NOLA. Il 16 novembre al Museo Storico Archeologico di Nola (Via Senatore Cocozza, 2) alle ore 18.00 (ingresso libero) in occasione del progetto “Musica in Mostra al Museo” si terrà la cerimonia inaugurale del progetto con l’inaugurazione del pianoforte donato al museo da Fidapa (Federazione Italiana Donne Arti Professioni e Affari, sez. di Nola), presieduta da Nensi Romano. Il Museo Storico Archeologico, diretto dal Giacomo Franzese ha, nel corso dell’ultimo triennio, contribuito in modo concreto alla valorizzazione del patrimonio culturale ed a consolidare un programma di manifestazioni di carattere culturale ed artistico. L’evento inaugurale vedrà come madrina della serata la pianista siciliana Giuseppina Torre che tanti successo ha riscosso con i suoi album e in particolare con l’ultimo suo lavoro dal titolo “Life Book” che ha trovato il favore della critica e del pubblico anche in tourneée con artisti di fama internazionale come il Volo. L’evento vedrà anche la partecipazione del maestro Domenico Sodano che ha collaborato alla riuscita del progetto e che darà inizio alla cerimonia eseguendo alcuni brani del repertorio classico. La direzione del Museo e la presidente della Fidapa Sez. di Nola a.s. 2019-2020, Maria Manganiello, accoglieranno i partecipanti nel Salone Vaccaro del Museo dove sarà presentata una rassegna delle iniziative e manifestazioni organizzate nell’anno in corso e di quelle in programma per il prossimo anno. Interverranno: il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, Eugenia Daniele, socia fondatrice Fidapa di Nola, Francesco Di Lauro. Durante la cerimonia saranno recitate delle incursioni poetiche di Giuseppe Cassese e dell’attrice Maura Tronci. La conduzione della serata è affidata alla giornalista e musicista Filomena Carrella. La serata sarà preceduta dalla “Cerimonia del Passaggio delle Consegne" della Fidapa di Nola. ll direttore Giacomo Franzese ha dichiarato: «L’inaugurazione del pianoforte, donato al Museo dalla Fidapa sez. di Nola, rappresenta una traguardo importante che testimonia il lavoro costante e determinato che ha caratterizza il mio mandato dal 2015 e che vedrà per il prossimo triennio consolidare l’importante ruolo di volano culturale e sociale della città di Nola e dei beni culturali del territorio».