Lush lancia All The Wild Things, il sapone in edizione limitata a forma di Koala dal profumo fresco di eucalipto, lemongrass ed eucalipto, il cui ricavato globale andrà a favore del fondo Bush Animal Fund : il fondo è destinato a sovvenzionare le associazioni impegnate nella tutela ambientale e nella salvaguardia delle specie e degli esemplari superstiti che sono riusciti a sfuggire ai roghi che da settembre 2019 affliggono l’Australia.

Il sapone All The Wild Things (6.00 € cad)  è disponibile dal 29 gennaio in tutti i negozi Lush d’Italia, Napoli in testa, e sul sito it.lush.com e sosterrà associazioni impegnate a fronteggiare l’emergenza e nel primo soccorso degli animali superstiti e in progetti di rigenerazione volti a rigenerare l’habitat e le estese aree danneggiate dagli incendi.

“Il mondo sta guardando con ammirazione il lavoro indescrivibile che stanno portando avanti i servizi di emergenza australiani, senza i quali saremmo stati costretti ad assistere a molte più perdite di vite umane e animali a seguito dei devastanti roghi che hanno distrutto il nostro paese da settembre 2019. Sappiamo che la strada per la ripresa sarà lunga e difficile. Il Bush Animal Fund è un’iniziativa istituita da Lush a livello globale per raccogliere i fondi necessari alle associazioni che sono alla ricerca disperata di supporto da parte della comunità.” ha detto Peta Granger, Lush Australia e Nuova Zelanda Director 

“I nostri clienti e il nostro staff hanno chiesto all’azienda un modo per poter dare il proprio aiuto. Possiamo solo immaginare le terribili situazioni affrontate da chi va in soccorso degli animali sopravvissuti agli incendi in Australia, tra i milioni che finora hanno perso la vita. Per sostenere l’immenso impegno dei numerosi gruppi di salvataggio non ufficiali, abbiamo creato il sapone in edizione limitata All The Wild Things, il cui intero ricavato andrà a supporto dei gruppi di salvataggio che operano per il primo soccorso degli animali, la riabilitazione e il ripristino dell’habitat naturale.” ha ribadito Hilary Jones, Lush Ethics Director.