mostra le tante facce dell’ecosistema di incubatori internazionale e mira a illustrare le opportunità e le sfide che le organizzazioni affrontano»,spiega Joshua Sowah, Head of Research at UBI Global.

I Mondiali dell’Innovazione

La classifica di UBI Global, che tiene conto di parametri oggettivi, tra cui il numero di startup supportate negli anni, gli investimenti che hanno saputo generare e anche l’impatto sociale delle attività promosse, viene stilata ogni quattro anni. Anche l’edizione del 2019 ha visto NAStartUp tra i progetti di accelerazione protagonisti, nella Top 3 dei programmi per startup “Top Challenger Europa”.

Questo nuovo riconoscimento mette a confronto NAStartUp, Acceleratore NoProfit di Network e Comunicazione nato 9 anni fa Napoli, con player al di fuori del contesto europeo: «Fin dalla sua fondazione, NAStartUp ha promosso una cultura dell’inclusione e dell’apertura. Non abbiamo mai creato confini, né sui progetti da sostenere, né sulla provenienza o sul grado di sviluppo. Creando qualcosa dal basso che non esisteva siamo arrivati a farci notare nel mondo proprio per questa nostra nuova filosofia, che non preclude il contatto diretto con interi ecosistemi, favorendo incontri senza mediazioni, accelerando esperienze, talenti e la condivisione, in uno spirito mai egoistico e antagonistico», conclude Prigiobbo.

NAStartUp è stato premiato insieme a due acceleratori canadesi (Accelerator Center e York Entrepreneurship Development Institute) alla spagnola, Aceleradora MentorDay e allo Eit Health Accelerator. Tra i progetti italiani si è distinto anche l’Incubatore Imprese Innovative del Politecnico di Torino (I3P) nella categoria “Top Challenger”. 

I dati premiati da UBI Global

UBI Global ha premiato NAStartUp grazie ai numeri che ha saputo generare negli ultimi cinque anni: 50 sono le startup che si sono presentate e sono state promosse (di cui il 20% operanti nella social innovation) che hanno ricevuto il supporto della community, 30 i mentor che hanno offerto consigli agli startupper. E ancora 30 sponsor che hanno sostenuto il network che può contare sul supporto di 8mila persone, raggiungendone 30mila attraverso i suoi social media.

NAStartUp è un progetto finanziato da privati: IdeaSolutions Holding e Quadronica, Kineton, con i partner Sartoria DA Napoli, Santa Chiara Boutique Hotel, Biancamore, Lauro.it, The Spark, Creazione d'Impresa e SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti della Campania), sono alcuni dei sponsor che lo supportano.