Domenica 26 Marzo l’Associazione La motoTerapia presenterà il programma per l’anno 2023 con un motoraduno statico patrocinato dalla Provincia di Caserta e dal Comune di Santa Maria a Vico,  presso il Vicum Bar di Santa Maria a Vico (CE). La mattinata avrà inizio alle 10.30. Saranno presenti le famiglie dei bambini autistici in trattamento e motociclisti provenienti dalla Campania e da altre regioni. La presenza dell’Associazione,  che ha lo scopo di presentare il progetto di ricerca sul trattamento dell’autismo attraverso l’utilizzo della moto, è prevista il 15 e 16 aprile a Napoli in occasione del raduno nazionale dei Clownterapisti , il 22 e 23 Aprile a Belvedere Marittimo (CS), il 29 Aprile al “Terni International Motor Fest”, organizzato da Pierfrancesco Pileri (ex Team Manager del motomondiale che ha visto come suoi piloti Loris Capirossi, Alex Barros, Fausto Gresini, Paolo Casoli, Ezio Gianola) dove Il presidente, Dott. Luca Nuzzo, interverrà in conferenza stampa, il 1 maggio a Barletta per portare la motoTerapia in Puglia, il 4 Giugno organizzerà la prima gita in moto con i bambini in trattamento che ormai hanno raggiunto livelli tali da partecipare come passeggeri e sostenere distanze di più chilometri (un evento di grandissima sensibilizzazione e integrazione sociale), il 10 Giugno a Roma Fiere in un evento nazionale a scopo sociale, il 18 Giugno a San Nazzaro (BN)  in un convegno sulla disabilità, il 24 Giugno a Chieti ad un motomemorial organizzato da Vinicio Tricca in supporto all’Associazione La mototerapia e all’Abruzzo Autismo onlus, il 17 Settembre si ripeterà il grandissimo evento nazionale annuale a supporto dell’Associazione (Lynphis Ride per la motoTerapia VII edizione) che lo scorso anno ha visto la presenza di 1200 moto e più di 2000 persone provenienti da tutto lo stivale, in fine sarà a Tropea in un evento di sensibilizzazione e supporto organizzato dall’Asi Nazionale e dal Comune di Tropea. L’Associazione effettua le terapie in moto ormai da 3 anni a diversi bambini con cadenza settimanale registrando risultati sorprendenti e l’interesse da parte delle famiglie che vivono il problema dell’autismo aumenta sempre più.