La legge è stata approvata dal Parlamento all'unanimità, la Scozia dunque diventa il primo Paese al mondo a garantire gli assorbenti gratis con il suo “Period Product (Free Provision) Bill”.

Come riporta il Telegraph, con questo provvedimento le autorità locali avranno l’obbligo di fornire in maniera gratuita assorbenti o prodotti per l'igiene femminile a «chiunque ne abbia bisogno».

La legge arriva dopo una campagna di quattro anni volta a contrastare la cosiddetta "period poverty" e culminata con la proposta della parlamentare Monica Lennon. Una battaglia che ha diviso l'opinione pubblica e anima il dibattito anche in Italia, dove ci si è posti l'obiettivo di abbassare l'imposta del valore aggiunto (Iva) sugli assorbenti. 
 

Come riporta Leggo.it in Scozia si è calcolato che le donne possono spendere fino a 8 sterline (circa 9 euro) al mese in assorbenti e prodotti per il ciclo, e chi ha un basso reddito spesso non se li può permettere. Con questa legge ci si prefigge l'obiettivo di superare il tabù legato alle mestruazioni, che ancora imbarazzano il 71 per cento delle ragazze tra i 14 e i 21 anni. La metà di loro salta la scuola durante il ciclo. 
 

Per molti, quello scozzese è un esempio di civiltà. Il Paese già garantiva gli assorbenti gratis nelle scuole e nelle università. Ora ha destinato complessivamente 9,2 milioni di sterline (circa 10,3 milioni di euro) all'iniziativa e saranno le autorità locali a decidere come metterli a disposizioni delle donne.