Non è stata una passeggiata questa sesta edizione di Master Pizza Champion: i sedici pizzaioli in gara, fin dalla prima puntata, hanno dimostrato di essere tutti molto competenti e preparati, pieni di inventiva e spirito di competizione.

Bovisio e Lissone: sono due le sedi, nell’hinterland milanese, della Verace Assaje, la pizzeria di Raffaele Di Stasio, il maestro pizzaiolo protagonista di un travolgente exploit mediatico, capace di spaziare con maestria dalla pizza in pala a sorprendenti impasti gourmet.

Nel maggio scorso Di Stasio si è aggiudicato l’ambito titolo di miglior pizzaiolo d’Italia al Pizza Talent Show. in onda su Alma Tv, con la pizza Un ricordo d’infanzia, una pizza dessert, che il pizzaiolo ha voluto dedicare al papà utilizzando ingredienti che ricordavano i loro momenti felici.

Non solo dunque memoria olfattiva e involontaria, alla maniera della madeleine proustiana, ma un viaggio gustativo che attraversa volontariamente l’autobiografia e ne restituisce intatte le suggestioni più preziose.

“Da circa quindici anni vivo in Lombardia e sento di aver fatto la scelta giusta, per me e per i miei figli, ma non nego che mi manca tanto Napoli”- racconta Di Stasio, che ha fatto parlare di sé anche a giugno, in occasione del prestigioso palcoscenico Città della pizza di Roma ed è attualmente impegnato nel primo show cookingriservato ai pizzaioli professionisti.

“E’ stata la stessa organizzazione del Master Pizza Champion a volermi nel cast” dice con orgoglio Di Stasio, che a soli trent’anni si trova ad affiancare e sfidare in televisione (Su Canale Italia, canale 83 del digitale terrestre e 913 di Sky) i migliori maestri dell’arte bianca”.

 

“Sognavo di arrivare in finale e ci sono riuscito”- prosegue il pizzaiolo, “credo che l’ingrediente-per restare in tema culinario- del mio successo sia lo spirito di sacrificio che guida il mio lavoro. Non è facile rimanere a galla, né, tantomeno, emergere.I competitor sono tantissimi e agguerriti. 

 

Restare fermi a guardare significherebbe auto condannarsi alla sconfitta, bisogna studiare, superarsi, innovare e coltivare la fantasia”.

Di Stasio, amalgama esplosivo di autenticità partenopea, spirito accudente e fervido estro sperimentale sembra incarnare alla perfezione il pensiero di Paul Gauguin, secondo cui cucinare suppone una testa leggera, uno spirito generoso e un cuore largo.

Non perdetelo di vista perchè il Maestro sarà presente durante il Festival di Sanremo presso Casa Sanremo dove preparerà leccornie per i cantanti in gara e addetto ai lavori, assieme ad illustri colleghi. E inoltre sarà impegnato in un’esclusivo format televisivo (ancora top secret) che andrà in onda su Alma TV.