L'enorme quantità di materiali per etichette adesive personalizzate disponibili può presentare delle interessanti opportunità quando si decide di creare il proprio marchio e quindi il logo da applicare e far circolare. Tuttavia, può anche presentare una serie vertiginosa di opzioni che possono sembrare opprimenti per coloro che le conoscono da poco e non sanno perfettamente come muoversi. Ogni tipo di materiale per etichette ha il proprio insieme di proprietà uniche e di peculiarità. Queste proprietà possono differire in termini di aspetto, sensazione e capacità di aderire a determinate superfici. Vogliamo aiutarti a vagliare queste scelte e scegliere il tipo di materiale per etichette più adatto al tuo prodotto.

Per cominciare, analizziamo la composizione di un'etichetta. Ok, quindi un'etichetta è composta da tre componenti.

  • 1. Il frontalino, il materiale su cui viene stampato.
  • 2. L'adesivo, che è fondamentalmente il componente appiccicoso direttamente sul retro del frontalino.
  • 3. Il liner, ovvero il materiale su cui viene inizialmente applicata la parte adesiva dell'adesivo.

Perché dovrebbe interessarmi i materiali delle etichette?

Buona domanda. Bene, perché nella scelta di un tipo di materiale per etichette, stai anche scegliendo l'adesivo e il rivestimento di cui è composto quel materiale. Una delle prime cose da tenere in considerazione quando si sceglie un tipo di materiale per etichette adesive personalizzate è il materiale del contenitore su cui verrà apposto. Alcuni adesivi per materiali per etichette aderiscono facilmente a plastica, metallo e cartone. Altri adesivi per materiali, pur possedendo i loro vantaggi unici (ne parleremo presto), aderiranno solo a determinate superfici dei contenitori. Ora, la maggior parte dei materiali per etichette ha un adesivo che si attaccherà facilmente alla maggior parte delle superfici di imballaggio standard, ma è importante essere consapevoli delle situazioni che potrebbero presentare problemi di applicazione.

Quando si tratta di incollare i materiali delle etichette su determinati tipi di contenitori, la situazione può diventare un po' più spinosa. Il problema, però, è in gran parte ambientale. Non come l'ambiente delle balene e degli alberi , ma piuttosto l'ambiente dei recinti in cui sono alloggiati.

Nelle stanze, nelle strutture di stoccaggio, ecc., dove la temperatura è di un grado notevolmente superiore o inferiore alla temperatura ambiente tipica, alcuni adesivi avranno più difficoltà ad attaccarsi ai loro contenitori. Allo stesso modo, gli ambienti pieni di umidità possono nuocere alla capacità di un'etichetta di aderire al contenitore. Queste regole valgono per la maggior parte delle circostanze, ma non dovrebbero essere considerate un'affermazione generica, poiché ci sono alcune eccezioni speciali a queste regole. Ora che abbiamo eliminato questi avvertimenti, approfondiamo il nocciolo della questione dei tipi di materiale per etichette.

Carta bianca semilucida con adesivo multiuso

La carta semilucida si trova da qualche parte tra l'aspetto più opaco del opaco e l'aspetto laminato pulito e lucido del tradizionale lucido. La lucentezza bianca viene applicata a macchina. Questa carta semilucida per uso generale è in grado di aderire a superfici come cartone, plastica e metallo. Come con qualsiasi materiale cartaceo, non sarà resistente allo strappo, all'acqua o all'olio, il che potrebbe causare problemi se il tuo prodotto sarà esposto a qualsiasi manipolazione brusca o condizioni ambientali bagnate, per questo esso è ideale da utilizzare come etichette chiudibusta.

Carta bianca semilucida con adesivo rimovibile

Si tratta di un'iterazione bianca semilucida con lo stesso frontalino dell'alternativa per uso generico, ma l'adesivo è progettato per funzionare particolarmente bene con substrati ruvidi. Può aderire alle superfici curve ed ha la flessibilità di essere immediatamente riposizionabile se il primo tentativo di applicazione non è perfetto. Questi ragazzacci possono essere rimossi anche dalle superfici e senza lasciare residui. È importante notare, tuttavia, che potrebbero non staccarsi in modo pulito da substrati estremamente lisci.

Carta bianca semilucida con adesivo per congelatore

Se stavi cercando materiale in grado di aderire a superfici umide o ruvide, l'hai trovato. Ciò che è particolarmente degno di nota di questo materiale è la capacità di resistere alle temperature del congelatore. Stiamo parlando di una temperatura minima di etichettatura di -8 gradi Fahrenheit, gente. Otto negativo!

Carta kraft marrone scuro con adesivo multiuso

Questo tipo di materiale per etichette è adatto a coloro che desiderano che i loro prodotti abbiano un aspetto fatto in casa o artigianale. L'aspetto è simile al cartone fine. È anche abbastanza resistente e aggiunge una qualità materica un po' più ruvida alla grafica dell'etichetta.

Carta da vino solare classica con adesivo freddo/bagnato

Questo tipo di materiale per etichette è dotato di un adesivo tenace che è ancora in grado di essere strofinato e lavato via se necessario. Funziona bene sia su superfici fredde che asciutte. Ha anche una resistenza all'acqua abbastanza buona da poter essere immerso in un secchiello del ghiaccio senza trasformarsi in poltiglia. La sua temperatura minima di etichettatura è di circa 32 gradi Fahrenheit. Un'altra cosa: questo tipo di materiale per etichette è realizzato appositamente per le bottiglie di vino con il suo bell'aspetto classico e strutturato e le sue caratteristiche adesive.

Argento BOPP con adesivo multiuso aggressivo

Un altro materiale biorientato in polipropilene. Questa volta, tuttavia, è un foglio d'argento luminoso e parzialmente riflettente. Come i suddetti BOPP, questo film può essere allungato lateralmente e longitudinalmente. Inoltre, questo BOPP è resistente all'umidità, all'acqua e persino all'olio e alla refrigerazione. Il materiale argentato è ancora più durevole e robusto della sua controparte bianca in BOPP, il che lo rende ideale per l'uso come cartellino di servizio o applicazioni industriali simili. Come etichetta di prodotto premium, tuttavia, offre alcune straordinarie capacità di progettazione. Come con il BOPP trasparente, possiamo sbiadire l'opera d'arte o parti dell'opera d'arte con inchiostro bianco, facendoli apparire opachi come farebbero su BOPP bianco. La parte divertente, però, è quando iniziamo a rimuovere lo strato bianco in percentuale o per intero. Applicando i colori al supporto metallico, possiamo creare l'aspetto dell'inchiostro metallico che può far risaltare il punto focale di un'etichetta in modo sorprendente. Pensa a ori, bronzi, colori scintillanti di marca come arancioni o blu. Le possibilità sono infinite!

Come puoi vedere la scelta dei materiali è davvero ampia e molto difficoltosa nella scelta soprattutto se sei alle prime armi con la tua produzione di etichette, speriamo con questo piccolo tutorial di averi aiutato nella produzione delle tue etichette e di averti dati degli strumenti per non sbagliare la scelta del materiale perfetto per te.