Giovedì due equipe, dirette dal primario dell’U.F.  di Ortopedia e Traumatologia il prof. Donato Notarfrancesco, eseguiranno per la prima volta in Campania, presso la clinica Salus di Battipaglia, un intervento di sostituzione protesica di anca bilaterale in simultanea ad un paziente di 63 anni affetta da coxartrosi bilaterale. La Casa di Cura Salus di Battipaglia ha affiancato il prof. Notarfrancesco in questa procedura chirurgica mettendo a disposizione tutti i supporti clinico strumentali allo scopo di concretizzare questa tipologia di intervento poco praticato nell’Italia centro meridionale. «Sempre più spesso il paziente affetto da coxartrosi bilaterale richiede di essere operato ad entrambi i lati in un unico tempo operatorio. Il paziente ideale per questo tipo di intervento deve avere meno di 65 anni, essere privo di comorbidità e altamente motivato. I vantaggi sono diversi rispetto a quando si opera un’anca per volta: una riduzione del trauma chirurgico anestesiologico, un rapido recupero funzionale e un dimezzamento dei costi relativi al ricovero e alla riabilitazione» spiega Notarfrancesco. In sala operatoria oltre a quattro chirurghi con le due squadre che opereranno in contemporanea sulle due anche, ci saranno anche due specialisti nell’utilizzo del lettino da trazione. Sarà utilizzato questo particolare lettino perché la via di accesso chirurgica sarà un accesso anteriore mini invasivo che consentirà alla paziente di sollevarsi e deambulare già il giorno successivo dell’intervento. Inoltre questa modalità mini invasiva consentirà alla paziente di non essere trasfusa nel post-operatorio. La durata dell’operazione sarà di circa un’ora e dieci minuti e verrà effettuata l’anestesia spinale.