Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
  • ROMA (ITALPRESS) - "Lo Ius Soli è uno dei principali obiettivi della sinistra e a ribadirlo è Roberto Speranza, definito un punto di riferimento da Enrico Letta. Le loro priorità rimangono sempre le stesse, lontane dalla realtà e dai bisogni degli italiani. Il 25 settembre avrete la possibilità di invertire la rotta scegliendo Fratelli d'Italia. Noi siamo pronti". Lo scrive su Facebook il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni.
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - "Naturalmente ho tanti ricordi di Piero, abbiamo suonato insieme e passato tante serate". Così Renzo Arbore uscendo dalla camera ardente in Campidoglio del giornalista e divulgatore Piero Angelo scomparso sabato. "Lo invidiavo per il fatto di essere il padre di Alberto e di avere un erede naturale che da lui ha imparato e che porterà avanti il suo discorso. Alberto è un erede meraviglioso, ragazzo che viene seguito dai giovani ha le qualità del padre. Ci vorrebbero più personaggi come lui in una tv spesso diseducativa. La tv deve arricchire il pubblico, che deve così imparare qualche cosa", ha aggiunto. "Piero Angela era un uomo rigorosamente legato alla scienza e al sapere. Ha combattuto i ciarlatani e i piazzisti di cose inventate, che diffondevano quelle che oggi si chiamano fake news. Puntualità precisione rispetto e signorilità: queste erano le sue qualità", ha concluso Arbore.
    (ITALPRESS)
    -foto xc5 -

  • ROMA (ITALPRESS) - Le entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-giugno mostrano nel complesso una crescita di 39.109 milioni (+11,6%) rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente. Le entrate tributarie nel primo semestre dell'anno evidenziano un aumento di 32.274 milioni (+14,5%) rispetto allo stesso periodo del 2021. Il gettito delle imposte contabilizzate al bilancio dello Stato registra una crescita sostenuta (+28.951 milioni, +13,5%). Le variazioni risultano positive anche per gli incassi da attività di accertamento e controllo (+2.518 milioni, +70,8%) e per il gettito relativo alle entrate degli enti territoriali (+3.208 milioni, +13,4%). Le poste correttive sono in aumento di 2.403 milioni rispetto allo stesso periodo del 2021 (12,7%). Le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 242.877 milioni.
    Le entrate relative alle imposte dirette risultano pari a 131.590 milioni (+13.674 milioni pari a +11,6%); quelle relative alle imposte indirette ammontano a 111.287 milioni (+15.277 milioni, pari a +15,9%). Tra le imposte dirette, il gettito Irpef si è attestato a 99.598 milioni (+4.009 milioni, +4,2%).
    L'Ires è stata pari a 14.400 milioni (+6.158 milioni, +74,7%). Tra le imposte indirette, le entrate Iva ammontano a 74.289 milioni (+12.115 milioni, pari a +19,5%). Le entrate di lotto, lotterie e altre attività di gioco ammontano a 6.876 milioni registrando un aumento pari a 1.886 milioni (+37,8%). Le entrate contributive dell'Inps ammontano a 109.995 milioni, in aumento di 5.019 milioni rispetto al 2021 (+4,8%). I premi assicurativi dell'Inail ammontano a 5.288 milioni, in crescita del 24,0% rispetto al corrispondente periodo del 2021. Le entrate contributive degli Enti previdenziali privatizzati risultano pari a 5.100 milioni, in aumento di 794 milioni rispetto al corrispondente periodo dell'anno precedente.
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - "Molti italiani, troppi, quasi la metà, sembrano intenzionati a non votare. Il nostro compito è quello di far capire agli italiani delusi che andare a votare, e naturalmente votare per noi, è il solo modo per tutelare i propri interessi". Così il presidente di Fi, Silvio Berlusconi, durante il Comitato di presidenza del partito, che ha ratificato tutti gli adempimenti statutari in vista delle prossime elezioni politiche e regionali. "Dobbiamo spiegare che solo chi è soddisfatto di come vanno le cose in Italia può permettersi il lusso di non andare alle urne. Solo chi è soddisfatto delle tasse, della burocrazia, della giustizia, degli stipendi, delle pensioni, della sanità può votare per la sinistra, che è il vero partito della conservazione. Per questo - aggiunge - sono ottimista, noi siamo ancora una volta il solo cambiamento possibile, la sola speranza per l'Italia. E per questo dobbiamo lavorare con il massimo impegno non solo per la vittoria del centro-destra, ma per un ottimo risultato di Forza Italia.
    Quanto più forti saremo, tanto più i nostri contenuti, le idee liberali condizioneranno l'attività di governo. E naturalmente tanti più saranno gli eletti di Forza Italia", conclude.
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - Sono 8.944 i nuovi casi di Covod-19 nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. I decessi sono invece 70. I tamponi processati tra molecolari e antigenici sono stati 63.549, che fanno rilevare un tasso di positività al 14,1%. Per quanto riguarda i ricoveri, in calo i pazienti in terapia intensiva, 299 in totale e due in meno rispetto a ieri, mentre salgono quelli generici a quota 7.544, 40 in più. Le regioni con più casi sono Campania e Veneto (con 903 casi giornalieri), seguite dalla Lombardia (783).
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - Trionfo azzurro nella gara di trampolino da un metro agli Europei di tuffi in corso a Roma. Elena Bertocchi ha vinto la medaglia d'oro con 264.25 punti, Chiara Pellacani ha conquistato il bronzo con 259.05. Argento per la svedese Emma Gullstrand con 259.95, appena 60 centesimi di punto meglio della 19enne romana. Bertocchi si conferma dunque campionessa europea dopo il trionfo di Budapest.
    Una medaglia di bronzo per l'Italia è arrivata anche dal sincro misto dalla piattaforma. Sarah Jodoin Di Maria ed Eduard Timbretti Gugiu hanno chiuso con 290.28 punti, battuti soltanto dai britannici Kyle Kothari e Lois Toulson (300.78) e dagli ucraini Sofiia Lyskun e Oleksii Sereda (298.59). "Non siamo stati perfetti ma concentrati fino alla fine - ha dichiarato Timbretti Gugiu - abbiamo riposato bene e siamo andati a dormire presto". "Siamo partiti un pò male ma non siamo stati così disastrosi - ha raccontato con un sorriso Jodoin di Maria - e alla fine abbiamo fatto cinque tuffi regolari. Siamo contentissimi", ha aggiunto l'azzurra che salta con i legamenti del polso rotti e il tricipite della spalla sinistra strappato. "Stringo i denti ma quando salto fa male. L'operazione al polso è prevista l'8 settembre mentre la spalla la curo con la fisioterapia".
    - Foto agenzia Fotogramma.it -
    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - Un piccolo dinosauro con la scritta "grazie maestro", un missile e un quadretto con le note dell'Aria sulla quarta corda di Bach, quella che ormai per tante generazioni di italiani è la musica di SuperQuark perchè "sulle note di quest'aria ci ha fatto viaggiare nella conoscenza" e poi tanti piccoli mazzi di fiori accanto alle rose rosse che coprono il feretro e alle corone del Presidente della Repubblica, della Presidenza del Consiglio, della RAI e Mondadori e ai gonfaloni della città metropolitana di Roma Capitale, della città di Torino - sua città natale - e della regione Piemonte oltre che del Comune di Montelupo Fiorentino di cui era cittadino onorario dal 2018. L'omaggio più grande a Piero Angela è quello commosso e silenzioso del suo pubblico. E' un fiume ininterrotto di persone di tutte le età e di ogni provenienza, infatti, quello che da questa mattina sfila per la Piazza del Campidoglio per raggiungere la Sala della Protomoteca, aperta fino alle 19, e rendere omaggio al giornalista e divulgatore scientifico scomparso a Roma sabato scorso, 13 agosto, all'età di 93 anni.
    La camera ardente è stata aperta alle 11,30 - dopo una breve cerimonia laica - ma già dalle 9 in tanti avevano preso posto nella piazza del Campidoglio per attendere pazientemente il proprio turno di ingresso. Ad accogliere il feretro, il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, insieme ai figli di Angela, Alberto e Christine, e alla moglie, Margherita Pastore. Tocca al figlio Alberto, definito da molti l'erede naturale anche rofessionalmente, il compito di ricordare e raccontare il padre e il collega: "le persone che amiamo non vorrebbero mai lasciarci, però accade. Mio padre è riuscito sempre a unire pur mantenendo le sue opinioni. In questi giorni ci hanno sorpreso messaggi, articoli, pieni non di dolore ma di amore, un sentimento che rimane e che si trasforma in valore. E i valori sono eterni".
    "Ci ha insegnato tante cose, con libri e trasmissioni, ma anche con l'esempio: negli ultimi giorni mi ha insegnato a non aver paura della morte, la sua serenità mi ha davvero colpito. Se ne è andato soddisfatto - ha poi aggiunto Alberto Angela - come quando ci si alza dopo una cena con gli amici. Quando ha capito che era arrivata la fine ha concluso le trasmissioni e il disco jazz, discorso ai familiari e al pubblico e poi il giorno dopo se ne è andato. Sembrava riservato ma dentro aveva un fuoco. Per me continuerà a vivere attraverso i libri, le trasmissioni, i dischi jazz, ma anche in tutti quei ragazzi che hanno speranza nel futuro e cercano l'eccellenza, nei ricercatori che cercano di andare a meta nonostante tutte le difficoltà, in tutte le persone che cercano di unire e non di disunire, nelle persone che cercano la curiosità e le bellezze della natura, quelle che cercano di assaporare la vita. L'eredità che lascia a tutti noi è importante, ed è un'eredità non fisica o di lavoro, ma di atteggiamento nella vita: quello che ci ha detto come ultima cosa è stato 'anche voi fate la vostra partè. E io cercherò di fare la mia". Un discorso accolto da un fragoroso, sentito e prolungato applauso che ha riempito la sala dove per tutto il pomeriggio Alberto è rimasto insieme ai suoi figli a ringraziare i presenti e a stringere la mano di quanti hanno voluto portare ricordi, condoglianze e affetto alla sua famiglia per la scomparsa del padre, di quel Leonardo Da Vinci con cui ha vissuto "come figlio, come collega, come persona normale che si è trovata davanti una mente eclettica, una persona capace di dare la risposta giusta sempre, in qualunque settore, dall'ambito industriale a quello della ricerca con una grande capacità di sintesi e analisi e in modo pacato" e anche per via di quell'aforisma che amava ripetere ("Siccome una giornata ben spesa dà lieto dormire così una vita ben usata dà lieto morire").
    Tra le personalità che hanno voluto portare il loro saluto al volto televisivo che ha portato per decenni la scienza e la conoscenza nelle case di generazioni di italiani, oltre al sindaco Gualtieri e al presidente della regione, Nicola Zingaretti, anche i vertici RAI (la presidente Marinella Soldi, l'AD Carlo Fuortes, il direttore per il genere Approfondimento, Antonio Di Bella), Renzo Arbore, Dario Franceschini, Enrico Giovannini e Pierferdinando Casini e Enrico Letta.
    (ITALPRESS)
    - foto xc5-

  • ROMA (ITALPRESS) - "Oggi il mondo della politica commenta le scelte sui candidati del PD. A me pare che - dalla scelta di come costruire la coalizione ai nomi delle liste - la guida di Enrico Letta si sia caratterizzata più dal rancore personale che dalla volontà di vincere. Vedremo i frutti il 26 settembre. Auguro ogni bene a tutti, candidati ed esclusi, ed evito con cura ogni dibattito sul tema: mi hanno insegnato che la politica si fa coi sentimenti, non coi risentimenti". Lo scrive Matteo Renzi nella enews. "Noi staremo sui contenuti - aggiunge - Noi non abbiamo candidati che hanno votato contro la fiducia a Draghi.
    Noi abbiamo chiara una idea di innovazione del Paese che passa dal dire SI' alle infrastrutture necessarie, non NO a tutto.
    E noi non vogliamo alzare le tasse.
    Su questi temi siamo molto distanti, purtroppo, dal nuovo Pd".
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - "Io resto in Liguria perchè, a differenza di chi va in tv dicendo che coerenza e serietà sono una bandiera e poi fa diversamente, ho detto che ho un impegno almeno fino a settembre del 2025 con i cittadini della Liguria che mi hanno rieletto, e tale impegno continuerò a rispettare".
    Lo ha detto a RaiNews24 il leader di Italia al Centro e presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, aggiungendo poi che "su una cosa hanno ragione i grillini: la politica non può essere una professione. Dopodichè, sono a disposizione di Noi Moderati per farlo crescere come progetto politico. Mentre le altre liste propugnano progetti futuribili, noi nel programma abbiamo le cose che abbiamo già fatto", ha precisato.
    "Facendo il governatore e l'assessore alla Sanità, ho un ottimo rapporto coi principali professionisti tra cui Bassetti, ma mai mi sono sognato di chiedergli di candidarsi. Nelle nostre liste ci saranno bravi amministratori eletti sul territorio, assessori regionali, donne, persone che si sono cimentate con la politica", ha concluso Toti.
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • ROMA (ITALPRESS) - "Oggi mi sento fra persone amiche e vorrei partire dall'ultima cosa che ha fatto papà: quel comunicato che tutti avete letto. E' stata l'ultima cosa che fiscamente ha detto, come discorso, con poche forze. Mia sorella e io lo abbiamo raccolto e trascritto". E' un Alberto Angela commosso ma sereno a ricordare suo padre con un lungo discorso durante la cerimonia di commiato presso la sala della Protomoteca in Campidoglio nel giorno dell'estremo saluto a Piero Angela mentre sono centinaia cittadini in attesa dell'apertura della camera ardente. "E' il discorso di qualcuno che parla a degli amici e che alla fine di una serata o una vacanza dice adesso io vado", ha aggiunto.
    "Le persone vanno via ma il sentimento rimane - prosegue - si trasmette nel tempo trasformandosi in valore e i valori restano in eterno. L'ultimo insegnamento mio padre me l'ha fatto non con le parole ma con l'esempio, mi ha insegnato in questi giorni a non aver paura della morte: la più grande paura dell'essere umano lui l'ha attraversata con una serenità che mi ha colpito. Per me continuerà a vivere attraverso i libri, le trasmissioni, i dischi jazz, ma anche in tutti quei ragazzi che hanno speranza nel futuro e cercano l'eccellenza, nei ricercatori che cercano di andare a meta nonostante tutte le difficoltà, in tutte le persone che cercano di unire e non di disunire, nelle persone che cercano la curiosità e le bellezze della natura, quelle che cercano di assaporare la vita". Un fragoroso e prolungato applauso ha poi riempito la sala per salutare il giornalista e divulgatore scomparso sabato.
    -foto agenziafotogramma.it-
    (ITALPRESS)

Pagine