Si terrà Napoli dal 3 al 5 luglio presso l’Hotel Royal Continental in via Partenope 38 il VI Congresso Nazionale della Società Italiana di Virologia (SIV-ISV), il primo congresso nazionale di virologia in presenza dopo la pandemia.

Tra le ragioni che hanno portato alla scelta di Napoli come sede congressuale vi sono oltre agli ottimi risultati ottenuti nella gestione della pandemia anche i tanti risultati scientifici dei gruppi di ricerca napoletani che si sono impegnati in questo ambito come nel caso del sequenziamento delle varianti virali che vede i gruppi campani tra i più attivi in Italia.

Il VI congresso della Società Italiana di Virologia ha come principali  organizzatori i tre atenei campani: il  Prof Massimiliano Galdiero dell’Università della Campania “L. Vanvitelli”, il Prof  Giuseppe Portella  della Università Federico II di Napoli, e il Prof. Gianluigi Franci dell’Ateno di Salerno. L’organizzazione del congresso si è avvalsa dell’importante apporto scientifico del Presidente SIV-ISV, Arnaldo Caruso e degli altri membri del direttivo SIV-ISV con il patrocinio delle Società Scientifiche tematicamente vicine come la Società Italiana di Microbiologia (SIM), l’Associazione Microbiologi Clinici Italiani (AMCLI), l’Associazione Nazionale Infettivologi Veterinari (ANIV) e la Società Italiana Malattie Infettive e Tropicali (SIMIT).

Nell’ambito del concetto “One Health”, il congresso prevede la partecipazione di esperti in virologia umana, veterinaria, ambientale e vegetale. Oltre alle sessioni incentrate sul COVID-19 sono previste numerose altre sessioni su virologia clinica, interazioni virus-ospite, virologia strutturale, vaccini contro agenti virali, terapie antivirali e sull’utilizzo in terapia genica dei virus.

Il congresso è stato concepito per promuovere produttive interazioni tra le diverse anime virologiche e soprattutto con uno spirito internazionale grazie alla presenza di illustri relatori dall’estero come gli scienziati Robert Gallo, noto per aver scoperto nel 1982 l'origine retrovirale dell'AIDS, Felix Rey, esperto di virologia strutturale delle proteine implicate nella fusione di membrane e penetrazione virale, Clarissa Read, nota per gli studi di microscopia elettronica e virus erpetici, Yaohe Wang, esperto di virus oncolitici e NgeeKeong Tan, esperto in virologia clinica.

Speciale attenzione è stata dedicata ai giovani ricercatori la cui partecipazione è stata incoraggiata con borse di studio sponsorizzate dalla Società e dal loro diretto coinvolgimento in diverse sessioni scientifiche.