Un colpo di fulmine tra due che si incontrano per caso, accomunati da una passione che li fa amare e scontrare al tempo stesso. È questo l’inizio del nuovo romanzo di Lucia de Cristofaro “Inganni”, edito dalla Albatros Edizioni. Una narrazione a più voci in cui ogni personaggio ha un suo stile e un suo modo di pensare e parlare - spontaneo o contorto, diretto o intimista - che permette allo scorrere del tempo e degli eventi un costante cambio di prospettiva, così come le persone cambiano la propria “maschera”. E così, nelle pagine di Lucia de Cristofaro, reazioni a catena si sviluppano attorno ad una complicata storia d’amore, a dimostrazione che tutto è connesso ed ogni nostra azione ha le proprie conseguenze. L’animo umano è protagonista indiscusso e viene tracciato con tutte le sue angosce e le sue perplessità. L’autrice, anche stavolta ha saputo coinvolgere il lettore in prima persona facendo in modo che, quest’ultimo, possa sentirsi parte della storia e pronto a guardarsi dentro. “INGANNI” è un libro che rispecchia la realtà dei nostri tempi. La de Cristofaro dà prova di essere una scrittrice in grado di rispecchiare il vero, proprio come nei suoi precedenti romanzi “La doppia vita di Rosalin”, vincitrice del “Premio Lerici” per la narrativa edita ed oggi è giunto alla settima ristampa, “L’Ottavo Giorno” che segna l’inizio del suo successo internazionale con prefazione del Premio Nobel Alternativo per la Pace Johan Galtung, ed “Il Capolavoro”, acclamato dalla stampa italiana e straniera. Nell’albo d’oro della Binghamton University Of New York, Lucia de Cristofaro si conferma come punto di riferimento culturale in tutto il mondo, capace ancora una volta di scrivere un romanzo emozionante, attuale e d'impatto, dove i singoli si sentono costantemente parte di un tutto che non può essere ignorato. Da leggere ed amare.