Il 19 maggio, alle 10:30, nella rassegna del Maggio dei Monumenti, un evento di rievocazione storica trasformerà l'Orto Botanico in un teatro vivente della storia partenopea.

Organizzato dall'Istituto IISS 'Leonardo da Vinci', guidato dalla dirigente scolastica Giulia Urciuolo, con il sostegno di enti quali Università Federico II, Regione e Comune, l'evento vuole essere un'esperienza immersiva, annunciano gli organizzatori, che ripercorre le epoche che hanno plasmato Napoli. Più di 150 figuranti, vestiti con costumi d'epoca ricreati dagli studenti con la guida della prof.ssa Laura Varriale, daranno vita a una parata storica 'Da Partenope...a noi' tra le serre dell'Orto Botanico. Canovaccio sarà "La narrazione di Cesare Carmignano" (letture di Varriale) che accompagnerà i visitatori in un percorso che spazia dalla Napoli Greco-Romana al Medioevo, dall'epopea napoleonica al Risorgimento, fino alle soglie della prima guerra mondiale e al fenomeno dell'emigrazione verso le Americhe.

"Questo tuffo nel passato - si rileva ancora - non è solo un omaggio alla storia, ma anche un'occasione per celebrare l'identità culturale di Napoli. La diversità dei partecipanti, in termini di età e background sociale, riflette l'impegno della comunità nel preservare e valorizzare il proprio patrimonio culturale". C'è stata sinergia tra diverse organizzazioni, come l'associazione 'O 'Nciucio, ACLI Beni Culturali e Filitalia International (Chapter di Napoli). L'Associazione Passi e Note contribuirà all'evento con i propri danzatori (Bruno Martino, Luisa Tranchino, Bove Arcangelo, Russo Ciro, Prisco Carmela, Gagliardi Alfonsina, Grosso Lorenzo, Marzocca Graziella, Curcio Bruno, Smereka Lyudmyla, Regazzi Grazia, Santoro Antonio, Di Caprio Michele), guidati dalla coreografa Carmen Buonocore. Non è mancato il sostegno dei LIONS club Partenope Palazzo Reale e Lupi del Sud.