Sabato 25 gennaio alle ore 21:00 e domenica 26 gennaio alle ore 18:00 presso il Teatro Il Pozzo e il Pendolo si alza il sipario sul thriller psicologico Una pura formalità di Pascal Quignard. In scena Marco Palumbo, Peppe Romano e Alfredo Mundo – diretti da Annamaria Russo - presteranno il volto ai personaggi del giallo poliziesco, conducendo gli spettatori lungo un lento e doloroso cammino alla ricerca della verità. Dal film del 1944 diretto da Giuseppe Tornatore, presentato al 47° Festival di Cannes, una pièce teatrale dalla trama appassionante con un epilogo sconvolgente. 

Uno scrittore di successo  viene condotto in caserma. Ha le mani tremanti, è inzuppato e ha la camicia sporca di sangue. Correva nel bosco, e tra gli alberi è stato  trovato un cadavere. Ad interrogarlo un commissario e un agente di polizia.

Indagano per scoprire chi può essere il colpevole di quell’omicidio.  E lo scrittore con i suoi vuoti di memoria è il primo indiziato. E’ sprovvisto di documenti, non ha un alibi e racconta un sacco di bugie. Una pura formalità non è solo un thriller, ma è un viaggio profondo nell’essere umano. Si deve scavare con le unghie, per toccare corde che sono nello stomaco e che quando vibrano fanno star male. Il lento e doloroso cammino  alla ricerca della verità si chiude con un epilogo che stravolge tutti i presupposti iniziali. La formalità è finita e tutti i ruoli appaiono finalmente chiari, manca solo un nome da assegnare, e non è quello dell’assassino…