Comicon 2019, la Phoenix Publishing al Salone Internazionale del Fumetto e del Gioco alla sua XXI edizione

 

All’ormai celebre Comicon, l’annuale Salone Internazionale del Fumetto e del Gioco, che si svolgerà a Napoli dal 25 al 28 aprile alla Mostra d’Oltremare per la ventunesima edizione, quest’anno parteciperà anche la Phoenix Publishing con le sue opere e, in particolare, con due libri a fumetti, Leggende Napoletane e Percy’s Song, al Padiglione 1, Stand 15, dalle ore 10:00 alle 19:00, durante tutti e quattro i giorni della manifestazione.

La Phoenix Publishing, sita a via Morghen a Napoli, è diretta da Emanuele Pellecchia. Gli altri membri sono Gianluca Testaverde, editor e illustratore; Luna Cecilia Kwok, vice editor, grafica e art director; Francesco Saverio Tisi, sceneggiatore.

“La Phoenix Publishing ˗ precisa Pellecchia ˗ nasce dalla volontà di realizzare sogni anche su carta, infatti, è una costola della Phoenix Production Srls., già azienda di produzione e noleggio video. Abbiamo scelto la fenice come logo perché il progetto nasce dalle ceneri di quella che era una condivisione delle passioni che il nostro staff ha in comune”.

Nel dettaglio, Leggende napoletane (pagg 46 – euro 6,00), scritto da Emanuele Pellecchia e Francesco Saverio Tisi, con le illustrazioni di Gianluca Testaverde, ha come protagonista la Napoli ammantata di mistero. Sono tante, sparse nei secoli, le leggende che affollano le sue strade, i vicoli, i palazzi e i sotterranei, e che accompagnano i cittadini come ombre silenziose. In questa prima raccolta si incontrano gli appassionati e maledetti amanti Stefano Mariconda e Catarinella Frezza, dal cui amore, breve e osteggiato, ha tratto origine la storia del “Munaciello”; poi, all'interno dei Girolamini, si viene a conoscenza del novizio Carlo Maria Vulcano, perseguitato dal diavolo; infine, con un salto nei pressi di Capodichino, s’incrocia una dolce ragazza con un segreto inquietante.

Leggende Napoletane è più di un fumetto: è un viaggio, una guida verso un mondo di misteri, di storie tramandate di generazione in generazione. Uno sguardo innovativo nei confronti di una tradizione che sopravvive di secolo in secolo.

“La Phoenix si propone di mantenere un'identità dal sapore originale, cinematografico e, spesso, anche controcorrente ˗ continua il direttore ˗. Il suo tratto distintivo è sicuramente quello di riuscire ad unire diversi tipi di espressione artistica, dalla narrativa alla saggistica passando per il fumetto fino al cinema”.

Tornando alle opere portate al Comicon di quest’anno, c’è anche Percy’s Song (pagg 56 - euro 11,50), un graphic novel con le illustrazioni della colorista e autrice Martina Rossi che, con tratto delicato e una colorazione vivace, traccia personaggi, interamente dipinti a mano, che ricordano per soluzione stilistica quelli visti nei manga o in qualche film Disney. 

Eppure la storia di Percy è tragica, cupa, un'avventura che fa riflettere per la profondità dei concetti espressi, merito soprattutto della potenza della narrazione, asciutta e diretta, e per l'umanità che l'autrice ha saputo infondere ai suoi "attori" su carta. La dolorosa epopea di Percy, intrappolato in questo mondo che, al di là delle apparenze, di fatato ha ben poco, non potrà fare a meno di catturare le attenzioni di chiunque cerchi un buon fumetto e soprattutto una bella storia.

Direttore, qualche piccola anticipazione su progetti futuri?

“La Phoenix ha in serbo molti progetti, tra cui opere ricche di storia e di mistero, sia in campo editoriale che cinematografico”.

di Marco Sica