Durante il primo lockdown imposto dalla pandemia da Covid-19, Antonio Maria Gigliotti, commercialista e revisore contabile, è diventato un forte punto di riferimento di commercialisti, consulenti del lavoro e imprenditori, organizzando continue dirette sui suoi canali social, insieme agli esperti di Fiscal Focus, quotidiano da lui fondato e diretto. Dirette che sono state una guida all’orientamento e alla comprensione dei DPCM emanati di continuo dal Governo Conte. Sempre in quel periodo, Gigliotti ha ricevuto in redazione tante lettere, che offrono una visione dell’emotività dei cittadini italiani, preoccupati e spaventati dal virus e dalla paura di perdere tutto ciò per cui hanno lavorato una vita intera.

Gigliotti ha raccolto questa esperienza di “protezione civile dell’economia” nel libro “Caos-19. Testimonianza di una pandemia economica e fiscale” (Rogiosi Editore), con la preziosa prefazione del magistrato Catello Maresca, Sostituto Procuratore presso la Procura Generale di Napoli, intervenuto anche in diretta sui canali social di Gigliotti per esaminare l’infiltrazione mafiosa nelle aziende italiane, piegate dalla mancanza di liquidità e soluzioni immediate, che le mettessero al riparo dal fallimento. Un libro che diventa un’importante testimonianza storica del terribile anno 2020. “Caos-19. Testimonianza di una pandemia economica e fiscale” sarà in tutte le librerie e negli store on line dal 15 gennaio 2021. Intanto è disponibile in prevendita sul sito www.rogiosi.it, in promo -25%, inserendo il codice GIGLIOTTI.

Il 2020 non è un anno che ha prodotto eroi. Semmai ha visto protagonisti soldati armati in prima linea per affrontare una pandemia mondiale, che si è rivelata una guerra combattuta su due campi: sanità ed economia.

Le immagini che cristallizzano questo annus horribilis sono quelle di un mondo scientifico in confusione, di medici, anestesisti, infermieri alle prese con tante, troppe persone che affollano gli ospedali, delle bare, delle grandi potenze mondiali impegnate nella corsa al vaccino come panacea assoluta, dei commercialisti alle prese con decreti assurdi, di liberi professionisti in sofferenza e imprese, divise tra chi prova a resistere, chi ha dichiarato fallimento e chi non ha retto alla vergogna del fallimento. 

Un’Italia che non è più democratica e neanche più fondata sul lavoro, schiacciato da uno tsunami di licenziamenti, che ha travolto tutti i settori produttivi. E un Governo che non tutela più nessuno e che, al tempo stesso, diventa una seria minaccia per le partite iva, su cui cerca di far ricadere il peso economico di una nazione piegata su se stessa.

CAOS-19 offre una testimonianza di questo tempo, attraverso una puntuale disamina, fatta quotidianamente da Antonio Gigliotti sui suoi social e nei format tv in cui è stato ospitato, dei decreti e degli annunci di azioni folli “urlate” agli italiani dai titoli dei giornali, soprattutto, ma non solo, economici; e attraverso una raccolta di lettere, che l’autore ha ricevuto, in pieno lockdown, non solo dai suoi colleghi commercialisti ma anche da commercianti, insegnanti, studenti, infermieri, medici, anestesisti, restituendo alla memoria l’umore dell’umanità.