Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
  • MILANO (ITALPRESS) - Un nuovo progetto sociale che vede protagoniste due opere di street-art a Roma e Milano è stato presentato da glo, brand di BAT Italia per i dispositivi a tabacco scaldato.
    Due diversi murales legati tra loro da un unico obiettivo: riqualificare aree urbane decentrate e diverse tra loro attraverso la forza esplosiva di colori e forme che richiamano il nuovo glo Hyper Pro, il primo dispositivo della categoria ad avere l'innovativo smart Led display. Cinque sono i colori usati nelle opere, gli stessi della nuova gamma Hyper Pro. A Milano l'opera firmata da Shek17 mostra linee e colori in movimento che sprigionano gioia e positività mentre a Roma, invece, Nicholas Perra fonde tecniche tradizionali e sperimentali per incuriosire e invitare il pubblico ad affacciarsi su nuovi orizzonti.
    Il progetto è stato ufficialmente inaugurato oggi presso il glo Discovery Store di Milano. Alla presentazione, accanto al management glo, è intervenuta anche la giornalista Clara Amodeo, esperta di urban culture. Moderati da Luca Dini, direttore editoriale di F, hanno offerto ai presenti una stimolante riflessione sul ruolo giocato oggi dall'innovazione, chiave di comunicazione imprescindibile per connettere le persone e condividere le proprie passioni, e dalla street art, una forma di espressione che negli anni si è evoluta, diventando elemento di trasformazione delle nostre città e veicolo di messaggi sociali.
    glo ha scelto quindi di esprimersi attraverso il linguaggio della street-art, per portare il proprio messaggio di positività in aree urbane decentrate. Una forma d'arte che ha acquisito sempre più valore nei contesti cittadini, passando da una forma di espressione che risponde alle necessità di autoaffermazione del singolo a libera espressione di una città che vuole riappropriarsi dei suoi spazi e, infine, vero e proprio land mark del territorio per creare aggregazione e socialità.
    "Abbiamo deciso di celebrare il lancio del nostro ultimo dispositivo glo Hyper Pro attraverso questo progetto di social ARTvertising perfettamente in linea con i valori della marca glo", racconta Antonino Grosso, Head of Marketing Deployment Italy di BAT Italia. "L'innovazione di glo vive non solo attraverso i nostri prodotti, oggi ancora più innovativi e caratterizzati da features uniche nella categoria di riferimento in Italia, ma anche attraverso il modo di comunicare con i nostri consumatori adulti. Vogliamo offrire alla collettività opere di riqualificazione in grado di stimolare la positività e valorizzare le opportunità offerte dai media digitali. Siamo certi che i cittadini di Milano e Roma sapranno apprezzare questo progetto".
    "Il socialARTvertising è una vera e propria filosofia che, unica nel suo genere, nata in Italia, unisce la comunicazione al potere visivo e culturale dell'Urban Art, alla rigenerazione degli spazi urbani e alle illimitate opportunità dei media digitali. Un modo, insomma, per mettere in connessione i brand con lo spazio urbano e chi lo spazio urbano lo vive ogni giorno, creando un vero e proprio scambio tra i due. Lo dimostrano le due opere di questo progetto: in tutte loro, mentre il brand glo comunica i propri valori e messaggi in maniera creativa, il tessuto sociale urbano fruisce non solo di un'opera d'arte ma anche di una vera e propria operazione site specific, che crea aggregazione ma anche rigenerazione e riqualificazione del territorio" commenta Clara Amodeo.
    Le due opere di street art rimarranno on air per tutto il mese di marzo a questi indirizzi: Milano, viale Monza 79 - Roma, via Fortebraccio 19.
    -foto ufficio stampa Msl -
    (ITALPRESS).

  • MILANO (ITALPRESS) - TopNetwork - tech company del Gruppo Smart4Engineering specializzata in servizi IT, con significative competenze sulle digital technologies, in particolar modo Service Management, Artificial Intelligence e IOT - e Omicron Consulting - realtà che opera nei settori data intelligence, sviluppo software e formazione - annunciano di avere siglato un accordo strategico di locazione di ramo d'azienda che consentirà a TopNetwork di integrare immediatamente l'unità di consulenza ICT ad alte prestazioni di Omicron nelle attività digitali della società del Gruppo Smart4Engineering.
    Attraverso questa nuova operazione Smart4Engineering prosegue il suo percorso di consolidamento, con l'obiettivo di creare, entro i prossimi sei anni, un operatore leader a livello europeo nei settori Digital transformation, Data Intelligence, Artificial Intelligence, Cyber, del valore complessivo compreso tra i 400 e i 600 milioni di euro.
    Nel corso degli anni Omicron ha acquisito una notevole esperienza come integratore di software altamente specializzato e partner strategico a lungo termine di alcune tra le più importanti aziende ed istituzioni finanziarie italiane.
    "Siamo impressionati dalla qualità della base clienti Omicron, dal notevole grado di innovazione che esprime e dalla vasta capacità operativa. Riteniamo che l'integrazione del team di Omicron all'interno di TopNetwork, come parte dell'ecosistema di Smart4 Engineering, aiuterà ad accelerarne i piani di crescita e la leadership di mercato, migliorando al contempo la sua offerta tecnologica per servire in maniera ancora più efficace la sua base di clienti in Italia", ha affermato Carlo Torino, managing partner di Smart4Engineering e CFO del Gruppo in Italia.
    "La nostra missione è creare un leader paneuropeo integrato nel campo dei servizi cloud e digitali. Stiamo rapidamente costruendo un'interessante piattaforma di aziende in rapida crescita e l'Italia rappresenta una priorità strategica per il Gruppo. Siamo entusiasti di accogliere lo straordinario team di Omicron all'interno della nostra grande famiglia", ha aggiunto Franco Celletti, fondatore e CEO di TopNetwork, Smart4Engineering Partner e Responsabile Digital Operations per l'Italia.

    - Foto ufficio stampa TopNetwork -

    (ITALPRESS).

  • MODENA (ITALPRESS) - Maserati presenta GranCabrio, l'ultima creazione del brand dedicata agli appassionati della guida "a tutto comfort e stile". GranCabrio è una nuovissima e altrettanto elegante versione a cielo aperto della sua gemella coupè, la pluripremiata GranTurismo.
    Al lancio, Maserati GranCabrio è disponibile nell'allestimento Trofeo, con il motore termico 6 cilindri Nettuno, un 3.0 litri twin turbo da 550 CV, cuore rombante delle vetture più performanti della gamma del Tridente.
    A bordo di GranCabrio le performance del motore Nettuno - il più potente mai realizzato per Maserati GranTurismo - si uniscono al un comfort reale e ottimale per le lunghe percorrenze, oggi esaltati da una esperienza di guida en plein air.
    La nuova convertibile del Tridente è 100% made in Italy e ripercorre le orme di GranTurismo offrendo una nuova versione della grand tourer per antonomasia.
    Il tetto è in tessuto, per occupare un ingombro minimo quando è riposto automaticamente nel bagagliaio - dove si nasconde in 14 secondi anche in movimento fino a 50 km/h - e lo spazio è garantito per quattro passeggeri.
    "L'eleganza di Maserati GranCabrio è percepibile e apprezzabile ancora di più dall'esterno, quando la capote è aperta e il rombo del motore è totalizzante - spiega Maserati in una nota -. L'unione con la strada e il paesaggio è un'esperienza impareggiabile che solo la versione spyder di questa vettura protagonista di una storia di successo che prosegue da oltre sessant'anni può regalare - la variante cabrio della prima sportiva da strada firmata Maserati, la 3500 GT, fu presentata al Salone di Ginevra del 1959. L'ultima nata di Casa Maserati è un'auto di lusso che nella sua nuova veste decappottabile esalta i dettagli di stile e i materiali pregiati che contraddistinguono la produzione del Tridente, migliorando ulteriormente un viaggio all'insegna del piacere di guida più avvolgente, in totale armonia e fusione con il panorama e lo spirito da viaggiatore tipico del cliente GranCabrio".
    "L'attenzione al design e la passione per i particolari esclusivi nulla tolgono alla performance e al divertimento - sottolinea ancora Maserati -; allo stesso modo la tecnologia è un elemento caratterizzante e dirompente, che si traduce nei migliori servizi di infotainment e di assistenza alla guida, garantendo sicurezza e intrattenimento al volante di una vettura che non accetta compromessi, complice ideale per infiniti viaggi scanditi dal miglior equilibrio tra approccio estetico e funzionalità senza eccessi. La "open air experience" è arricchita da un comfort termico e acustico notevole, con la capote disponibile in cinque colori azionabile attraverso il pulsante touch dal display centrale per un completo controllo in totale autonomia".
    GranCabrio dispone dell'innovativo neck warmer, il sistema di serie dedicato al riscaldamento del collo per guidatore e passeggero con tre differenti livelli di intensità del soffio.
    Opzionale invece il wind stopper, utilizzabile con due passeggeri e ripiegabile manualmente: in caso di capote aperta impedisce il formarsi di turbolenze all'interno dell'abitacolo e permette inoltre di godere della migliore aerodinamica del veicolo.
    Nata in parallelo alla GranTurismo, la nuova GranCabrio "è il risultato dell'incontro tra una efficienza impeccabile e la naturale bellezza di un'auto che nel tempo è rimasta fedele alla propria identità - conclude Maserati -, regina di stile dalle proporzioni classiche tipiche delle vetture del marchio modenese ma al contempo all'avanguardia, custode di una meccanica best in class e di una tecnologia di ultima generazione. Gli interni nobili non tradiscono l'artigianalità distintiva dei prodotti della Casa italiana, enfatizzando il tipico "equilibrio dei contrasti" così come un lusso coraggioso e sempre contemporaneo, nella migliore tradizione delle vetture più iconiche del Tridente".

    - Foto ufficio stampa Maserati -

    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - "La visione delle immagini ha turbato anche me, siamo aperti a ogni analisi e autocritica". Così il ministro dell'Interno, Matteo Piantedosi, nel corso dell'informativa urgente alla Camera sui fatti di Pisa e Firenze.
    "Tutti auspichiamo che le manifestazioni pubbliche si svolgano pacificamente, arrivare al contatto fisico con minorenni è comunque una sconfitta ed è ancor più necessario svolgere delle verifiche", ha aggiunto il ministro, che ha spiegato: "Sono in corso verifiche da parte del Dipartimento di pubblica sicurezza che verranno svolte con rigore e trasparenza in un clima di piena collaborazione tra polizia ed inquirenti, sono in corso indagini anche da parte della magistratura che faranno piena luce su quanto accaduto, anche grazie a una completa documentazione messa subito a disposizione, compreso materiale video e fotografico secondo una prassi consolidata per garantire massima trasparenza delle attività svolte in ogni circostanza".
    "Negli scontri sono rimasti contusi 17 manifestanti, di cui 11 minorenni, e due funzionari della polizia di Stato - ha detto ancora il ministro -. L'attività investigativa avviata ha consentito di deferire in stato di libertà 4 persone per il reato di resistenza aggravata al pubblico ufficiale, si tratta di maggiorenni tutti con precedenti per reati attinenti all'ordine pubblico".
    "In merito alla manifestazione di Pisa va preliminarmente evidenziato che, in totale violazione di legge, non era stato presentato alcun preavviso alla Questura - ha evidenziato Piantedosi -, ma che la stessa manifestazione era stata pubblicizzata sul web come una giornata di sciopero per la Palestina, con concentrazione di partecipanti in Piazza e corteo nel centro cittadino".
    "Consentitemi di sottolineare il diritto degli appartenenti delle forze di polizia a non subire processi sommari - ha detto il ministro -. Respingo fermamente ogni tentativo di coinvolgere nelle polemiche politiche il lavoro delle forze di polizia".
    "In molti Paesi europei non tutte le manifestazioni vengono permesse, mentre in Italia fin dall'inizio del conflitto tra Israele e Palestina il governo ha garantito la piena libertà di manifestare a tutte le parti - ha aggiunto -, non opponendo mai divieti e sostenendo un rilevantissimo sforzo in termini di mezzi e uomini per garantire la sicurezza. Ho avuto un incontro con i vertici nazionali dei sindacati confederali e ho ribadito che il governo non ha cambiato la strategia di gestione dell'ordine pubblico, ho espresso da parte di tutto il governo la massima fiducia nei confronti delle forze di polizia".
    "Nel 2023 nel corso delle manifestazioni pubbliche si sono avuti 120 feriti tra gli operatori a fronte dei 64 feriti tra i manifestanti - ha proseguito il titolare del Viminale -. I dati sulle manifestazioni svolte smentiscono in maniera inequivocabile una presunta strategia di contrazione della libertà di espressione in Italia. Nel corso del 2023 sono state 11.219 le manifestazioni di spiccato interesse dell'ordine pubblico, con 969.770 operatori di polizia impegnati. Dall'1 gennaio di quest'anno sono state 2.538 le manifestazioni con 150.388 operatori impegnati, e solo nell'1,5% dei casi si sono registrate criticità".
    "Dal 7 ottobre 2023 ha avuto luogo sull’intero territorio nazionale un’ampia e variegata mobilitazione filopalestinese, in molti casi promossa da sodalizi riconducibili all’area antagonista o in cui è stata rilevata una consistenza partecipazione di attivisti di tale estrazione. Di recente l’attività di monitoraggio di tale dinamica ha consentito di evidenziare un clima di crescente aggressività nei confronti delle forze dell’ordine”, ha sottolineato Piantedosi.
    "Va fermamente respinta ogni suggestione che vi sia un disegno del governo per reprimere il dissenso politico e che questo disegno sia eseguito dalle forze di polizia nel corso dei servizi di ordine pubblico - ha detto ancora il ministro -. Non vi è e non vi potrà mai essere alcuna direttiva ministeriale in tal senso, neanche indicazioni volte a cambiare le regole operative di gestione dell'ordine pubblico".

    - Foto: Agenzia Fotogramma -

    (ITALPRESS).

    https://video.italpress.com/storage/news/video/2024/2/fe8cd92c8fca0c76e9ed7a1e76f309fa9b40c9d5.mp4

    https://video.italpress.com/storage/news/video/2024/2/49b0c72874e0a668284f28d2114e8804c853ec37.mp4

    https://video.italpress.com/storage/news/video/2024/2/3f9fbff9c205acf9986d8956cb33c85860092453.mp4

  • ROMA (ITALPRESS) - "La riunione di oggi del CIPESS è una tappa importante nell'azione del Governo. Lo dico perchè fin dal nostro insediamento ci siamo posti un obiettivo chiaro: utilizzare gli investimenti pubblici come leva fondamentale per lo sviluppo della Nazione, spendere le risorse bene e velocemente evitando sprechi e inefficienze, e realizzare così infrastrutture attese da decenni e che rimarranno ai nostri figli e produrranno benessere e crescita duratura. E' una delle cifre di questo Governo, e la riunione di oggi del CIPESS aggiunge un tassello in più a questa strategia di lungo periodo". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, in occasione della riunione del Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (Cipess).
    "Non entrerò nel merito di tutti i punti all'ordine del giorno della seduta di oggi - ha aggiunto -. Lascerò poi la parola al Sottosegretario Morelli, che ringrazio per il lavoro fatto, che illustrerà i singoli provvedimenti. Ci tengo, però, a soffermarmi almeno su due punti che riguardano l'utilizzo di risorse nazionali per le politiche di coesione e che fanno seguito a due impegni precisi che questo Governo si è assunto. Il primo riguarda il finanziamento della ferrovia Roma-Pescara, un'opera di rilevanza strategica per due Regioni (Lazio e Abruzzo) ma per tutto il Centro Italia, perchè permetterà di contribuire a colmare quel divario infrastrutturale che esiste oggi tra il Tirreno e l'Adriatico".
    "Nel PNRR erano previsti 620 milioni di euro per quest'opera. Nell'ambito della revisione del Piano abbiamo, tuttavia, preso atto dell'impossibilità di completare l'opera nei modi e nei tempi previsti. Circostanza che avrebbe portato a perdere quelle risorse e rinunciare al completamento di un'opera strategica. Dunque, abbiamo dovuto stralciare dal PNRR il finanziamento alla Roma-Pescara ed individuare fonti alternative per assicurare il completamento dell'opera - ha spiegato Meloni -. Grazie al lavoro dei Ministri Salvini e Fitto, che saluto e ringrazio per il lavoro fatto, il Governo ha individuato le risorse necessarie alla realizzazione dell'opera. Oggi assegniamo quelle risorse, a valere sul Fondo di Sviluppo e coesione 2021-2027. Copriamo tutto il finanziamento che serve e assicuriamo anche una copertura aggiuntiva di 100 milioni di euro, che si sarebbero dovuti aggiudicare entro il 2023. Oggi il CIPESS delibererà un finanziamento complessivo di 720 milioni di euro, che si aggiungono ai 231 milioni di euro che sono a carico del Fondo Opere Indifferibili, a fronte di un costo complessivo di 951 milioni di euro per i lotti 1 e 2 della linea Roma-Pescara ("Raddoppio tratte Interporto d'Abruzzo-Manoppello-Scafa")".
    "Dunque, oggi mettiamo in sicurezza un'opera strategica, la finanziamo integralmente, assicurando anche risorse aggiuntive, e ci impegniamo a realizzarla. Nei prossimi giorni, il CIPESS dovrà adottare tutti gli atti necessari per assegnare queste risorse e procedere velocemente alla realizzazione dell'infrastruttura - ha detto ancora il premier -. L'altro punto all'ordine del giorno su cui voglio soffermarmi riguarda il Programma operativo complementare 2014-2020 della Regione Abruzzo. Parliamo di oltre 146 milioni di euro che serviranno a intervenire su diversi settori strategici. Tra questi: ricerca e sviluppo, innovazione, tutela dell'ambiente e prevenzione e gestione dei rischi, competitività delle piccole e medie imprese, occupazione, istruzione e formazione professionale e rafforzamento della capacità amministrativa. Dobbiamo essere molto fieri del lavoro che abbiamo fatto. Sono risultati che abbiamo cercato con grande determinazione per realizzare opere fondamentali per la Nazione".

    - Foto: Agenzia Fotogramma -

    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - Stangata per Paul Pogba: il Tribunale Nazionale Antidoping, secondo quanto si apprende, ha accolto la richiesta formulata dalla Procura, squalificando il centrocampista francese della Juventus per 4 anni per la positività al testosterone in un controllo effettuato dopo la partita vinta in trasferta dai bianconeri contro l'Udinese lo scorso 20 agosto, in occasione della prima giornata di campionato.
    Per Pogba, 31 anni il 15 marzo prossimo, una sanzione che rischia di mettere fine alla sua carriera in attesa di eventuali ricorsi. A questo si aggiunge la possibile risoluzione del contratto con la Juventus che chiuderebbe un secondo matrimonio disastroso. Dopo la prima esperienza fra il 2012 e il 2016, conclusa con cessione a tre cifre al Manchester United, Pogba era infatti tornato da svincolato nell'estate 2022 ma da allora collezionerà appena 8 presenze: prima la lesione al menisco esterno del ginocchio destro durante la preparazione estiva, il pasticcio della terapia conservativa, l'intervento e il lungo stop che gli costerà anche il Mondiale in Qatar, poi il debutto ufficiale a febbraio e i nuovi problemi fisici che ne limiteranno l'impiego. La stagione 2023-24 doveva essere quella della rinascita ma ecco il controllo antidoping di Udine, la sospensione cautelare e ora la squalifica.
    - foto Image -
    (ITALPRESS).

  • MILANO (ITALPRESS) - "Campionato chiuso? Per il primo posto credo di sì". Lo ha detto il tecnico del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia dell'anticipo dell'Olimpico contro la Lazio. "L'Inter aveva un calendario difficile, in una settimana doveva affrontare Fiorentina, Roma e Juventus - ha ricordato il mister rossonero in conferenza stampa - Superata questa in modo così netto, credo sia finita. Così come il Napoli lo scorso anno, sta facendo numeri incredibili, un campionato sopra le righe". L'Inter potrebbe festeggiare scudetto e seconda stella proprio nel derby: "Ma il 21 aprile è troppo lontano, abbiamo la partita di domani con la Lazio, che è difficile, e tanti obiettivi ancora da centrare - ha aggiunto Pioli - La Lazio ha grande qualità, dopo la sconfitta (con la Fiorentina, ndr) sarà motivata. Giocano bene, ma possiamo metterli in difficoltà giocando con intensità". "Vogliamo rimettere in campo la prestazione di domenica, ottenendo però un risultato diverso - ha proseguito l'allenatore dei lombardi, tornando sul pari con l'Atalanta - A Leao ho detto che deve sentirsi sempre bene, non abbiamo vinto perchè non siamo riusciti a segnare un gol in più e ne abbiamo avuto le possibilità. Le critiche sui social? Ci sono e ci saranno sempre. Noi abbiamo ancora obiettivi importanti, sono concentrato su questo e felice ed orgoglioso di allenare qui. Secondo me stiamo facendo un buonissimo lavoro". Pioli ha ammesso poi che sta già studiando lo Slavia Praga ma che "pensiamo solo alla Lazio. Non c'è bisogno di far riposare qualcuno in vista di giovedì, c'è ancora tempo. Abbiamo recuperato tanti giocatori, tra poco si giocherà molto e abbiamo bisogno di tutti". "Se c'è un problema arbitrale per il Milan? No, gli arbitri stanno cercando di fare il meglio possibile, non c'è malafede nei nostri confronti. In alcuni episodi c'è fortuna, in altri no - ha concluso Pioli, che per la sfida con la sua ex squadra ritroverà Tomori tra i convocati - Dobbiamo migliorare i nostri numeri in trasferta, noi cerchiamo sempre di fare la partita e dovremo farlo anche domani contro un avversario di qualità. Serviranno attenzione e continuità".
    - Foto Ipa Agency -
    (ITALPRESS).

  • TORINO (ITALPRESS) - Paul Pogba non ci sta ed è pronto a impugnare la squalifica di 4 anni per doping davanti al Tas di Losanna. Il quasi 31enne centrocampista francese della Juventus fa sapere via social di essere stato informato oggi della decisione del Tribunale Nazionale Antidoping "e ritengo che il verdetto sia sbagliato. Sono triste, scioccato e affranto perchè mi hanno portato via tutto quello che avevo costruito nella mia carriera da calciatore professionista. Non appena sarò libero dalle restrizioni legali, l'intera storia diventerà chiara ma non ho mai consapevolmente o volutamente assunto qualsiasi integratore che violasse le norme antidoping. Come atleta professonista non farei mai nulla per migliorare le mie prestazioni usando sostanze proibite e non ho mai mancato di rispetto o imbrogliato i miei colleghi o i tifosi delle squadre per cui ho giocato o che ho affrontato - sottolinea ancora Pogba - Come conseguenza della decisione annunciata oggi, farò appello davanti al Tribunale arbitrale dello Sport".
    - foto Ipa Agency -
    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - "Cambiare idea su Conte? Ma quando mai. Penso che Conte sia un populista, che sia stato un pessimo presidente del Consiglio e non condivido le sue idee. Non ho mai detto che faremo parte di nessun campo largo". Così in una intervista al Corriere della Sera il leader di Azione, Carlo Calenda. "Non abbiamo fatto il governo con i Cinque Stelle quando non c'era la vicenda ucraina, figuriamoci adesso. Le frasi che ha detto Conte l'altro ieri in tv sull'Ucraina sono immorali".
    Calenda precisa che "non continueremo a sostenere candidati terzi. Dopo sei elezioni regionali c'è una lezione che va imparata: il sistema elettorale a un turno unico non consente una candidatura terza. Sosteniamo D'Amico in Abruzzo esattamente come facciamo con Occhiuto, in Calabria, che è un bravo governatore liberale, moderato, europeista. Questo è il criterio su cui decidiamo e decideremo: competenza, onestà e valori democratici. Basta candidature di testimonianza".
    -foto Agenzia Fotogramma-
    (ITALPRESS).

  • NEW YORK (STATI UNITI) (ITALPRESS) - Un LeBron James in grande spolvero decide il derby di Los Angeles nella notte italiana della regular-season dell'Nba. Il fuoriclasse di Akron, classe 1984, realizza 34 punti e conduce i Lakers alla vittoria sui Clippers per 116-112: è lui il top-scorer di una sfida rimasta aperta fino all'ultimo grazie anche ai 49 punti complessivi dei beniamini di casa Leonard e Harden. Undicesima tripla doppia stagionale per Doncic, che con 30 punti, 11 rimbalzi e 16 assist prende per mano i Dallas Mavericks, a segno per 136-125 sul parquet dei Toronto Raptors. Sono necessari due overtime per decretare vincitori e vinti tra Chicago Bulls e Cleveland Cavaliers: la spunta il quintetto dell'Illinois per 132-123, che per l'occasione si gode i 35 punti infilati da DeRozan. Affermazioni interne per Indiana Pacers (123-114 sui New Orleans Pelicans), Minnesota Timberwolves (110-101 sui Memphis Grizzlies) e Denver Nuggets (117-96 sui Sacramento Kings).
    - Foto Ipa Agency -
    (ITALPRESS).

Pagine