Accessibilità:
-A A +A
Print Friendly, PDF & Email
  • ROMA (ITALPRESS) - Sono 26.693 i nuovi casi di Coronavirus in
    Italia, su un totale di 177.819 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dal quotidiano bollettino sull'emergenza
    pandemica diffuso dal Ministero della Salute. Sono 152 i morti,
    che portano il totale delle persone decedute per Covid da inizio
    pandemia a quota 173.853. I ricoverati con sintomi sono 8.043 (315 in meno di ieri), dei quali 306 in terapia intensiva, 15 iun meno rispetto a ieri.
    - Foto Agenziafotogramma.it -
    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - Due medaglie per l'Italia nel solo tecnico di nuoto artistico agli Europei di Roma. Giorgio Minisini ha vinto l'oro nella prova maschile. L'azzurro, all'esordio internazionale nel singolo, ha incantato il pubblico del Foro Italico con l'esercizio "A Plastic Sea", dominando con 85.7033 punti (26.4000 di esecuzione, 25.9000 l'impressione artistica, 33.4033 gli elementi). A completare il podio lo spagnolo Fernando Diaz Del Rio, medaglia d'argento con 79.4951 punti, e il serbo Ivan Martinovic, bronzo con il punteggio di 58.4951.
    Nella gara femminile Linda Cerruti ha vinto la medaglia d'argento completando senza sbavature l'esercizio sulle note di "Gift of the Gods" di Two Steps from Hell & Nick Phoenix, conquistando 90.8839 punti (27.8000 di esecuzione, 27.4000 l'impressione artistica, 35.6839 gli elementi). La medaglia d'oro è andata al collo dell'ucraina Marta Fiedina con il punteggio di 92.6394; completa il podio l'austriaca Vasiliki Alexandri, bronzo con 90.0156 punti.
    In chiusura di programma è arrivata la terza medaglia di giornata per l'Italia, uno splendido argento nell'highlights. Le azzurre Domiziana Cavanna, Linda Cerruti, Costanza Di Camillo, Costanza Ferro, Gemma Galli, Marta Iacoacci, Marta Murru, Enrica Piccoli, Federica Sala, Francesca Zunino hanno portato a termine senza sbavature l'esercizio sulle note di "Highlight Flags of Our Fathers di Rise of Evil" di Antongiulio Frulio, chiudendo al secondo posto con 91.7000 punti (27.7000 di esecuzione, 36.8000 l'impressione artistica e 27.2000 gli elementi). Titolo continentale per l'Ucraina con il punteggio di 94.0667, completa il podio la Francia, bronzo con 89.2000 punti.
    - foto LivePhotoSport -
    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - "Sono trascorsi settantotto anni dai giorni dell'eccidio nazifascista compiuto nelle frazioni di Stazzema. L'orrore ha colpito le nostre terre, la nostra gente, a testimonianza degli effetti di ideologie perverse nemiche della dignità e della libertà delle persone. Gli assassini, ufficiali e militari delle SS, che compirono la strage aiutati da fascisti della zona, manifestarono fino in fondo inconcepibile disumanità, colpendo centinaia di persone innocenti, trucidando anziani, donne, bambini, sterminati con ferocia, lasciando corpi martoriati e bruciati". Lo dichiara il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. "La memoria dell'eccidio di Sant'Anna di Stazzema è, per l'intera Europa, una spinta costante a mantenere al primo posto il tema del rispetto della vita delle persone, della pace come orizzonte storico necessario, della partecipazione a comuni prospettive di vita e di sviluppo - aggiunge il capo dello Stato -. Il segno profondo di un orrore così grande è inciso a caratteri indelebili nella coscienza della Repubblica. Dalla reazione a quell'abisso scaturì il riscatto morale e civile del nostro popolo, il secondo Risorgimento del nostro Paese. Da qui hanno preso le mosse le radici di una civile convivenza che ha trovato nella Costituzione i suoi architravi. Gli italiani devono grande riconoscenza ai pochi testimoni sopravvissuti, ai familiari delle vittime, a quanti si sono impegnati negli anni a ricostruire circostanze ed eventi, a ricomporre le storie individuali. La loro testimonianza è stata preziosa, contribuendo a costruire un memoriale vivente, intimamente connesso ai valori e ai principi che regolano la vita della nostra comunità: monito permanente alle generazioni che si succedono", conclude il presidente Mattarella.

    - foto ufficio stampa Quirinale -

    (ITALPRESS).

  • BRUXELLES (BELGIO) (ITALPRESS) - Secondo le stime di Eurostat, a giugno la produzione industriale destagionalizzata è aumentata dello 0,7% nell'area dell'euro e dello 0,6% nell'UE rispetto a maggio. Rispetto allo stesso mese del 2021, la produzione industriale è aumentata del 2,4% nell'area dell'euro e del 3,2% nell'UE. Nell'area euro a giugno, rispetto a maggio, la produzione di beni strumentali è aumentata del 2,6% e quella di energia dello 0,6%, mentre la produzione di beni intermedi è diminuita dello 0,1%, i beni di consumo durevoli dello 0,6% e i beni di consumo non durevoli dello 3,2%. Nell'UE, la produzione di beni strumentali è aumentata del 2,1% e quella di energia dello 0,7%, mentre la produzione di beni intermedi è diminuita dello 0,3%, i beni di consumo durevoli dell'1,1% ei beni di consumo non durevoli del 2,3%. Tra gli Stati membri, gli incrementi mensili più elevati sono stati registrati in Irlanda (+6,7%), Malta (+4,8%) e Grecia (+3,4%). Le maggiori diminuzioni sono state osservate in Romania (-3,9%), Belgio (-2,2%), Italia e Lettonia (entrambi -2,1%).
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • MILANO (ITALPRESS) - "E' un grande risultato avere San Siro pieno al 13 agosto. C'è un entusiasmo che dobbiamo coltivare e trasformare in energia. Dobbiamo portare avanti il nostro percorso. Partiamo dal nostro modo di stare in campo e dalla nostra voglia di cominciare bene il campionato". Così Stefano Pioli, allenatore del Milan, in conferenza stampa in vista dell'esordio in campionato di domani contro l'Udinese. I rossoneri sono campioni in carica, ma per Pioli la squadra può ancora migliorare: "E' un Milan forte, sarà il campo a dire se siamo meglio dell'anno scorso. Ho visto negli occhi dei ragazzi lo stesso spirito. Sono convinto che siamo ancora in crescita. I nuovi arrivati mi stanno dando tanti segnali positivi, tutti giocatori con qualità e ottime caratteristiche in avanti. Rebic sta bene, ho tante soluzioni e possibilità di scelta. Origi? Mi sta facendo vedere le capacità di un centravanti completo, ci darà grandi soddisfazioni. E' un ragazzo voglioso e intelligente". I bianconeri di Sottil sono un avversario ostico e che non va sottovalutato: "Una formazione difficile da affrontare e parecchio pericolosa in ripartenza e sulle palle inattive. E' l'unica squadra insieme alla Juventus che l'anno scorso non siamo riusciti a battere. Dovremo fare di tutto per cercare di vincere la partita". Un torneo che nasconderà parecchie insidie: "Noi vogliamo essere competitivi in tutti i trofei che ci giocheremo. Ci indicano come i favoriti? Non ci siamo mai creati problemi su quello che dicono gli altri". Poi sul Mondiale in mezzo al campionato dice: "Sarà particolare, unico - ha sottolineato Pioli -. Alla squadra ho fatto vedere il calendario. Avrò e avremo bisogno di tutti i giocatori a disposizione. I ragazzi fin qui hanno lavorato bene e con continuità. Siamo pronti per iniziare.
    Quest'anno non parlate più di titolari, ce ne sono 27. Dobbiamo mantenere un livello alto. Adli e De Ketelaere insieme? I giocatori forti e intelligenti possono farlo, e loro lo sono. Rivali? Sarà un campionato equilibrato, le prime sette sono molto forti. La Fiorentina si sta avvicinando. Sarà un torneo competitivo. Sarà una bella lotta. Sono contento della squadra che ho e c'è una dirigenza attenta che, se ci sarà la possibilità, migliorerà ancora la rosa".
    - foto LivePhotoSport -
    (ITALPRESS).

  • MILANO (ITALPRESS) - "C'è tanta voglia di fare questo esordio. Abbiamo fatto un buon lavoro, tante partite, molte delle quali impegnative. Ci siamo misurati con squadra più avanti di noi a livello fisico. Domani ad eccezione di D'Ambrosio, che abbiamo deciso di tenere a riposo, saranno tutti disponibili". Così Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter, in conferenza stampa in vista della prima gara di campionato contro il Lecce, in programma al Via del Mare domani alle 20.45. I nerazzurri nel precampionato non hanno brillato in termini di risultati, ma adesso hanno tutta l'intenzione di fare sul serio e partire con il piede giusto, senza farsi distrarre dal mercato: "Brozovic penso che domani sarà della partita. La squadra è quella che ho concordato con la proprietà. Sappiamo che ci manca un difensore centrale per sostituire Ranocchia, la società sta lavorando su questo. Credo di non dover parlare più di questo argomento perchè per il resto il nostro mercato in entrata e in uscita è chiuso". Nella scorsa stagione due trofei per i nerazzurri, ma il rammarico sta tutto nella mancata conquista dello scudetto: "Deve essere un altro grande anno, l'Inter ha il dovere di ambire al massimo - ha aggiunto Inzaghi -. La squadra è invariata: abbiamo perso Perisic che è stato importantissimo ma ha fatto altre scelte. Abbiamo riportato Lukaku, abbiamo preso giocatori funzionali. Bellanova e Asllani hanno voglia e qualità. Noi puntiamo al massimo. Gli avversari hanno fatto tantissimi acquisti, investendo tanto ma sanno che l'Inter sarà sulla loro corsa. Paura per eventuali cessioni dei big? E' stato concordato con società e proprietà. Da tecnico dell'Inter, per rispetto di tutti, non parlo di mercato. La squadra deve rimanere questa". Infine, sul Lecce di Baroni: "Sono una neopromossa che avrà pubblico ed entusiasmo, giocano insieme dallo scorso anno, il loro tecnico è bravo e preparato. Servirà una gara vera da Inter per poter vincere".
    - FotoLivePhotoSport -
    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - Sono in calo l'indidenza settimanale, l'Rt medio ed anche il numero dei posti occupati nei reparti di terapia intensiva. Questo il bilancio tracciato dalla Cabina di Regia sul Covid-19 dell'Istituto Superiore di Sanità. Scende, come detto, l'incidenza settimanale a livello nazionale: 365 ogni 100.000 abitanti (05/08/2022 -11/08/2022) vs 533 ogni 100.000 abitanti (29/07/2022 -04/08/2022). Nel periodo 20 luglio - 2 agosto 2022, l'Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,81 (range 0,78-0,85), in diminuzione rispetto alla settimana precedente. L'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è anch'esso in diminuzione e sotto la soglia epidemica: Rt=0.76 (0,73-0,79) al 02/08/2022 vs Rt=0.82 (0,80-0,84) al 26/07/2022. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in calo al 3,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 11 agosto) vs 3,6% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 04 agosto). Il tasso di occupazione in aree mediche a livello nazionale scende al 13,0% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 11 agosto) vs 15,2% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute al 04 agosto).
    Due Regioni/PPAA sono classificate a rischio moderato ai sensi del DM del 30 aprile 2020, mentre le restanti 19 Regioni/PPAA sono classificate a rischio basso. Sette Regioni/PPAA riportano almeno una allerta di resilienza. Due Regioniriportano molteplici allerte di resilienza. La percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento dei contatti è stabile rispetto alla settimana precedente (13% vs 12%). Stabile la percentuale dei casi rilevati attraverso la comparsa dei sintomi (44% vs 44%), e in lieve diminuzione la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (43% vs 44%). L'attuale situazione caratterizzata da elevata incidenza non consente una puntuale mappatura dei contatti dei casi, come evidenziato dalla bassa percentuale dei casi rilevati attraverso l'attività di tracciamento.

    foto: agenziafotogramma.it

    (ITALPRESS).

  • ROMA (ITALPRESS) - "Non ho mai attaccato il Presidente Mattarella, nè mai ne ho chiesto le dimissioni. Ho solo detto una cosa ovvia e scontata, e cioè che, una volta approvata la riforma costituzionale sul Presidenzialismo, prima di procedere all'elezione diretta del nuovo Capo Dello Stato, sarebbero necessarie le dimissioni di Mattarella "che potrebbe peraltro essere eletto di nuovo"". Lo scrive su Facebook il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, in riferimento alle polemiche suscitate da una sua intervista radiofonica.
    "Tutto qui: una semplice spiegazione di come potrebbe funzionare la riforma sul Presidenzialismo proposta nel programma del centro-destra - aggiunge -. Come si possa scambiare tutto questo per un "attacco a Mattarella" rimane un mistero. O forse si può spiegare con la malafede di chi mi attribuisce un'intenzione che non è mai stata la mia".

    - foto Agenziafotogramma.it -

    (ITALPRESS).

  • MILANO (ITALPRESS) - "Non intendiamo fare promesse che non possiamo realizzare. E' il caso di dire le cose come stanno agli italiani. Samo in chiusura del programma sia di FdI che di quello in comune della coalizione. Ci saranno proposte serie, con proposte realizzabili". Così il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, intervenendo a Radio Monte Carlo.
    "Le alleanze sono importanti. Da una parte vedo un'alleanza di centrodestra unita. Abbiamo problemi dati dal fatto che ci eravamo divisi sul punto di vista nazionale, ma oggi che siamo tornati sullo stesso fronte siamo uniti. Dall'altra parte c'è una armata Brancaleone che parte dal dato 'dobbiamo battere la destrà o su 'quanti collegi mi dai", aggiunge.
    Meloni, infine, dice di non condividere "la scelta di non votare lunedì. Temiamo l'astensionismo, le ultime elezioni amministrative sono un campanello di allarme. Si ha un concetto abbastanza curioso della democrazia, se si vota da una parte va bene se si vota dall'altra siamo tutti ignoranti, non in grado di fare neanche una croce".
    (ITALPRESS).
    -foto agenziafotogramma.it-

  • MILANO (ITALPRESS) - "Il presidenzialismo esalta la democrazia. in Francia e negli Stati Uniti non è possibile quello che è successo in Italia, che dopo il mio governo non c'è stato alcun governo eletto dal popolo. Se entrasse in vigore presidenzialismo, Mattarella dovrebbe dimettersi. Poi magari potrebbe essere eletto di nuovo". Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, intervenendo a Radio Capital. (ITALPRESS).


    Photo credits: www.agenziafotogramma.it

Pagine