Non c’è solo il calcio nella vita del 17 azzurro. Si avete capito bene. Marek “Marechiaro” Hamsik, storico capitano dellà Società Sportiva Calcio Napoli dell’era De Laurentiis ha lanciato la propria casa vitivinicola: Hamsik Winery.

Cosa spinge uno slovacco purosangue a produrre prosecco in Italia? Beh, siamo onesti, sicuramente Marketing, sicuramente pubblicità, ma anche e soprattutto a mio avviso la voglia di mettersi in gioco.

Dal Pinot Grigio al Valdobbiadene, dal Cabernet al Cartizze passando per un’ottimo Prosecco Doc i vini di Marek Hamsik sono molto ben fatti, costruiti ad arte dagli enologi per piacere ma ciò nonostante caratterizzati soprattutto per quanto concerne le bollicine da un’interessante carattere deciso ed elegante.

Già commercializzato in Olanda, Repubblica Ceca e Slovacchia i vini di Marek Hamsik col quale non ho avuto modo di interfacciarmi al contrario parlano da soli.

La tradizione che da cinque generazioni accompagna la famiglia Serena nella produzione del vino, attraverso l’impiego delle uve autoctone tra le quali il Glera parla da sola nei suoi vini di estrema godibilità.

Sinceramente del personaggio da tifoso dell’Inter posso solo aver simpatia e non quell’amore viscerale che contraddistingue i tifosi del Napoli. Quanto appassionato di vino però posso dire che il Rosato è veramente molto buono, ottime note di fragola per nulla artificiali ed una buona applicazione tecnica del metodo Charmat, senza sbavature e senza alcuna aggressività nel Perlage.

Unitamente di gran livello il Cartizze che non arreca danno agli storici 110 ettari di territorio ma anzi ne contribuisce al lustro per grande armonia, gentilezza di media bocca ed attacco lungo.

Insomma, una partnership commerciale indovinata, una buona qualità del prodotto ed una scelta indovinata della location. Come anticipato da Luciano Pignataro Sano Sano rappresenta una bella realtà nella quale fare cucina salutare non è una trappola per turisti o gastrofighetti amanti della linea ma significa mangiare di qualità, mangiare di gusto e godersi un decoro d’ambiente elegante coronato da un servizio bello giovane, frizzante ed attento.