Momenti di tensione la notte scorsa al San Paolo Hotel di Palermo che ospita 33 migranti risultati positivi al coronavirus. Un gruppo di tunisini, arrivati da Porto Empedocle e Lampedusa, e tutti in quarantena, in piena notte, come apprende l’Adnkronos, ha lasciato le camere nonostante il divieto. I tunisini sono poi rientrati nelle loro camere. E questa mattina il personale del San Paolo si è rifiutato di lavorare e ha chiesto prima l’immediata sanificazione dei luoghi.

Il governatore siciliano Nello Musumeci, appresa la notizia, ha subito contattato il Prefetto di Palermo Giuseppe Forlani. Adesso la situazione sembra essere tornata alla normalità.